Home Tecnologia Idrogeno indigesto anche alla Porsche: “Meglio l’elettrico”

Idrogeno indigesto anche alla Porsche: “Meglio l’elettrico”

0
CONDIVIDI
Michel Steiner, consigliere d'amministrazione e capo di Ricerca&Sviluppo Porsche, con la Taycan

Idrogeno indigesto anche alla Porsche, almeno per il momento. La Casa di Stoccarda punta forte sull’elettrico e i motivi li ha spiegati Michael Steiner, direttore di Ricerca&Sviluppo, in un’intervista ad Automotive News Europe.

Idrogeno? “Ha un’efficienza energetica molto inferiore”

Steiiner ha ribadito la posizione più volte espressa dal Gruppo Volkswagen, di cui la Porsche fa parte. Il giornalista Christiaan Hetzner gli ha chiesto quanto le fuel-cell siano interessanti per la Porsche, considerato che le pile sono più leggere delle batterie. “Continuiamo a esaminarle“, ha risposto secco Steiner, “ma al momento questa tecnologia non è adatta alla Porsche“.

idrogeno
Come funziona un’auto a idrogeno in uno schema pubblicato sulla Volkswagen Newsroom

In primo luogo“, ha proseguito, “il tipico output di una pila è di circa 100 kilowatts, quindi se vuoi più potenza hai bisogno ancora di includere una grossa batteria per fornire potenza di picco. Il che significa che ti serve ancora più spazio per l’installazione. In secondo luogo l’efficienza energetica in generale è molto debole, perché serve un sacco di elettricità per separare l’acqua in idrogeno, distribuirlo alle fuel stations e di nuovo convertire in  elettricità”. Come si diceva, il Gruppo Volkswagen ha da poco pubblicato uno studio da cui si evince che l’efficienza energetica dell’idrogeno non ve oltre il 25-35%, mentre l’elettrico è in una fascia tra il 70 e il 90%.

Il capo dello Sviluppo punge Tesla sulle batterie

idrogeno
Le batterie della Porsche Taycan, fatte per ricaricare velocemente, più che per dare grande autonomia.

A Steiner è stato chiesto anche quanto vantaggio abbia Tesla rispetto alla concorrenza nella tecnologia delle batterie. Il top- manager Porsche ha premesso di non considerare la Casa di Elon Musk un concorrente diretto. E ha spiegato: “Tesla usa celle tonde, con una chimica leggermente diversa e un altro sistema di raffreddamento. Tutto questo ha specifici vantaggi e svantaggi. Secondo noi il tipo di batterie che puoi trovare installate in un Model S non sono l’ideale in termini di sostenibilità. Noi crediamo in batterie più piccole, più leggere e di conseguenza anche meno costose, che possono sere ricaricate più rapidamente.  La nostra aspirazione non è di essere i leader nell’autonomia“. In effetti la Taycan, oltre ad essere un’auto dalle straordinarie prestazioni, vanta i tempi di ricarica più rapidi tra le elettriche oggi in commercio, come confermato anche da una recente indagine di P3 Automotive (guarda l’articolo).

 

 

 

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome