Home Aziende IBE 2022: numeri in crescita e appuntamento a ottobre 2024

IBE 2022: numeri in crescita e appuntamento a ottobre 2024

0
ibe 2022

IBE 2022 (Intermobiltity and Bus Expo) si è chiusa con un successo di pubblico ed espositori. Sono stati 120 i brand presenti a Rimini (60% in più della precedente edizione) con 20.000 mq di superficie espositiva lorda. La decima edizione della manifestazione organizzata da IEG Italian Exhibition Group «si è riconfermata l’appuntamento di riferimento per tutto il mondo del trasporto collettivo e delle filiere industriali connesse» scrivono gli organizzatori.

MaaS, Intermobilità, Formazione professionale per autisti, manager, e dirigenti di servizio; trasporto su gomma a lunga percorrenza, Turismo Slow e la transizione elettrica sono stati alcuni dei temi più dibattuti della tre giorni riminese.

Concludendo il primo appuntamento della Fiera, il Forum Nazionale della nuova mobilità sostenibile collettiva, il Ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibile Enrico Giovannini, ha sottolineato che il sistema del trasporto pubblico è ad una svolta. E’ alle viste quindi «un forte cambiamento nell’uso delle diverse modalità di mobilità e dei comportamenti individuali, introducendo un nuovo concetto di mobilità locale integrata». Questo grazie a diversi fattori innovativi. Gli incentivi per il rinnovo in senso ecologico dei mezzi pubblici e la maggiore attenzione alla qualità dei servizi per l’utenza. Il boom dei bonus per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale. La sharing mobility, destinata a dare un forte contributo in termini di flessibilità degli spostamenti. Il fiorire di applicazioni che consentono di monitorare e geolocalizzare i mezzi e garantire servizi integrati efficienti. La sperimentazione nelle grandi città del progetto Mobility as a Service. Il rafforzamento del ruolo dei mobility manager.

ibe 2022
Il ministro Enrico Giovannini in collegamento da remoto con IBE 2022

Tra gli eventi della tre giorni, anche l’assegnazione di 8 premi. Le Stelle del trasporto passeggeri conferite dalla rivista Tuttotrasporti, media partner di IBE 2022, sono andate a Irizar, che ha creduto in IBE sin dalla prima edizione, VDL che si è distinta per il veicolo più innovativo, Pepper Motion per l’idea, Karsan per il design, Golia per la componentistica, Daimler e Setra per i Bus di Riviera. Infine il premio Legend è andato a Giuseppe Vitullo demo driver di Iveco.

 È stato assegnato inoltre al Corriere della Sera e a IVECO BUS, che ha fornito l’autobus Streetway, il premio dei premi per avere realizzato il progetto CampBus, l’innovativo progetto educational RCS dedicato alle scuole superiori.

Tra i temi più discussi nei 30 dibattiti andati in scena spicca sicuramente il MaaS,  Mobility as a Service. Come ha sottolineato Mauro Bonaretti – Capo Dipartimento Mobilità Sostenibile, Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, il MaaS è un progetto in cui il Governo crede molto, «tassello fondamentale per passare dall’attuale TPL alla Mobilità Integrata». Per un risultato ottimale è indispensabile anche la formazione di nuove competenze. Per esempio di mobility manager in grado di far dialogare e collaborare i diversi attori della filiera. E di una nuova generazione di autisti per  autobus che, per tecnologia, stile di guida e livello del servizio, sono più vicini a un aereo piuttosto che ad un’auto. Di qui il progetto formativo Start Romagna per attivare un ecosistema, una “Motor Valley” degli autobus.

Infine, per quanto riguarda il trasporto pubblico a zero emissioni, la tavola rotonda organizzata da Vaielettrico “Nuovi bus per la transizione elettrica. Cosa chiedono le aziende del trasporto pubblico, cosa rispondono i costruttori, quali gli strumenti di finanziamento” ha evidenziato da un lato il ritardo italiano, ma dall’altro le potenzialità per un veloce recupero.

ibe 2022 In un confronto tra i protagonisti dell’elettrificazione del trasporto locale si è parlato del previsto rinnovamento  delle flotte grazie ai fondi del PNRR. Elettrificare integralmente il TPL non è facile. Ma la cooperazione tra produttori, le aziende del TPL, e l’ecosistema che abilita l’utilizzo dei veicoli elettrici può innescare già da quest’anno una  svolta virtuosa.

Prossimi appuntamenti saranno ad ottobre 2023 con IBE Driving Experience, che si svolgerà sulla pista del Misano World Circuit. E l’anno successivo, 2024, alla prossima edizione biennale di Intermobility and Bus Expo che si terrà sempre a Rimini ad ottobre.

— Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Vesper
Apri commenti

Rispondi