Home Auto I videotest di Paolo / Audi Q4, 10 km al minuto

I videotest di Paolo / Audi Q4, 10 km al minuto

0
CONDIVIDI

I videotest di Paolo / Audi Q4 provata per voi in un test su strada di due giorni. Ritiro dell’auto sulle colline a nord di Verona, tappa al Mart di Rovereto per una mostra sul Botticelli e arrivo a Pinzolo. Il giorno successivo ascesa al rifugio Malga Ritorto e rientro a Verona. Oltre 330 km su un’auto silenziosa e confortevole assai. 299 CV e trazione quattro, ovviamente elettrica. Auto molto misurata, nonostante le grandi doti dinamiche. Difetti? Nei materiali…

I videotest di Paolo / 330 km a spasso nel Nord-Est

Audi Italia ha scelto di far testare Q4 e-tron alla stampa in quello che hanno immaginato come un possibile week end fuori porta. Ma che, ovviamente, è stato minuziosamente progettato per essere potenzialmente gestito con una sola carica, andata e ritorno. Secondo i nostri calcoli, un 30% di batteria sarebbe stato sufficiente per rientrare da Pinzolo a Verona, spostamenti locali compresi. La seconda giornata prevedeva infatti, prima della ripartenza, una breve salita al rifugio Malga Ritorto, a poco meno di 20 km da Pinzolo, ma quasi 1000 metri di dislivello. Ma Audi ha preferito non rischiare. Oppure ha semplicemente simulato una situazione reale in cui il cliente, potendo, ricarica in hotel. E ha a ricaricato le batterie di tutte le auto del 50%.

I videotest di Paolo / Una prova in più: ricarica ultra-fast

I test di Paolo

Tutte ricaricate tranne una: su nostra richiesta, la Q4 a noi affidata non è stata rifornitata a Pinzolo, dove siamo arrivati dopo 165 km e con il 44% di batteria. Il mio obiettivo infatti era quello di testare Audi Q4 anche nelle sue prestazioni nella fase di ricarica ultra-fast. Il rientro prevedeva un percorso di strade extra urbane, attraverso Riva del Garda, imbocco dell’A22 a Rovereto Sud fino ad Affi e poi strade extra urbane fino al nostro hotel sulle colline a nord di Verona. E la mia scelta è stata quella di raggiungere Riva del Garda prima e poi salire fino a Trento. In questo modo ho potuto testare anche la curva di ricarica (almeno il primo tratto) presso la stazione Ionity di Trento e l’efficienza del sistema di climatizzazione della batteria.

I videotest di Paolo / Vista da vicino: design pulito, solo…

I test di Paolo

FUORI – Esternamente l’auto si presenta con un design molto pulito e moderno, secondo gli stilemi iconici del marchio. Forse l’unico elemento a “macchiare” appena un design di assoluto rigore è la calandra. Ovviamente chiusa, ma con un look che riproduce quello di una griglia. Forse nel tentativo di rendere più familiare alla vista un Suv che rischierebbe di essere visivamente troppo innovativo rispetto ai vari Q3 e Q5 a cui il cliente è abituato. La versione provata, in allestimento s-line 50 quattro, aveva:

  • batteria 77 kWh (netti)
  • Head-up Display con realtà aumentata
  • Fari LED Matrix e firma luminosa personalizzabile
  • tetto panoramico
  • pneumatici 235/45 R21 ant. e 255/40 R21 post.

Dentro è curatissima e silenziosa, solo le plastiche…

Alcune plastiche lucide si graffiano davvero troppo facilmente

DENTRO – All’interno troviamo alcune delle pochissime sbavature di questo progetto, a mio avviso molto ben riuscito. Nonostante la solita rassicurante cura per gli assemblaggi e la qualità generale dei materiali, alcune scelte sono discutibili. Come quella di adottare delle finiture piano black lucide per le plastiche della consolle centrale e di alcuni elementi degli sportelli. L’auto in prova, con soli 800 km all’attivo, si presentava già graffiata in queste parti. Di contro, parlando dell’atmosfera a bordo, non si può fare a meno di citare l’altissimo livello di confort offerto dalle sospensioni regolabili. Quasi la sensazione di essere a bordo di un’auto con sospensioni pneumatiche. Degno di nota anche il livello di insonorizzazione acustica. Nell’abitacolo, anche in autostrada, filtra davvero poco. Senza dubbio, l’auto elettrica più confortevole che abbia mai guidato.

Efficienza e family feeling anche…nella coppia

Nella taratura dell’erogazione della coppia, si è privilegiato soprattutto efficienza e un feeling di guida che fosse quanto più simile possibile a un’Audi a motore endotermico. I cavalli ci sono, e sono parecchi. E l’auto accelera da 0 a 100 km/h in poco più di 6 secondi. Ma le reazioni, alla pressione del pedale dell’acceleratore, non sono mai violente. Per quanto ci si muova con assoluta disinvoltura e grande soddisfazione, anche in modalità dynamic manca la reazione tipica delle elettriche pure. E il comportamento di Q4 è sempre estremamente composto. In questo momento storico Audi desidera che i propri clienti possano salire su Q4 e non trovarsi spiazzati.

Niente calcio nella schiena, in compenso i consumi…

In Audi vogliono che i propri clienti possano guidare la stessa Audi alla quale sono abituati, semplicemente elettrica. Questa scelta ovviamente privilegia anche un altro aspetto, non meno importante: l’efficienza, e quindi l’autonomia. Audi Q4 e-tron quattro ha garantito performance di assoluta eccellenza. Una media di 20,4 kWh/100 in autostrada (130 km/h) e un consumo medio sul nostro percorso (Verona – Trento – Pinzolo – Riva del Garda – Trento – Verona) di 22,54 kWh/ 100 km. Guidando l’auto, con aria condizionata accesa e impostata a 21 gradi in giornate molto calde, con temperature esterne fino a 36 gradi. In un percorso misto di autostrada e tanta montagna. In queste condizioni avremmo potuto percorrere circa 340 km prima di dover ricaricare. Non male.

30 km (di autonomia autostradale) in 180 secondi

Abbiamo fatto i salti mortali per testare Q4 nella ricarica FAST, virando la ricarica la notte in hotel. E deviando dal percorso impostato da Audi, per arrivare fino alla Ionity di Trento. Ne è valsa la pena. Abbiamo scoperto che, anche in una giornata calda, e dopo averla guidata per ore, Q4 accetta potenze fino a 130 kW, e per molti minuti. Giunti a Trento alla colonnina ultra-fast con il 12% di carica, ci siamo stupiti nel vedere che la potenza accettata abbia superato persino quella nominale dichiarata (125 kW). Toccando picchi di 130 kW per quasi 10 minuti. Questo ha garantito di immagazzinare:

  • 6 kWh (30 km a velocità autostradale) in 3 minuti
  • 12 kWh (60 km a velocità autostradale) in 6 minuti
  • 20 kWh (100 km a velocità autostradale) in 10 minuti

Mi piace per… family feeling e il confort ineguagliato

i test di PaoloAudi Q4 colpisce per il confort assoluto, irraggiungibile per qualsiasi altro Suv della categoria. Per lo spazio di bordo (superiore a quello di Q7), per la facilità con la quale affronta qualsiasi percorso. Persino il sentiero di montagna che porta a un rifugio. E’ come se per lei non facesse differenza incontrare l’asfalto liscio e compatto dell’autostrada o il pietrisco sconnesso di una strada bianca. A bordo cambia davvero poco. E la coppia, virtualmente infinita, non fa mai percepire alcun affaticamento. Tutto è possibile. E lo è sempre in modo semplice. I km non si sentono davvero, a bordo di Q4. E questa è una sensazione impagabile.

Non mi convince per... il carattere un po’ sommesso

Chi acquista un’Audi, qualsiasi essa sia, cerca anche un po’ di sportività. Soprattutto se si tratta di un’elettrica. E anche se si tratta di un SUV. Forse, nella modalità dynamic Audi avrebbe potuto osare un po’ di più e conferire a questa Q4, almeno nella versione 50, un carattere più cattivo. Qualche piccola attenzione in più anche ad alcuni materiali degli interni non guasterebbe. Ci troviamo a bordo di un’Audi con un prezzo di listino di oltre 62 mila euro.

— SUV elettrici, guarda gli altri videotest di Paolo: Mercedes EQA, Volkswagen ID.4…Tutti sul nostro canale YouTube —

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome