Home Auto I costi al km aggiornati per elettrico-ibrido-metano-GPL

I costi al km aggiornati per elettrico-ibrido-metano-GPL

17
CONDIVIDI
La ricarica della Hyundai Kona EV, uno dei modelli considerati.

I costi al km aggiornati per elettrico-ibrido-metano-GPL. Dati elaborati per la gestione delle auto aziendali, ma preziosi per chiunque voglia capire quanto costano acquisto e gestione delle auto. In questo caso, più o meno ecologiche.

I costi al km aggiornati / C’è dentro proprio tutto

I dati sono periodicamente pubblicati dall’ACI e, in queste tabelle, rielaborati dal Centro Studi Promotor (qui il sito), che poi li pubblica nella rivista Auto Aziendali Magazine.I valori si riferiscono ad auto in proprietà e tengono conto di tutti i costi che si affrontano nella vita su strada.I costi al km Quindi: costi fissi (bollo, assicurazione e interessi sul capitale). E costi di percorrenza (carburante, pneumatici, manutenzione, riparazione e ammortamento del capitale). Non si tratta quindi del semplice costo dell’energia o del carburante che serve per percorrere un km. Il costo cala man mano che aumentano i km percorsi perché nel frattempo si è ammortizzato il prezzo di acquisto.

I costi al km aggiornati / Entrano 3 nuovi modelli

I costi al km aggiornati
La Jaguar I-Pace

Rispetto alla precedente rilevazione entrano tre modelli piuttosto interessanti, come la Hyundai Kona EV 64 kWh, la Jaguar I-Pace e la Tesla Model S P100D. Purtroppo manca ancora il Model 3 della Tesla, che sarebbe un riferimento fondamentale, visti i costi d’esercizio decisamente più bassi rispetto alle due vetture top presenti nella tabella. Proprio la Kona,  con un costo al km di soli 33 centesimi dopo 50 mila km, conferma la grande efficienza delle elettriche coreane. Tutto sommato piuttosto buono anche il risultato della Jaguar, con una vettura molto più razionale rispetto a un’auto decisamente molto “americana” (per peso, soprattutto) come la Tesla Model X. Teniamo presente che anche  i costi al km dell’ACI partono, presumibilmente, dal costo delle stazione di ricarica pubblica: l’elettrico conviene soprattutto se si ricarica a casa.

Nelle ibride c’è un po’ di tutto, comprese le plug-in

I costi al km aggiornati
L’Audi A3 Sportback e-tron ibrida plug-in

La tabella delle ibride è piuttosto ricca, con 18 modelli, e dentro c’è un po’ di tutto, comprese le plug-in di Audi e BMW, ricaricabili con la spina, che se la cavano piuttosto bene. Anche qui colpisce l’ottima performance di una macchina coreana, la Kia Niro 1.6, mentre all’estremo opposto (per ovvie ragioni di peso e di ingombro) sono la Range Rover Evoque e la Mercedes C200. Buoni anche i risultati della scuderia Toyota-Lexus, con il miglior punteggio assegnato alla storica (ma poco venduta) Prius.

Nel metano sempre imbattibile la Fiat Panda

La tabella sui costi al km aggiornati relativa al metano è piuttosto aggiornata, così come limitato è ormai il numero dei modelli a listino. Grandi gruppi come Volkswagen, che avevano puntato molto su questa motorizzazione, hanno fatto sapere di volerla abbandonare per concentrarsi sull’elettrico. Per chi voglia spendere poco, resta comunque il riferimento della Fiat Panda, che dopo 50 mila km scende a 23 centesimi al km, in assoluto il valore più basso di tutte queste rilevazioni. Molto buono anche il valore della Seat Ibiza 1.0, che fa registrare 26 centesimi al km (nella foto).

Il GPL si conferma molto poco costoso

Infine la Cenerentola GPL, sempre poco considerata, ma molto seguita da chi vuole spendere poco, senza pretendere troppo in termini di prestazioni. I valori sono vicini a quelli della Panda a metano e, se non colpisce il dato della piccola Fiat 500 (24 centesimi al km), fa invece un certo effetto vedere i 25 cent di un Suv come la Dacia Duster. In questa tabella si trova a anche un modello ormai datato come la Fiat Punto millequattro, ma chi cerca auto spartane se ne infischia di guardare all’ultima novità…

17 COMMENTI

  1. Mi piacerebbe saper quale sia staa in questi calcoli l’aspettativa di vita dell’auto. Tenere un’auto 5 anni o 10 o 20 credo faccia una grande differenza.
    Una delle promesse dell’elettrico era quella che avremmo avuto auto piu durature con nulla o quasi manutenzione escludendo ovviamente le batterie.

    • Un elettrica non è da rottamare dopo 5 anni per normative anti-inquinamento.
      Una Tesla dopo 200’000km è ancora nuova (vedere prezzi usato)

  2. Nella lista delle auto a metano mancano le tre sorelle del gruppo Volkswagen: Up, Mii e Citigo, che sono più economiche della Panda.

  3. Nelle GPL ci sono solo utilitarie, non mi sembra una comparazione corretta: ad esempio manca Kia Sportage, Giulietta, Tipo etc…

  4. Molto interessante. Sarebbe bello però avere qualche dettaglio su come è stato fatto il calcolo. Banalmente quanto è stato considerato l’impatto della manutenzione (io ho sia corsa Gpl che yaris ibrida, la differenza in manutenzione “straordinaria” è abissale, che poi straordinaria non è perché la corsa ogni anno necessita di qualche intervento mentre la yaris a quasi 70’000 km ancora non ha nemmeno cambiato le pastiglie né a mai visto un meccanico).
    Un punto cruciale è, come diceva l’utente ijk poco sopra, come si comportano sul lungo periodo, dai 150,200’000 km in poi! È lì la vera differenza, tutte le macchine sono capaci di non necessitare grosse spese di manutenzione a 10 o 30’000 km, voglio vedere una Toyota ibrida a 400’000 km se costa ancora di più di una punto a metano! La punto hai già dovuto comprarla nuova una seconda…

  5. Nell’elettrico mancano le tre sorelle e-Up, Mii e Citigo, poco costose e molto parche.

  6. Non capisco come facciano i conti, una Renault Zoe a 0,44 per km se fai 10000 km anno, dopo 8 anni (che è il tempo stimato di durata della batteria) hai solo ammortizzato il costo dell’auto.

    • Dove hai letto che la batteria dura 8 anni? Quella è la garanzia, non crederai che finita la garanzia la batteria è da buttare?
      Altrimenti, secondo questo ragionamento le macchine termiche le devi rottamare dopo 2 anni.

  7. Non capisco come è possibile che dopo 10000 km una c0 tanto per citarne una costi solo 40 centesimi visto che di listino sta a 30000 euro e lo stato partecipa al massimo con 6000 euro. Quindi 30000-6000 fanno 24k diviso 10000 fanno 2,4 euro al km. Mettiamo anche che si facciano cicli di ricarica a casa con 20 cent al kW e una guida virtuosa da 100km per 6kw spesi vuol dire aggiungere 1,2 euro ogni 100km che fanno 120euro di corrente se non sbaglio. Se citiamo il costo al km una c0 sta a 2,412 euro al km.boh c’è qualcosa che non capisco

    • Puoi rivendere la macchina dopo i 10000 km e recuperare parte di quanto speso. Credo lo tengano in considerazione

    • Se non ho capito male stai scaricando l’intero costo dell’auto sulla percorrenza del 1° anno. Non mi sembra corretto.

      • Non ho mai parlato di anni, ma di percorrenza. Sono dati alla mano che puoi ottenere con una semplice calcolatrice.

  8. Io ho una Jeep Renegade 120cv GPL veramente eccezionale. Io penso che FCA ha sbagliato a non puntare più su questo modello a GPL.330 km con circa 24euri più o meno. Motore con un’accelerata notevole.

    • Con la Seat Mii Ecofuel spendendo 24 euro di metano percorro circa 900 km, se non é risparmiare questo!

Comments are closed.