Home Moto & Scooter I 10 scooter elettrici per il dopo-Coronavirus

I 10 scooter elettrici per il dopo-Coronavirus

9
CONDIVIDI

In attesa che si possa tornare ad acquistarli, quando concessionari e punti vendita riapriranno i battenti, abbiamo selezionato 10 scooter elettrici dal buon rapporto qualità-prezzo sui quali fare un pensierino finita l’emergenza Coronavirus.

Con un intero Paese alle prese con isolamento e quarantena, ce lo si doveva aspettare: l’effetto Coronavirus ha messo un bel freno alle vendite dell’intero comparto di motocicli e ciclomotori, crollate nel primo trimestre di quest’anno. Anche il settore degli scooter elettrici ne ha giocoforza risentito, pur conservando numeri più che positivi rispetto allo stesso periodo del 2019.

Nonostante timori e disfattismo oggi regnino sovrani, prima o poi tutto questo finirà. E siamo in piena primavera, la stagione delle due ruote. Quando partirà la “Fase 2”, si spera il 4 maggio, molti italiani dovranno tornare al lavoro. Come si sposteranno? I mezzi pubblici potrebbero essere sovraffollati e non garantire il distanziamento sociale richiesto per evitare una ripresa della pandemia. Non tutti possiedono un’auto, e nessuno vorrà sorbirsi di nuovo code e intasamenti nel traffico. Uno scooter potrebbe essere la soluzione più intelligente. Se “alla spina”, poi, potrebbe godere di forti incentivi grazie all’Ecobonus.

— Clicca qui per… pensi a uno scooter elettrico? 10 cose da sapere —

I concessionari riapriranno i battenti, ma in molti casi non c’è nemmeno bisogno di aspettare la fine del lock down. Gran parte delle aziende, infatti, ha già messo in piedi piattaforme di vendita online, personalizzate e di facile gestione. Così l’e-scooter vi arriva a casa.

I vantaggi delle due ruote alla spina

Il passaggio alla mobilità elettrica su due ruote stuzzica la voglia di molte persone, che magari in questi giorni di forzato isolamento hanno più tempo per valutare il “grande salto”. I vantaggi non mancano: consumi ridottissimi, zero emissioni, facilità negli spostamenti cittadini, possibilità di ricaricare le batterie removibili in casa o sul posto di lavoro.

In più gli scooter elettrici sono esenti dal bollo per cinque anni, l’assicurazione si riduce della metà e la manutenzione è quasi nulla.

Poi c’è l’Ecobonus, incentivo statale che prevede uno sconto del 30% sul prezzo di listino dello scooter, con un tetto massimo di 3.000€. Per ottenere l’agevolazione è però obbligatoria la rottamazione di un altro scooter, una moto o un ciclomotore di classe fino ad Euro 3, in possesso da almeno un anno.

10 modelli per farsi un’idea

Per chi ci stesse riflettendo sul serio al “grande salto”, il mercato offre molte possibilità di scelta, essendo aumentati i modelli in uscita negli ultimi anni.
In attesa di poterli provare, ecco una lista di 10 scooter elettrici che oggi offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo.

ASKOLL

Lo scooter Made in Italy è tra i più apprezzati della categoria, perché molto adatto agli spostamenti urbani grazie alla sua leggerezza. I modelli eS1 (monoposto) ed eS2 (biposto) sono cinquantini elettrici che raggiungono la velocità massima di 45 km/h, con l’autonomia che passa da 40 a 70 km.
Il fratello maggiore eS3 è l’ultimo nato della famiglia, pensato per contesti anche extraurbani: è più pesante, potente e meglio equipaggiato; consente un’autonomia di quasi 100 km e una velocità massima di 66 km/h.

Prezzi: da 2.290 a 3.990

GOVECS GO!

Molto utilizzata nei servizi di scooter sharing, la gamma GO! del marchio bavarese comprende due tipologie di ciclomotori: la linea “S” per il trasporto passeggeri e la linea “T” per il lavoro, con sella monoposto e ampio baule posteriore. Ne derivano diverse versioni, che differiscono per potenza del motore e tipologia di batterie installate.
Lo scooter è disponibile sia come cinquantino elettrico da 45 km/h che in versione da 62 km/h, fino ad arrivare all’equivalente dei 125cc, che porta la velocità massima a 85 km/h.

Prezzi: da 4.199 a 7.499

NIU

Ideali per un uso cittadino, compatti, dal design piacevole e al passo coi tempi in fatto di tecnologia e connettività, i cinquantini del produttore cinese sono tra i più ricercati sul mercato degli scooter elettrici. Dopo le varianti dei primi modelli NQi-Series e MQi-Series, le ultime due novità si chiamano MQi+ e NQiGT. Il primo è una versione speciale della serie M, riprogettato per ospitare 2 passeggeri, dotato di una batteria (2 kWh) e un motore (Bosch 1,4 kW) più performanti: l’autonomia è di 80 km, con velocità auto limitata ai soliti 45 Km/h.
NGT ha invece due batterie Panasonic removibili da 60V e raggiunge i 70 km/h, promettendo fino 130 km di autonomia con una carica.

Per piccoli spostamenti urbani o per le aziende, Niu ha in gamma anche uno scooter ancora più leggero e compatto, la serie U Pro.

In tempo di Coronavirus, NIU ha aperto una speciale promozione sulla versione GTS Sport, che prevede uno sconto di 500€ sul prezzo di listino per chi ordina ora lo scooter (pagando un acconto di 100€), che verrà poi materialmente consegnato a partire dal 15 maggio.

Prezzi: da  1.899 a 4.999

LIFAN E3

Se si punta a fare economia, uno dei cinquantini meno cari in assoluto è certamente Lifan E3, scooter cinese disponibile a 1.990 euro. Con l’Ecobonus viene a costare come una bicicletta.
Compatto e leggero, lo scooter ha un “cuore” di tutto rispetto: batteria Li-ion dalle ottime caratteristiche (1,2 kWh), che promette un’ottantina di km di autonomia, e un motore Bosch da 1,9 kW, il tutto inserito in una ciclistica efficace. La velocità massima limitata è di 45 km/h. La batteria si ricarica in 6 ore ed è removibile.

Prezzo: 1.990

QUADRO OXYGEN

Discostandosi dalla propria tradizione di mezzi a 3 e a 4 ruote, la casa svizzera ha ideato questo piccolo scooter elettrico a ruota alta, che ben si presta alla guida cittadina. Si presenta in due versioni a seconda della potenza: L1 con motore 2,65 kW, che raggiunge una velocità massima di 45 km/h e un’autonomia di 84 km; L3 con motore da 3 kW, paragonabile a uno scooter 125, con velocità che sale fino a 70 km/h e un’autonomia massima di 80 km.

Prezzo: 4.799

SUPER SOCO

Torniamo in Cina, con il piccolo ma prestante Super Soco CUx, scooter elettrico del gruppo VmotoSoco che recentemente è stato lanciato in una versione Limited Edition per la Ducati (CUx SE Ducati), sfoggiando la livrea della casa di Borgo Panigale.

Il cinquantino ha un motore Bosch da 1,6 kW (115 Nm) e un pacco batterie che promettono 75 km con una carica. La velocità massima è di 45 km/h. Tra le sue caratteristiche peculiari c’è una videocamera integrata sullo scudo frontale, che permette di registrare foto e video azionando un tasto sul manubrio, e si collega tramite Wifi al proprio Smartphone.

In gamma c’è anche un scooter a ruote alte, equivalente di un 125 cc: Super Soco VS1, che arriva a 80 km/h e un’autonomia di 140 km con due batterie.

 

Il gruppo cinese ha anche lanciato una nuovissima piattaforma di e-Commerce per l’acquisto online dei modelli Super Soco, da ritirare poi presso il punto-vendita ufficiale più vicino.

Prezzo: 2.890 (2.990 nel colore blu qui rappresentato)

 

GARELLI CICLONE

Per chi ama il classico intramontabile, Garelli è un’opzione più che valida. Ciclone è uno scooter elettrico che ricalca l’originale ciclomotore degli anni Settanta, con un’estetica minimal, fatta da un telaio monotrave, cerchi da 13 pollici e il motore Bosch (2 kW, 120 Nm) montato sulla ruota posteriore. Ed è Made in Italy

La velocità è limitata a 45 km/h come tutti i cinquantini elettrici. La batteria Samsung da 2 kWh dichiara fino a 100 km di autonomia ed è estraibile.
Esistono varie versioni, che si differenziano per accessori e colorazione.

Prezzi: da 3.149 a 3.490

NITO NES

La campagna di crowdfunding della startup Nuova Industria Torinese ha dato vita a due scooter elettrici molto “stilosi” e piacevoli da guidare, NES 5 e NES 10, con stesso design originale ma diversi nella potenza.

NES 5 è un cinquantino classico da ambito urbano, che raggiunge i 45 km/h di velocità massima e ha un’autonomia di carica batteria (2,16 kWh) di 85/100 km a seconda delle modalità di utilizzo.

Il “fratello maggiore” NES 10 è più potente sebbene condivida lo stesso motore da 4 kW. La versione da 90 km/h non ha limitatore, consentendo quindi di raggiungere le velocità idonee per l’extra-urbano ma riducendo l’autonomia tra i 60 e gli 80 km (modalità Sport o Eco). Per NES 10 serve quindi la patente B o la A1.

Prezzi: da 4.750 a 5.250

SHARK E-MAKO

Di recente uscita, gli scooter elettrici di Shark E-Motors hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo. Di intuizione italiana ma realizzato in Cina, E-Mako punta su linee moderne e una dotazione tecnica di prim’ordine.
E’ declinato in due versioni: City, pensata per ambito strettamente urbano, con autonomia di 50 km, e Plus, che ha una doppia batteria per assicurare percorrenze maggiori. Entrambi equiparabili agli scooter da 50 cc, hanno velocità massima di 45 km/h, propulsore Bosch da 1,2 kW e batterie Panasonic da 60v.

Una specifica App monitora tramite smartphone ben 17 parametri del veicolo ed è presente anche un inedito sistema di diffusione musicale, con casse Bluetooth integrate da 8 W.

Prezzi: da 2.398 a 2.999

HURBA SCOOTER

È frutto dell’ingegno e della voglia di fare di un 25enne romano, Camillo Piscitelli, che dagli studi in Cina è tornato convinto di dover dare un contributo concreto alla mobilità sostenibile italiana. Nasce così Hurba Scooter, cinquantino elettrico concepito per gli spostamenti rapidi nelle grandi città.

È presente sul mercato in due versioni: City Go, con 50 km di autonomia, e Urban Ranger che raddoppia la batteria da 60v, garantendone 100. La batteria pesa solo 8 kg ed è estraibile per garantire una comoda ricarica a casa, come fosse un comune smartphone.
La velocità massima per entrambi è di 45 km/h ed è possibile personalizzare i colori della livrea.

Prezzi: da 1.890 a 2.490

LEGGI ANCHE: Scooter elettrici, listino facile: oltre 70 modelli

9 COMMENTI

  1. Qualcuno sa dirmi se posso rottamare una vecchia moto 600cc (ovviamente euro 0) per avere l’ecobonus fino a 3000 euro anche se acquisto un elettrico paragonabile a un “cinquantino” (da 45km/h) o “125”?

  2. Domanda: esitate qualche modello valido analogo ad un 150cc per la tangenziale che non sia il BMW c Evolution?
    Grazie

  3. I modelli Govecs Go! sono ancora in vendita ? Anni fa era possibile acquistarli “per corrispondenza” dalla ditta Coenergia di Gonzaga ma non so se ciò è ancora possibile.

    Per quanto riguarda i Nito, sono arrivati sul mercato in quantità adeguate ? Consultando il sito del costruttore l’assistenza sembra ancora inesistente (link “vuoto”) e per sapere qualcosa sui rivenditori bisogna compilare un modulo..

  4. Ma quello che vorrei sapere le batterie avranno una durata di vita piu o meno quanto per i cinquantini e altra domanda quanto costano a cambiarle?…

    • Non parli così della concorrenza, tra l’altro in segmenti di mercato molto diversi

Comments are closed.