Home Auto Prezzi Ioniq 5: si parte sotto i 45 mila euro

Prezzi Ioniq 5: si parte sotto i 45 mila euro

8

Prezzi Ioniq 5: si parte a meno di 45 mila euro, cifra che potrà scendere sotto i 35 mila in caso di rottamazione  con l’incentivo. A pochi passi dal Duomo di Milano, Hyundai ha svelato in anteprima questo crossover elettrico che si ispira alla concept car “45” (presentata al Salone di Francoforte nel 2019). Ma soprattutto rappresenta il primo modello del nuovo marchio IONIQ, dedicato esclusivamente ai veicoli elettrici (BEV).

Nasce sulla piattaforma Electric-Global Modular Platform E-GMP, con proporzioni e volumetrie inedite, a vantaggio della comodità dei passeggeri. La stessa base tecnica è utilizzata dalla Kia EV6, di cui sono appena stati comunicati i listini (clicca qui). Il lancio commerciale della Ioniq 5 è previsto per fine estate. Gli ordini saranno aperti nel corso delle prossime settimane sulla piattaforma Click2Buy,  permettendo di scoprire i prezzi Ioniq nell’intera gamma.

Prezzi Ioniq 5: le forme dell’elettricità in movimento

Il corpo vettura si presenta squadrato e con un montante C pronunciato, analogamente alla concept car “45” e alla Hyundai Pony. Tuttavia, offre una sensazione di stabilità e di sicurezza. Ciò è dovuto in particolare al rapporto tra il passo (3.000 mm) e la grandezza delle ruote, proposte con un diametro di 20’’ e che implementano nei cerchioni aerodinamici il tema stilistico “Parametric Pixel”. Inoltre, la scomposizione delle superfici, sebbene incrementi il dinamismo ottico, non va invece a inficiare l’efficacia aerodinamica della macchina. Il cofano a conchiglia permette di mantenere minimi gli spazi tra i pannelli della carrozzeria, mentre le maniglie automatiche a scomparsa assicurano una continuità formale. Interessante anche la forma a pixel dei proiettori ottici anteriori (DRL) che caratterizza pure la parte posteriore della vettura, donando un “tocco” nel contempo tecnologico e retrò a IONIQ 5.

Prezzi Ioniq 5 / Interni accoglienti e sostenibili

L’abitacolo riflette il tema “Living Space” adottato dai progettisti Hyundai per disegnare interni confortevoli. Il tetto panoramico in vetro garantisce una buona luminosità, enfatizzata dai rivestimenti in tinte tenui (disponibili in tre configurazioni cromatiche). Peraltro numerosi componenti (sedili, padiglione interno, finiture delle portiere, pavimento e bracciolo) sono realizzati con materiali eco-compatibili e ricavati da fonti sostenibili. Dalle bottiglie in PET riciclate, ai filati (PET biologico) di origine vegetale (ricavati per esempio dalla canna da zucchero) e di origine animale (lana naturale). Vi è anche spazio per l’ecopelle lavorata con estratti vegetali e le vernici biologiche.

Interessante è la consolle centrale mobile, denominata “Universal Island” e che ha un’escursione di 140 mm, sfruttando l’omogeneità del pavimento piatto. I passeggeri della seconda fila possono possono usufruire delle funzioni della consolle centrale, come portabicchieri, ricarica wireless rapida a 15 W e porte USB. E godere di una grande libertà di movimento grazie allo spessore ridotto delle sedute anteriori (30% in meno rispetto a quelle tradizionali). Queste sono invece regolabili elettricamente e possono trasformarsi in comode chaise-longue che incorporano i poggiapiedi. In caso di viaggi lunghi, no problem: il bagagliaio di IONIQ 5 offre una capacità di 531 litri, che aumenta fino a quasi 1.600 litri quando i sedili posteriori sono completamente reclinati. E c’è anche un pozzetto anteriore (da 57 litri con trazione posteriore oppure da 24 litri con trazione integrale) ideale per ospitare un trolley.

Prezzi Ioniq 5 / Fino a 480 km di autonomia

Le prestazioni e le caratteristiche tecniche di IONIQ 5 (dimensioni 4635 mm x 1890 mm x 1605 mm) sono in grado di soddisfare le aspettative di una clientela eterogenea. Il pacco batteria è disponibile da 58 kWh o da 72,6 kWh. Allo stesso tempo, si può scegliere la configurazione con un solo motore (al posteriore) o due (anteriore e posteriore). L’allestimento con due ruote motrici (2WD) e batteria da 72,6 kWh offre un’autonomia massima di circa 470/480 km­­­ (standard WLTP). E performance di tutto rispetto: lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in 7,4 secondi, sfruttando il motore da 160 kW. Per tutte le configurazioni la velocità massima è invece di 185 km/h.

IONIQ 5

E c’è anche l’opportunità di equipaggiare dei pannelli solari sul tetto, supportando energia da trasferire al pacco batteria, migliorando l’efficienza. Molto importante è la flessibilità nella potenza di ricarica (vale la pena di ricordare che Hyundai è entrata recentemente a far parte della joint-venture IONITY, dedicata allo sviluppo d’infrastruttura di ricerca ad alta potenza in Europa). IONIQ 5, impiegando un caricatore da 350 kW, è in grado di passare dal 10% all’80% di capacità della batteria in 18 minuti, con una potenza massima di assorbimento pari a 220 kW.

IONIQ 5

Inoltre, è disponibile la funzione “Vehicle-to-Load” (V2L) che permette di utilizzare la macchina come una piccola centrale elettrica con cui rifornire d’energia (erogando fino a 3,6 kW di potenza) dispositivi, attrezzature e veicoli (dai monopattini fino ad altre autovetture). La porta V2L è collocata sotto i sedili posteriori e può essere attivata quando l’automobile è accesa. Un’altra porta è posizionata nello sportello di ricarica esterno e si può adottare come alimentatore anche quando il veicolo è spento. In più, utilizzando un convertitore, è possibile ricaricare dispositivi elettrici ad alta potenza. Sempre sul tema del rifornimento si segnala Charge myHyundai. Si tratta di un nuovo servizio della casa sudcoreana che offre l’accesso a oltre 200.000 punti di ricarica in tutta Europa. Gli utenti possono godere di una soluzione semplificata di pagamento mediante una singola tessera o app per una maggiore tranquillità e comodità.

“Un progresso elettrificato per una vita connessa”

La visione della futura mobilità secondo IONIQ si fonda sull’unione tra tecnologia elettrica e connettività. Per questo motivo, sono numerosi i servizi digitali a bordo. Il dual cockpit propone un monitor touchscreen da 12″ per l’infotainment e un cruscotto (sempre da 12″) aperto e personalizzabile in base alle proprie esigenze. Vi è inoltre l’Head-Up Display a Realtà Aumentata (AR HUD) che trasforma il parabrezza in uno schermo. Consente di proiettare informazioni rilevanti come percorsi di navigazione, funzioni di sicurezza avanzate relative alla vettura e alla sua area circostante senza distogliere l’attenzione dalla guida.

IONIQ 5

L’app Bluelink permette invece di visualizzare autonomia, stato della batteria e tempi di rifornimento del veicolo quando è collegato a punti di ricarica pubblici o privata. I clienti possono così accedere a un sistema avanzato di gestione della batteria, in modo da selezionare i tempi di ricarica che meglio si adattano ai propri impegni o budget, sfruttando le tariffe di energia elettrica al di fuori delle ore di punta. In più, mediante i servizi di connettività Bluelink, è possibile controllare l’auto direttamente con uno smartphone o attraverso comandi vocali, svolgendo così diverse attività in modo estremamente pratico. Si segnalano in particolare la verifica da remoto delle condizioni del veicolo in caso di portiere o finestrini aperti (Vehicle Status Notifications) e l’avviamento o l’interruzione della ricarica da smartphone premendo un pulsante sull’applicazione (Remote Charging).

Assistenza a 360 gradi

IONIQ 5 è equipaggiata con una versione evoluta di Hyundai SmartSense, il pacchetto di sistemi di guida assistita per garantire elevati livelli di sicurezza e comfort. Si distingue in particolare l’Highway Driving Assist 2 (HDA 2), ideale soprattutto durante i viaggi autostradali. Grazie all’utilizzo congiunto di telecamera anteriore, sensori radar e dati di navigazione, questa funzione permette di controllare la velocità e la distanza dal veicolo che precede IONIQ 5, tenendo nel contempo l’auto al centro della propria corsia o assistendo il conducente durante i cambi di corsia. Vi sono poi altre funzioni dedicate al costante monitoraggio degli spazi intorno al veicolo mentre è in movimento, così come dello stato del conducente. E perfino dei passeggeri posteriori, evitando che fuoriescano dall’abitacolo in situazioni critiche, come è il caso di Safe Exit Assist (SEA). Non si tratta di un angelo custode a quattro ruote, ma forse ci va molto vicino.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Vesper
Apri commenti

8 COMMENTI

  1. Ho la sensazione che le case automobilistiche facciano il listino su misura per ogni stato in base ai bonus statali.. L’auto sarebbe da 35.000 euro ma siccome in Italia danno il bonus alzano il prezzo.. Probabile in altri stati dove non c’è bonus é proprio sui 35.000.. Ci vogliono spennare.. Contenti ma spennati

  2. I contenuti ci sono, il design pure. 45K€ il prezzo di attacco? Costa troppo! A quel punto si prende il benchmark del settore, la Model 3/Y.
    Poi… Cerchi da 20 pollici di serie? Così poi bisogna spendere più di 1000 euro al cambio gomme? E l’efficienza?
    Che brutta moda!

    • Effettivamente, articolo mal fatto. Sapere un prezzo di partenza e la lista di tutte le dotazioni possibili, è fondamentalmente inutile. Suggerirei alla redazione un controllo più attento in fase di pre-editing. Grazie..

Rispondi