Home Sharing Hive e GoVolt rinunciano, Lime schiera i suoi monopattini a Milano

Hive e GoVolt rinunciano, Lime schiera i suoi monopattini a Milano

0
CONDIVIDI
lime milano

Risolta con un accordo la disputa legale con Lime, il Comune di Milano ha autorizzato la stessa Lime Technology ad operare il servizio di sharing in città con una flotta di 750 monopattini. Salgono così a 6 mila i monopattini in sharing sulle strade milanesi.

Lime rinuncia alla causa contro il Comune

L’autorizzazione e’ arrivata a valle della rinuncia della societa’ Ride Hive Operations, per la quale e’ stata dichiarata la decadenza a fine luglio. Ciò ha reso dunque possibile il ritiro del ricorso che Lime aveva presentato per essere rimasta esclusa da uno degli avvisi pubblici aperti dall’Amministrazione. Negli scorsi giorni è inoltre arrivata comunicazione di rinuncia da parte di GoVolt, che aveva ottenuto l’autorizzazione per 500 mezzi in condivisione. Con la presa d’atto di questa comunicazione il numero si assestera’ quindi a 6mila mezzi.

Marco Granelli
L’assessore alla mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli

«Sono lieto che oggi si sia fatto un altro significativo passo avanti per garantire un servizio sempre piu’ capillare di monopattini in sharing a Milano _ dichiara l’assessore alla Mobilita’ Marco Granelli _, chiudendo anche un contenzioso giuridico».

«Il nostro obiettivo _ prosegue l’assessore _ e’ mettere a disposizione della citta’, in tempo per la ripresa autunnale, il massimo delle opportunita’ di mobilita’ sostenibile, a partire dal trasporto pubblico, che abbiamo chiesto di poter utilizzare al massimo, perche’ vogliamo che tutti possano muoversi in sicurezza, senza che la citta’ venga bloccata dal traffico».

Seimila monopattini in sharing a Milano

Ad oggi i noleggi di monopattini sono il 400% in piu’ rispetto a quelli di febbraio 2020: circa 7.600 noleggi al giorno, per 1,4 chilometri medi a noleggio e 10 minuti medi di utilizzo. In citta’ sono operativi sei servizi di micromobilita’ elettrica in sharing. Sono EM Transit (Dott), LMTS Italy (Circ), Bird Rides Italy (Bird), Voi Technology Italia (Voi), Wind Mobility (Wind), Bit Mobility (Bit), Helbiz Italia (Helbiz) e Lime Technology.

Spiega Granelli: «Immaginiamo solo per un attimo che il 50% di chi utilizzava i mezzi, 700.000 persone, decida di utilizzare l’auto privata: sarebbe un danno per tutti, cittadini, imprese e ambiente. E anche il potenziamento dei mezzi in condivisione va nella stessa direzione».

lime milano
Uno schema delle nuove ciclabili di Milano postato su Twitter dall’assessore Marco Granelli.

Obiettivo sicurezza: aumentano le ciclabili

L’assessore ricorda poi le misure prese dall’amministrazione per per garantire una mobilita’ sicura a chi sceglie mezzi di mobilita’ dolce. «Stiamo realizzando molti nuovi chilometri di percorsi protetti e itinerari per biciclette e monopattini: in questi mesi abbiamo concluso sei nuove ciclabili, altri sei cantieri sono attivi e altri otto si stanno aprendo proprio in questi giorni, tra cui la ciclabile della Cerchia dei Navigli e quella di viale Monza».

Proprio su viale Monza, negli ultimi 9 anni, sono stati oltre 1.400 i feriti in incidente stradale, di cui il 69% tra pedoni, ciclisti e motociclisti. Da qui l’appello a «rispettare tutti e sempre il Codice della Strada, qualsiasi sia il mezzo che si sia scelto».