Home Auto Guida la Twizy, monta e-bike, organizza raduni… “Ragazza Elettrica” si presenta

Guida la Twizy, monta e-bike, organizza raduni… “Ragazza Elettrica” si presenta

1
CONDIVIDI
Ragazza Elettrica sulla moto (elettrica) del padre

Caduto quasi in disuso lo stereotipo Donne e Motori, oggi in copertina ci vanno le signore appassionate di auto. Informate, preparate e, grazie ai social, sempre sul pezzo. L’auto elettrica non poteva essere da meno, e già vanta le sue pasionarie. Ve ne presentiamo una. 

A 16 anni si è fatta comprare la Twizy, poi ha convertito all’elettrico mamma, sorella e convinto il papà elettrauto a trasformare le bici tradizionali in e-bike. Nell’officina paterna ci lavora anche lei, ma nel frattempo si è iscritta a un corso post diploma dedicato all’ automotive che “mi permette di acquisire ancora più competenze tecniche e di vendita riguardo al mondo dei motori“. Ma non è finita perché a giugno ha organizzato il suo primo raduno di auto elettriche a Verona, mobilitando pure un cultore della materia arrivato da Lugano con una Tesla Model S. La nostra pasionaria ha 21 anni, si chiama Lisa Dalla Bà, ma in rete tutti la conoscono come Ragazza Elettrica, alias del suo blog su Facebook e del canale You Tube dove scrive, posta e lotta per l’abolizione del motore a scoppio: “Per far capire che l’elettrico è per tutti. Non solo per alcuni”. Ci dice in chat  durante un’intervista via Facebook.

Ragazza Elettrica con il padre (a sinistra) a promuovere l’azienda di famiglia

La conversione è una missione, ma pure un’opportunità professionale per Ragazza Elettrica che vede lontano come dimostra il successo di Settimo Suono , l’attività paterna di cui lei gestisce i social sottolineando come trasformando bici tadizionali in e-bike ha risparmiato “4,802 kg di CO2 al giorno e soddisfatto 543 clienti”. Quando la passione porta lavoro e soddisfazione.

Il papà l’ha convinto in fretta: “Gli ho fatto vendere lo scooter con motore tradizionale per acquistare la Twizy che per meno del costo di un caffè mi permette di percorrere 100 chilometri, di non pagare il bollo e ho pure l’assicurazione scontata del 50%. Mi muovo, ma non inquino!” Elenca tutti i vantaggi Ragazza Elettrica che sui social fa opera di pedagogia.

Proselitismo su You Tube dove posta filmati auto prodotti, quasi dei tutorial seppure in formato amatoriale,  per mostrare, per esempio, quanto sia facile ricaricare l’auto. Il linguaggio è chiaro : “La ricarica è così… semplice come un cellulare da mettere sotto carica!!!”. Non manca il video con il cliente “che ho convertito”,  l’esaltazione delle qualità della Tesla e infine lo slogan “aboliamo il motore a scoppio“. Beata gioventù.

Prima la famiglia, poi i follower e infine i raduni. Il primo si è consumato a giugno, a Verona,  al centro commerciale Porte dell’Adige “dove ho inaugurato la stazione di ricarica, finanziata dal centro commerciale e dotata di 3 colonnine, 2 con potenza da 22Kw e una fast da 50Kw“. E’ andata bene come ci spiega in gergo: “Anche tanta gente termica che ci chiedeva informazioni e molta gente elettrica venuta da tanto distante! Per esempio da Lugano con una Tesla Model S“. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 29 alle 11 (per prenotarsi al link). Un’altra occasione buona per spiegare e convertire. 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome