Home Alla ricarica Guida alla ricarica del Model 3 Tesla

Guida alla ricarica del Model 3 Tesla

0
CONDIVIDI
Un Model 3 in ricarica in un Supercharger Tesla.

Guida alla ricarica del Tesla Model 3, in questo momento l’auto elettrica più venduta al mondo (e in Italia)? ChargeMap ha compilato una Guida Facile, eccola.

Potete usare la presa di casa, ma…

Come la maggior parte delle auto elettriche, le batterie del Tesla Model 3 possono essere ricaricate anche con una semplice presa di casa. Ma se la potenza impegnata dal vostro impianto è di soli 3 kW, caricherà a un massimo di 2.3 kW. E in un’ora avrete immesso l’energia necessaria per fare circa 12 km. Quindi: ci vorrà un giorno intero per rifornire il pacco-batterie della versione Long Range (74 kWh), attualmente in vendita in Italia. Aumentando la potenza domestica (o dell’azienda) e utilizzando una wall-box, potete salire fino a 11 kW di potenza. E caricare in un’ora l’energia che serve per fare 65 km.

— Cliccando qui trovi la Guida alla ricarica del Model 3 a casa, realizzata dalla stessa Tesla

C’è la rete dei Superchargers…

Nei Supercharger installati direttamente da Tesla sulle strade italiane in genere basta un’ora per riportare la carica della Long Range dal 20 all’80%. O due ore se le batterie sono completamente scariche e si vuole caricare al 100%. Servendovi noterete che il flusso di energia non è costante: sale lentamente, per poi di nuovo rallentare dopo il 50% di riempimento (guarda anche questo articolo). Quando arriva al 90%, la potenza caricata è già sotto i 25 kW. E questo è il motivo per cui non ha senso aspettare che la batteria sia completamente carica, rischiando di allungare troppo i tempi del vostro viaggio. Come trovare le stazioni? O guardando sul navigatore di bordo o con app tipo, appunto, Chargemap.

…e i Destination Charging, sempre by Tesla

In aggiunta al suo network di Superchargers, Tesla ha offerto ai manager di hotel, restaurant, centri commerciali e altra attività di dotarsi di un “Destination Charging”. Che è una colonnina abbastanza simile a quella che l’azienda propone per l’ntallazione privata. Qui la potenza può raggiungere gli 11 kW, quindi immettere in un’ora energia per percorre circa 55 km. Anche i Destination sono tracciati sul display di bordo o rintracciabili tramite app come Chargemap.

La stazione Fast charging, come le EVA+ Enel

In Europa il Model 3 è equipaggiato per le ricariche super fast col sistema CCS Combo. In origine non era così, ma da dicembre 2028 il costruttore americano ha iniziato ad aggiungere i cavi con il connettore ultra-veloce più diffuso in Europa.Dando così la possibilità di ricaricare in grandi network europei come le EVA+ di Enel X (in Italia e Austria), Ionity,  Fastned e tanti altri. In Francia, per esempio, usano il connettore CCS molti marchi dell’energia presenti con le loro ricariche nei parcheggi dei supermercati e dei grandi shopping center. Molti di questi ricaricano al massimo a 50 kW (in confronto ai quasi 120 kW di picco dei Tesla Supercharger). Questo allunga di parecchio la sosta necessaria, soprattutto se alla stessa colonnina sono attaccati più veicoli. È invece sconsigliato per la ricarica del Model 3 usare il secondo connettore, il Type 2, delle stesse stazioni Super-fast, dato che il Model 3 limita la potenza inserita a 11 kW. Questo anche per rispetto nei confronti degli altri automobilisti. L’operazione avviene senza problemi, ma richiede tempi tali da far occupare la colonnina per tempi lunghi, negando ad altri la possibilità di accedervi.

Stazioni di ricarica veloci, o accelerate

Il Tesla Model 3 può essere rifornito anche nelle stazioni che gli americani chiamano “accelerated”. Anche qui la potenza di picco è limitata a 11 kW e richiede  6-8 ore a chi vuole ricaricare completamente. E va verificato per quanto tempo la colonnina ti consente di restare in ricarica. Un rapido consiglio per trarre il massimo da queste colonnine più lente è di dotarsi anche del connettore che serve per la ricaricare Type 3, mentre il Type 2 dovrebbe già essere sulla vostra auto. Tutto può servire, se non altro per un ‘rabbocco’, una piccola ricarica del Model3.

— Guarda anchela guida alla ricarica del Model 3 di Fastned