Home Sharing Greta arriva a Milano, ma sono le ebike di Helbiz. Poi la...

Greta arriva a Milano, ma sono le ebike di Helbiz. Poi la Borsa?

1
CONDIVIDI

Via libera del Comune di Milano alla sperimentazione dell’innovativo servizio di sharing  ebike di Helbiz. Le 2.500 biciclette a pedalata assistita, che già circolano a Roma e in numerose altre città del mondo, saranno messe a disposizione dei residenti e dei visitatori in tutte le principali aree del centro città.

In città 2.500 mezzi in sharing

Helbiz torna a Milano per lanciare il suo servizio di ebike-sharing. Dopo l’esperienza dimostrativa con i monopattini elettrici, la società americana si ripresenta nel capoluogo lombardo per ampliare la copertura del suo servizio di ebike-sharing. Circa 2.500 esemplari di Greta, la bicicletta elettrica a pedalata assistita saranno collocate nelle prossime settimane in tutte le principali aree del centro cittadino.

 

Il servizio ebike di Helbiz, selezionato dal Comune di Milano all’interno del bando sulla micromobilità elettrica, potrà operare in modalità free floating sul territorio milanese per una durata iniziale di tre anni. Gli utenti interessati potranno noleggiare le bici elettriche attraverso l’ applicazione mobile Helbiz scaricabile su smartphone Apple o Android. Il costo è di 25 centesimi per lo sblocco più 7 centesimi al minuto per la corsa.

Si paga con Telepass Pay

In più, grazie a un accordo con Telepass, sarà possibile noleggiare monopattini e ebike di Helbiz e saldare il costo delle corse con Telepass Pay. La stessa App permette anche il pagamento delle strisce blu, del carburante, del bollo auto e molto altro. Attraverso l’app, per tutto il 2020 sarà possibile avere lo sblocco iniziale e i primi 30 minuti gratuiti per ogni corsa in bici, anche più volte al giorno.

CARLO CAPASA E LIVIA FIRTH alla presentazione di Greta lo scorso autunno sul green carpet della fashion week

Una App monitora i vandalismi

Leggera, pratica e facile da guidare, Greta punta a snellire gli spostamenti dei residenti e dei visitatori, in particolare quelli dell’ultimo miglio. Tutte le unità saranno equipaggiate con un motore da 250W di potenza e una batteria da 14 AH in grado di garantire un’autonomia fino a 80 km. La velocità massima è di 25 km/h. Il modulo GPS a bordo e il presidio day-by-day di un fleet-team, consentirà a Helbiz di vigilare sulla circolazione, di monitorare gli episodi di vandalismo e di riportare i mezzi alla base.

Il debutto del servizio di e-bike di Helbiz a Milano risponde al crescente bisogno di servizi di mobilità sostenibile nelle grandi città. Helbiz ha già  portato i suoi monopattini elettrici a Miami e le prime ebike a Roma e Washington.

helbiz Greta
Salvatore Palella con l’assessore alla mobilità del Comune di Milano Marco Granelli

“Milano sta dimostrando di essere un modello virtuoso per  le politiche di sharing e, più in generale, di mobilità sostenibile» sottolinea Salvatore Palella, CEO e fondatore di Helbiz. La sua società, aggiunge , intende collaborare con il Comune per «sviluppare una viabilità più intelligente, efficiente e pulita.  Diventare smart city non significa solo aggiungere tecnologia ma essere in grado di recepirla e gestirla nel migliore dei modi».

Verso la Borsa di Milano con Matteo Arpe?

Helbiz ha siglato anche un accordo con Alipay, piattaforma di pagamento cinese  nell’orbita di Alibaba, per creare un sistema di noleggio di mezzi elettrici per turisti cinesi in Italia. L’accordo prevede anche una partnership con Tinaba, controllata di Banca Profilo del finanziere Matteo Arpe. per la gestione del denaro. L’alleanza potrebbe preludere alla quotazione di Helbiz alla Borsa di Milano

1 COMMENTO

Comments are closed.