Home Auto Grande Panda, nuove immagini

Grande Panda, nuove immagini

18
Charxcontrol

Grande Panda: la Fiat ha messo in rete altre immagini della nuova citycar, dopo le anticipazioni di febbraio. Uscirà a fine anno in versione elettrica e ibrida.

Grande PandaGrande Panda: è lunga 399 cm, 24 cm in più del modello attuale

Disegnata in Italia presso il Centro Stile di Torino, a dispetto del nome la Grande Panda mantiene una certa compattezza, con una lunghezza di 399 cm. La media delle concorrenti, fa notare la Fiat, è di 406 cm, ma siamo comunque a una lunghezza ben superiore alla Panda attuale, che è di 365 cm. L’estetica richiama chiaramente le linee della prima Panda, quella firmata da Giorgetto Giugiaro, ma strizzando l’occhio alla moda dei Suv. Nel comunicato ufficiale, la Fiat spiega che “il progetto è stato concepito per consentire al brand di proiettarsi nel futuro attraverso un uso innovativo e intelligente dello spazio. Con una personalità cool ed elementi che sorprendono“. Come già anticipato a febbraio, la Grande Panda sarà il primo di una famiglia di quattro modelli tutti con questo nome, lanciato uno ogni anno fino al 2027.

grande pandaFinalmente si popola il mercato della piccole elettriche

La buona notizia è che finalmente si rafforza l’offerta di elettriche piccole e dal prezzo accessibile. Con Renault 5, Citroen e-C3, Fiat 600e e anche l’annunciata Hyundai Inster in arrivo a fine anno. Non si conoscono ancora tagli di batterie, motorizzazioni e prezzi della Grande Panda, ma certamente i listini saranno competitivi, dato che si tratta di un modello più spartano della 500e“La nuova vettura di Fiat incarna i valori della Panda originale”, conferma il capo della marca, Olivier Francois. “Con lo scopo di consolidare la presenza mondiale del marchio, questa vettura compatta è basata su una piattaforma globale. Grazie alla Grande Panda, Fiat avvia la sua transizione verso piattaforme comuni globali che raggiungono tutte le regioni del mondo. Trasferendo i vantaggi che ne derivano alla propria clientela internazionale. La Grande Panda è ideale per le famiglie e per la mobilità urbana in ogni Paese… è una vera Fiat!

 

-Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico

Apri commenti

18 COMMENTI

  1. Finiti gli incentivi ovviamente finito tutto. Ci si rivede fra un semestre. Mondo elettrico in Italia ora in totale stallo. La case costruttrici non ne vogliono sapere di tagliare consistentemente i prezzi, ma fra un semestre saranno pure obbligati a farlo e se non lo faranno peggio per loro. I modelli attuali sono già obsoleti.
    Peccato ci siano sempre alcuni italioti disposti a regalare i soldi.

  2. Sono curioso di conoscere il listino finale. Se l’attuale pandina costa 15000 euro e la C3 a benzina (che corrisponde alla grande panda) costa 14.900, quanto costerà questa? Se dovesse costare come la C3 a benzina nessuno comprerà più la pandina, se dovesse costare di più tutti preferiranno la C3. Vedremo …

    Per la versione elettrica, suppongo il prezzo sarà molto simile a quello della C3.

  3. La sfida è rubare clienti alla Dacia… con una compatta urbana da famiglia. La versione BEV è un plus per quei clienti che si muovono molto in aree urbane, zone “30” e ZTL e magari hanno posto auto dotabile di WB o presa adeguata.
    I prezzi di listino? Ancora dobbiamo vedere gli sviluppi dell’ incentivo_gate .. se spuntano fondi “smarriti”, altrimenti dovranno cominciare ad aumentare le scontistiche in concessionaria…e non di poco.

    • infatti, la scocca e il power train sono gli stesso usati per e-c3, batteria 44 kwh LFP, allestita qui con la confezione “Fiat” invece che “Citroen” , e più avanti anche in versione passo lungo

      magari faranno anche qui il doppio allestimento della e-c3, base 23.900 euro e quello più rifinito

      tendenzialmente nel 2025 potrebbero calare i prezzi 2000-2500e ( mi sembra circa il tasso di discesa annuo dei prezzi produttori europei) e/o applicare sconti in concessionario più consistenti (esempio 4000-5000e),
      dipende anche se arrivano vetture elettriche A e B valore di altri costruttori come VW, Huyndai, BYD, a fare concorrenza, specie se iniziano ad erodere le vendite anche delle termiche, allora anche in Stellantis inizierebbero a fare più sul serio per rendersi competitivi sulle Bev, soprattutto lato listini, e in alcuni casi anche tarpando meno le specifiche

  4. Panda attuale segmento B 1.0 70cv Hybrid , costo 15500€ a listino – 9700€ con finanziamento Stellantis.
    Grande Panda segmento B elettrica , per essere appetibile non deve costare più di 15000€ . E senza incentivi statali .

    • …e anche con una fetta di c.lo.

      ma se invece aumentassero gli stipendi?
      invece di distribuire dividendi imbarazzati tra i soci delle aziende multinazionali operanti anche nel nostro paese?
      non era questo uno degli intendimenti della Giorgia?
      se lo sarà dimenticato?

          • Credo che questa sia, al pari della duna SW, la più brutta auto (esteticamente parlando) mai prodotta da FIAT.

          • Tanto quando FIAT l’ha fatta arrotondata, tipo la 600, si è scritto che è un’auto da “femmina” (roba da terza elementare), quindi non va mai bene nulla. A me vista così piace, poi dal vivo magari no… Ma “cassonetto” mi pare una castroneria…

          • x DemaFab non è una questione di curve, è una questione semmai di design esterno e interno, ma in primis soprattutto di dimensioni, di categoria di segmento. Sappiamo benissimo che per molti maschi, la gran parte, (altri italioti con cervello involuto) vedono l’auto come status symbol e cercano di andare quindi su altri tipi di segmenti, facendo la gara di quello che l’ha più grande, grosso e potente… E’ una patologia congenita assodata questa, in assoluto non smentibile.
            E vi saluto definitivamente, ci si rivede forse per il 2025

Rispondi