Home Auto Giugno elettrico 2020: vendite a +53% in un mercato a picco

Giugno elettrico 2020: vendite a +53% in un mercato a picco

3
CONDIVIDI

Giugno elettrico 2020: le vendite auto elettriche salgono ancora (+53,2%), in un mercato che complessivamente continua a perdere colpi: -23,1%.

Giugno elettrico 2020: la Tesla Model 3 sorpassa la Zoe

Tutto va male, nel mercato dell’auto. In controtendenza ci sono le vetture ibride ed elettriche. Queste ultime hanno fatto un altro passo in avanti, arrivando a sfiorare le 10 mila macchine immatricolate nel primo semestre 2020 (9.949, per la precisione). Con la sorpresa della Tesla Model 3, che per una volta ha scalzato dal primo posto la Renault Zoe, con 317 vetture contro 314. Completano la Top Five la solita Smart ForTwo (260), la Volkswagen e-Up (235) e la Peugeot e-2008 (166). Il sorpasso della Tesla ha più di una motivazione: tra tutti ricordiamo che la Casa americana è la più attrezzata nelle vendite on-line, fondamentali in mesi di lockdown. Molto buono anche il risultato della Peugeot, dato che tra e-2008 ed 2-208 ha immatricolato oltre 300 macchine.

———- Il dettaglio del mese e del semestre —————-

giugno elettrico

giugno elettrico

IL calo a due cifre, segnala l’Unrae (qui l’analisi mensile) riguarda non solo le motorizzazioni tradizionali, ma anche Gpl (-19,5%) e metano (-11,2%). Il diesel perde il -34,8% e si ferma al 35,6% di quota, le auto benzina sono in calo del 28,6%. Giugno elettrico 2020 ottimo, invece, ma anche l’ibrido è in forte crescita (+84,4% e 17.684 unità, col 13,3% di quota.

In sei mesi in Italia mezzo milione di auto in meno

giugno elettrico

Se si esamina tutto il mercato, giugno è stato un mese fortemente negativo. Sono state immatricolate 132.457 autovetture, con un calo del 23,1% rispetto allo stesso mese del 2019. E ciò, ricorda il Centro Studi Promotor, nonostante un giorno lavorato in più, che vale circa 4,5 punti percentuali. Questo risultato appare ancora più negativo se si considera che in giugno, con la fine della quarantena, il mercato avrebbe dovuto recuperare almeno una parte delle mancate vendite di marzo, aprile e maggio. Tre mesi in calo rispettivamente dell’85,4%, del 97,6% e del 49,6%. Il consuntivo del primo semestre chiude dunque fortemente in perdita: il calo è del 46,1%, il che significa 499.224 vetture vendute in meno.

In Francia giugno boom per l’elettrico

Clamorosi i dati di vendita in Francia: a giugno immatricolate 13.725 auto elettriche, con una quota di mercato del 5,8%. Ormai si può dire che la Renault Zoe in patria è un modello popolare: ne sono state vendute più di 6 mila in un solo mese. In pratica su 10 auto elettriche immatricolate in  Francia, quattro sono Zoe. Segue la Tesla Model 3, che si è fermata a quota 620.

SECONDO NOI. Un dato su tutti vale più di ogni altro commento: in Italia l’elettrico è all’1,7% di quota, il metano al 2,4%. Il sorpasso è vicino e nel 2021, con l’arrivo di molti nuovi modelli, non ci sarà più gara.

— Leggi anche: a maggio l’elettrico vola in un mercato da -50%.

3 COMMENTI

  1. “Bello” notare che la francia (simile a noi come grandezza) immatricola oltre 13k e noi appena sopra i 2k…!!

  2. Speriamo non venga tutto rovinato dagli scellerati incentivi alle auto termiche (finte euro 6d…lo sappiamo che i taroccamenti continuano) che dovrebbero partire da questo mese…

    • però hanno aumentato anche gli ecobonus: hanno messo una quota di 3.5k per le euro 6d ma quello per le elettriche (0-20 g/km) è salito a 10k e quello per le ibride PHEV (20-60) a 6.5k…
      Di sicuro incentiveranno maggiormente all’acquisto, però bisogna sperare che i concessionari e le case automobilistiche non tolgano tutti gli sconti che avevano applicato fino ad oggi (come quelli indicati anche qui negli articoli dedicati), se no l’impatto di questi nuovi bonus sarà praticamente azzerato. Confido sempre nel 2021 e sulle multe che inizieranno a fioccare per la nuova legge europea sulle emissioni, speriamo incentivino allo sviluppo e ad un abbassamento dei prezzi di ibride ed elettriche, almeno in europa.

Comments are closed.