Home Auto Giugno elettrico 2021: Tesla Model 3 davanti alla 500

Giugno elettrico 2021: Tesla Model 3 davanti alla 500

1
CONDIVIDI
La Tesla Model 3 e la Dacia Spring, protagoniste del mercato delle elettriche in giugno.

Giugno elettrico 2021: per la prima volta nell’anno la Fiat 500 perde il primato nelle vendite, superata dalla Tesla Model 3. In classifica irrompe la Dacia Spring.

Giugno elettrico 2021: partenza sprint per la Dacia

giugno elettrico 2021

giugno elettrico 2021
Flessione nelle vendite per 500 elettrica.

Ci si aspettava un ottimo risultato di vendite dalla Tesla Model 3, visto il solito impegno della casa americana per raggiungere gli obbiettivi di fine trimestre. E il risultato è arrivato, con quasi mille immatricolazioni (984), ottimo per un’auto che costa da 50 mila euro in su. Non ci sia aspettava invece il piccolo passo indietro della 500 elettrica, scesa a quota 955. Ma colpisce soprattutto la performance della Dacia Spring, la prima low-cost a batterie. Già nel primo mese di consegne è al quarto posto (618 unità, alle spalle della Renault Twingo con 829). Dai concessionari filtra la notizia che le prenotazioni per la versione-base, quella che (con rottamazione) costa circa 9.500 euro, sono già stoppate. Finisce così in quinta posizione la Smart EQ ForTwo (615), mentre risultati deludenti arrivano dalla Volkswagen ID.3 e e dalla Zoe, rispettivamente con 321 e 282 consegne. Nel primo semestre del 2021, comunque, la 500 resta largamente in testa con 5.107 auto vendute.

Le Jeep tornano a dominare tra le ibride plug-in

giugno elettrico 2021

giugno elettrico 2021
La Jeep Compass, prima tra le ibride plug-in

Il mercato dell’auto in generale ha sofferto anche in giugno. Fra le alimentazioni scelte dai clienti, continua il calo di benzina e diesel, che si fermano in giugno rispettivamente al 30,3% e 22,4% di share. In leggera crescita Gpl e metano, all’8,2% e al 2,4% di quota nel mese. Forte avanzata per tutte le vetture elettrificate: le ibride (HEV) confermano in giugno il 27,4% di quota, in linea con tutto il primo semestre. Toccano il 4,7% di penetrazione sia le vetture elettriche che le plug-in (rispettivamente 3,4% e 4,3% nel primo semestre). Complessivamente le “auto con la spina” sono ormai al 9,4%, quota che sale, ma non rapidamente come in altri Paesi. Tra le plug-in torna in testa la Jeep Compass, davanti alla Volvo XC 40 e alla “sorellina” Renegade. Anche in questa classifica non sono buoni i risultati del Gruppo Volkswagen: al 4° posto si piazza la Cura Formentor, al 7° l’Audi Q3, al 9° la A3.

Anche in Francia boom di Model 3, oltre quota 5 mila

Ancor più clamoroso il successo di Tesla sul mercato francese: con un totale di oltre 5.000  in giugno, il Model 3 stabilisce un nuovo record. Si sa che per la Casa di Elon Musk la fine dei trimestri, con i bilanci borsistici, coincide con una fortissima pressione sulle vendite. In questo caso ha giocato anche l’accelerazione degli acquisti in coincidenza con la riduzione dal 1° luglio del bonus statale. Nel mese le auto elettriche hanno fatto registrare 20.862 immatricolazioni, risultato storico che permette di superare la quota di mercato del 10%. Bene, con 16.482 unità, anche le ibride plug-in, che rappresentano oltre l’8% delle venditei di veicoli nuovi.

— Le tabelle sono tratte dal sito Unrae.it, in cui trovate tutte le statistiche. E leggi anche: Tesla e Volkswagen, che duello per vincere in Europa

Apri commenti

1 COMMENTO

  1. In verità per quanto riguarda la Dacia Spring i clienti privati non l’hanno ancora vista e quelli che l’hanno acquistata dovranno aspettare a Settembre. Le immatricolazioni di giugno sono tutte alle concessionarie oppure a società di car sharing o noleggio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome