Home Auto Gianfranco Pizzuto: “La 500 elettrica? Io l’ho già ordinata”

Gianfranco Pizzuto: “La 500 elettrica? Io l’ho già ordinata”

13
CONDIVIDI

Gianfranco Pizzuto è un pioniere della mobilità elettrica. È stato tra i fondatori della Karma, forse la prima auto sportiva range extender. Poi ha fatto da Ambassador ufficiale per il lancio della Jaguar I-Pace.Gianfranco Pizzuto E ha creato una propria officina con la quale, tra l’altro, ha importato dagli Usa e modificato la prima 500 elettrica. Con questo “Cinquino” ha tentato anche un raid Salisburgo-Oslo (guarda). Chi meglio di lui può dare un primo giudizio sulla Nuova 500 elettrica, appena presentata.

                   di Gianfranco Pizzuto

Quando qualche anno fa venni a conoscenza del fatto che Fiat stava lavorando ad una nuova 500 e che sarebbe stata solamente elettrica, ho pensato: chissà che batteria le daranno? Senz’altro troppo piccola, con autonomia e velocità di ricarica non all’altezza delle concorrenti. E invece no”.

Gianfranco Pizzuto: “Al livello di Mini-e e Honda e”

Gianfranco Pizzuto
La versione di Lancio, “La Prima”, è cabriolet: costa 37.900 euro.

Dopo aver letto l’articolo sulla presentazione della nuova 500 elettrica su Vaielettrico.it non ho potuto fare a meno di cliccare  sull’allegato link del comunicato stampa ufficiale di FCA. Con molta curiosità ho visionato tutto, dalla prima all’ultima riga, foto e video compresi. Su YouTube sono andato a vedermi anche il video di Olivier Francois, numero uno della marca Fiat, che parlava della nuova 500 elettrica da piazza Duomo a Milano. Devo ammetterlo: la nuova 500 elettrica mi piace, e molto. I contenuti tecnologici li trovo al top. Con guida autonoma di livello 2, batteria importante da 42 kWh che permette un’autonomia di ben 320 km secondo il ciclo WLTP. E ricarica fast in corrente continua da 85 kW che permette di arrivare all’80% in soli 35 minuti. In 5 minuti con la fast (deve essere però da almeno 100 kW di potenza e in Italia non ce ne sono ancora molte…) si ha energia sufficiente per percorrere 50 km. Ottimo e all’altezza delle sue dirette concorrenti: la Mini-E e la Honda e. Ma la nuova 500 elettrica è anche cabriolet. L’unico cabriolet elettrico sul mercato, se escludiamo la Smart che però ha solo due posti.

“Il prezzo? Ma questa è un’edizione speciale”

Che dire del prezzo, importante.  37.900 euro non sono pochi, ma questa è l’edizione speciale “La Prima”, quindi super-accessoriata e cabriolet. Fiat ha voluto fare come Tesla, offrendo prima il modello più caro per far cassa. Senz’altro seguiranno modelli con prezzi più abbordabili. E poi non ci dimentichiamo degli incentivi, dalle mie parti, a Merano in Alto Adige, cumulando quelli statali e locali si arriva a  10.000 euro e quindi il prezzo si ridimensiona sensibilmente. Se la comprerei? Si, in effetti vi devo confessare che ne ho prenotata una. Il colore? Celestial Blue. Andrò in paradiso? Vediamo il 4 luglio a Torino”.

SECONDO NOI. D’accordo su tutto (batteria, autonomia…), tranne che sul prezzo. Ci rendiamo conto che il mercato oggi funziona così: si parte con una versione super, per quelli che la comprerebbero a qualsiasi cifra. E intanto si fa venire l’acquolina in bocca al grande pubblico, a cui si offre poi una versione più basica a un prezzo più accessibile. Però però…dopo tante parole spese dai top manager Fiat sulla volontà di rendere la mobilità elettrica più”democratica”, ci aspettavamo da subito un listino meno caro. Quindi: giudizio sospeso in attesa delle versioni entry level.

Apri commenti

13 COMMENTI

  1. Sono d’accordo con voi, certamente anche Peugeot ha fatto una signora auto elettrica…ma non dimenticate che la “mia” 500 è anche cabriolet e questo fascino del tetto “en plain air” ce l’ha solo lei 😉 ah stavo dimenticando un dettaglio: ma avete sentito il suono acustico di avvicinamento “Dolce Vita Style”? Genialità italica!

    • L’Elettra 500 è già il must elettrico nelle citycar.
      Le altre passano, lo stile della 500 resta.
      La 208-e è un’ottima vettura.
      L’Elettra 500 non è una vettura: è un mito.
      Rappresenta l’immagine migliore dell’Italia nel mondo.

    • Buonsasera Dott. Pizzuo. cosa ne pensa di creare un grande network noleggio auto elettriceh?

      siamo un gruppo di profeeisnisti del settore rent. e berve e lugo termine.
      a presto
      Anonino Gianni vizzini
      mobile.039-3482880655

      • Buona sera a Lei!
        E perché no. Virus o no la mobilità elettrica non si ferma di certo. Ci sentiamo presto!
        Cordiali saluti,
        Gianfranco Pizzuto

  2. Si, è molto carina… Il prezzo… beh, ricordiamoci che con meno di 30.000€, forse anche 28.000€ con incentivi ecobonus e rottamazione, è possibile acquistare una bella Peugeot e208, ed è anche questa una signora elettrica!
    Buona giornata.

    • La 208-e l’hanno appena consegnata questa settimana a un mio collega. È entusiasta, la utilizza con la massima rigenerazione guidando solo con l’acceleratore ed ha una bella spinta, i 136 cavalli ci sono tutti e sono sempre immediatamente disponibili.
      Il cruscotto e gli interni sono suggestivi. Bella vettura questa Peugeot.

      • Ciao Alberto, non avevo dubbi sulla bontà di questa auto elettrica. Se poi il tuo collega volesse fare una bella recensione saremmo grati di leggerla e assimilare in più qualche informazione su pregi e difetti. Grazie intanto per la tua risposta.

  3. Esteticamente è semplicemente spettacolare.
    Fiat ha reinventato per la terza volta la 500 che ormai è diventata un brand internazionale a se stante.
    Se una cosa piace e questa 500 non piace: è irresistibile, allora spendi.
    Non importa se costa 5000-6000 euro più della concorrenza.
    E poi quale concorrenza?
    Volkswagen E-Up, Škoda Citigo-e, Renault Twingo ZE, Renault Zoe, Peugeot e-208, Opel Corsa-e?
    Oppure BMW i3, Honda-e o Mini Cooper SE?

    Chi l’acquista non la considera neppure la concorrenza.

    Piace e basta.

    Questo è il vero potere di questa 500 3.0.

    Poi ci sono i discorsi da piattaforma, da architettura di configurazione, di collocazione del motore e delle batterie, le sospensioni, l’autonomia, il costo.

    Ragionamenti tecnici, logici, ma che come dicono in Toscana: “Sono come la nebbia che lascia il tempo che trova”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome