Home Alla ricarica Genova ricarica l’aeroporto

Genova ricarica l’aeroporto

0
CONDIVIDI
EVA+: Enel, Verbund, Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia insieme per la mobilità del futuro in Italia e Austria

Una ricarica veloce, magari mentre si accompagna un familiare al Gate per la partenza: da ieri l’Aeroporto di Genova dispone di una colonnina Fast Recharge.

Francesco Venturini, responsabile di EnelX

Chi fosse interessato la può trovare facilmente al Quick Parking del Cristoforo Colombo e l’idea del presidente dello scalo, Paolo Odone, è di servire non solo gli utenti dell’aeroporto, ma anche i genovesi che possiedono un’auto elettrica, data la vicinanza alla città e al casello dell’Autostrada A10. L’installazione fa parte del progetto Eva+ (Electric Vehicles Arteries), cofinanziato dall’Unione Europea per installare in tre anni 200 colonnine di ricarica veloce in Italia (180) e in Austria (20). Il pieno di energia viene effettuato in meno di 20 minuti, grazie alla tecnologia Fast Recharge Plus sviluppata dall’Enel, che fa da capofila all’operazione insieme all’utility austriaca Verbund e alle Case automobilistiche Renault, Nissan, BMW e Volkswagen-Audi. All’inaugurazione era presente il numero uno della divisione EnelX, Francesco Venturini, che ha sottolineato proprio la possibilità di <ricaricare in tempi rapidi in modo da consentire l’utilizzo del veicolo elettrico non solo in città, ma anche in tratte più lunghe come la Genova-Milano>. Possibilità che assume un senso più compiuto nel momento in cui sul mercato arrivano modelli, come la nuova Nissan Leaf, che ormai promettono di superare i 300 chilometri di autonomia.

Le stazioni Enel Fast Recharge Plus sono compatibili con tutti i modelli elettrici: possono erogare sia con corrente continua che alternata, con potenze che variano da 22 a 50 kW, a seconda delle esigenze delle auto. Ogni colonnina è predisposta per attacchi Tipo2, Chademo (in uso soprattutto in Giappone e qui da noi proposto da Nissan) e Combo CCS, quest’ultimo voluto dai costruttori tedeschi come Volkswagen e BMW e imposto ormai come standard europeo.