Home Bici Ecco come difendersi dai ladri di e-biciclette

Ecco come difendersi dai ladri di e-biciclette

0
CONDIVIDI

I furti sono il pericolo numero 1 per chi possiede una bici elettrica. Ecco i consigli di Vaielettrico per evitare che vi rubino il vostro gioiellino a due ruote

Una ebike costa mediamente più delle normali biciclette, ma come le biciclette normali è molto vulnerabile agli appetiti dei ladri.  Ogni anno, la FIAB (Federazione italiana amici della bicicletta) denuncia almeno 320.000 furti di bici solo in Italia. Per questa ragione, è necessario prendere le dovute precauzioni. Per i possessori di una due ruote a pedalata assistita la domanda «Come posso evitare che me la rubino?» è d’obbligo. Noi di Vaielettrico proviamo a dare qualche risposta utile.

Il caso Parma

A Parma sempre i ragazzi della Fiab si sono inventati “Legàmi sicuri”: progetto volto alla prevenzione dei furti di bici. È successo lo scorso settembre e prevedeva di appendere alle bici parcheggiate in varie zone della città un segnale che valutasse la correttezza con cui si era legata la bici. Sul segnale un QR code rimandava a un video sulla sicurezza e la prevenzione de furti. Inoltre un gazebo stabile è stato sede di corsi su come legare al meglio la propria ebike. Speriamo che l’evento si ripeta e magari diventi stabile almeno nella parte informativa.

Un buon antifurto è la via

Innanzitutto basta saper scegliere. Sono diverse le case che forniscono antifurti con Gps integrato, o anche soltanto il sistema satellitare per sapere dove si trova il proprio mezzo in ogni momento. Ci sono poi bici che arrivano dal futuro come Mat, che fa passare tutto attraverso lo smartphone.

Ma per chi ha già una ebike o punta a modelli più convenzionali e convenienti, non è obbligatorio rassegnarsi al fatalismo. Infatti in rete è possibile acquistare anche dei moderni antifurti satellitari con funzionamento a GPS. Basta dare un’occhiata su Amazon e simili per scoprire che ce ne sono di tutti i tipi e prezzi. Ovvio che i più costosi e tecnologici siano i più sicuri.

Ad esempio endoacusitica. Il meccanismo del sistema è molto semplice: l’antifurto viene posizionato sotto il telaio della ebike e attraverso un sensore di vibrazioni, l’apparecchio è in grado di controllare la posizione e gli eventuali spostamenti della vostra ebike. Ogni volta che la bici viene mossa da un malintenzionato, ricevete un SMS sul vostro smartphone.

Catena, lucchetto o bloster

Il lucchetto è un amico prezioso per il ciclista. Ce ne sono alcuni di ultima generazione che assicurano di essere davvero sicuri. Ci sono poi i bloster, a forma di arco che servono per “legare” le ruote a pali o tralicci cittadini. Meglio ricorrere a bloster di acciaio, meglio se spessi più di 16 centimetri.

 

Per quanto riguarda le catene, ce ne sono di diversi tipi in commercio. Meglio quelle molto lunghe che permettono di avvolgere più e più volte le ruote della vostra bici, impedendone la manomissione da parte del ladro. Bene ricordare di legare la bici nella parte alta del telaio per non permettere ai ladri di fare leva sul terreno per spaccare le catene e scappare con la bici.

Molto spesso accade che i ladri rubino solo la sella oppure le ruote di una bici elettrica. Assicuratevi di legare con lucchetto e catene anche i componenti rimovibili della vostra ebike, al fine di evitare spiacevoli sorprese. 

Quando parcheggiate la bici elettrica ricordatevi di prelevare e di portare con voi la batteria che è spesso la parte più costosa e ambita dai ladri di biciclette elettriche.

Purtroppo catena o bloster spesso sono inutili dinanzi alle tronchesi pneumatiche che usano gli scassinatori. Per questo arriviamo al consiglio successivo.

Attenzione a dove parcheggiare

Buona abitudine è quella di legare la bici in luoghi affollati e dove sono presenti altre bici. Un posto illuminato e molto frequentato, in modo da demotivare il furto di malviventi interessati alla vostra e-bike. Inoltre, se usate andare a lavoro in bici, evitate di lasciarla sempre allo stesso posto. 

Ultimo consiglio utile: appena acquistate la vostra e-bike, fate una foto. In questo modo, in caso di furto, riuscirete più facilmente a rintracciarla e a dimostrare che è di vostra proprietà.