Home Sharing Free Now gioca d’anticipo: solo elettrica entro il 2030

Free Now gioca d’anticipo: solo elettrica entro il 2030

0
CONDIVIDI
free now
Marc Berg, Ceo di Free Now

FREE NOW, la piattaforma di mobilità multiservizio promossa fa una joint venture fra BMW e Daimler, ha annunciato che  da oggi compenserà tutte le emissioni clima alteranti prodotte dai suoi servizi. Dal 2025 utilizzerà veicoli elettrici per il 50% delle corse effettuate e dal 2030 tutta la sua flotta sarà elettrica al 100%. Il programma lanciato oggi è stato battezzato Move To Next Zero.

BMW e Daimler soci in Free Now

free now

Il Gruppo FREE NOW è la società nata dalla fusione delle attività nella mobilità multi-service di BMW Group e Daimler AG (leggi). Oltre ai servizi di ride hailing (taxi e ncc), FREE NOW offre anche servizi di terze parti di micro-mobilità e car sharing, scooter sharing e monopattini in condivisione. Nel complesso, questi servizi hanno raggiunto 47 milioni di utenti in 16 mercati e più di 150 città del mondo. FREE NOW è quindi il più grande fornitore di mobilità multiservizio in Europa e dalla crescita più rapida in America Latina. In totale, più di 2.200 dipendenti in circa 35 uffici lavorano per il Gruppo FREE NOW, guidato dal CEO Marc Berg (qui il sito). «Europa, abbiamo ben chiaro il nostro ruolo prioritario nella lotta al climatechange. Per questo abbiamo definito il nostro piano Net-Zero, grazie al quale diventeremo neutrali dal punto di vista climatico entro il 2030, ben 20 anni prima rispetto a quanto definito dall’accordo di Parigi» ha commentato Marc Berg.

Una app per i servizi a zero emissioni

Il responsabile per l’Italia Andrea Galla ha aggiunto: «Sappiamo che il passaggio da un motore a combustione ad una vettura elettrica non è semplice: ecco perché stiamo lavorando per supportare i nostri tassisti nel passaggio all’elettrico, proponendo collaborazioni con diversi player». Dal lato passeggeri, FREE NOW implementerà l’opzione taxi eco, che già permette all’utente di scegliere attraverso app l’utilizzo di un veicolo a zero emissioni. Questa offerta sarà estersa entro i primi mesi di quest’anno ai servizi di parti terze come car, bike, scooter e monopattini in sharing.

free now

Incentivi da 100 miioni per driver e partner

Per implementare il progetto FREE NOW stanzierà oltre 100 milioni di euro sull’elettrificazione della flotta. Offrirà incentivi speciali per i driver, sia già iscritti sia nuovi, che sceglieranno di guidare veicoli a batteria. Tra questi, condizioni preferenziali di noleggio e di acquisto del veicolo e vantaggi monetari per la ricarica del mezzo attraverso la consociata CHARGE NOW. Charge Now, con più di 175.000 punti di ricarica, offre la più grande rete di colonnine elettriche in Europa.

Nel frattempo FREE NOW è già oggi carbon neutral grazie alle compensazioni delle emissioni. Il mix di progetti di FREE NOW per la compensazione di CO2 si concentra  sulla conservazione e ripopolamento delle foreste, inclusa la piantumazione ogni anno di oltre 20.000 alberi in tutte le città europee.

Free Now corre in Francia, Spagna e Germania

La piattaforma ha già oggi la più grande flotta elettrica di Parigi e Londra. In Spagna, più della metà dei veicoli sono elettrici o ibridi, con Madrid in testa con il 65% vetture full electric. FREE NOW vede anche una crescente domanda in Germania, dove, l’anno scorso, ha integrato diverse soluzioni di micromobilità come monopattini, bici, scooter elettrici in sharing. Dal 2021 aggiungerà anche i mezzi pubblici in tutto il Paese.

Grazie a queste partnership, già oggi, le emissioni vengono ridotte dell’80% in media per chilometro. Pertanto, la principale piattaforma di mobilità mira a ridurre almeno il 50% delle emissioni per passeggero-chilometro entro il 2025 in tutti i principali Paesi europei.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —