Home Auto Formula E 2018, anche Roma si tinge di green

Formula E 2018, anche Roma si tinge di green

0
CONDIVIDI
Il manifesto ufficiale che promuove le gare 2018 del campionato Formula E

La quarta stagione del campionato di Formula E scatterà a dicembre da Hong Kong, ma nel frattempo sono molte e molto interessanti le novità di questa categoria giovane e ambiziosa. Dal primo Gran premio di Roma che verrà presentato al mondo il 19 ottobre, alle case automobilistiche sempre più impegnate nella velocità green, la creatura del patron Agag sembra pronta per scaldare i cuori degli appassionati.

Il campionato di Formula E, quello cioè delle auto che corrono alla velocità di 240 chilometri orari, che ci mettono tre secondi per passare da zero a cento, ma che non consumano una goccia di carburante, non emettono gas nocivi e non rombano per nulla, nel primo fine settimana di dicembre inaugura la quarta edizione e porta con sé una grande novità. Infatti sabato 14 aprile 2018, le monoposto sportive completamente elettriche gareggeranno fra le strade dell’Eur a Roma su un circuito di 2,8 chilometri che sarà presentato il 19 ottobre. «È un sogno, iniziato 4 anni fa, che diventa realtà — ha spiegato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile club d’Italia, che collabora all’organizzazione dell’ePrix di Roma —. Pone la capitale al pari delle più grandi metropoli del mondo che hanno capito il valore sportivo e simbolico di questo campionato».

Il Ceo della Formula E Alejandro Agag

Una presentazione in grande stile quella che si annuncia al Convention center, meglio nota come Nuvola di Fuksas, dove a fare gli onori di casa sarà il sindaco Virginia Raggi, che accoglierà il ceo della Formula E Alejandro Agag e tutti i vincitori delle prime edizioni del campionato, nonché il nostro Luca Filippi, primo italiano a correre nella categoria al volante di una NIO. Saranno nella capitale quindi Nelson Piquet Jr, Sebastien Buemi e Luca Di Grassi, campione uscente e portacolori dell’altra grossa novità del circus verde.

Daniel Abt, dell’omonimo team assistito da Audi fino alla scorsa stagione

Infatti è notizia di pochi giorni fa l’impegno ufficiale di Audi. La Casa di Ingolstadt ha tenuto a battesimo qualche giorno fa la e-tron FE04, prima auto da corsa full electric del brand, che fa così ingresso nella Formula E con un proprio factory team. La differenza non è di poco conto: finora, infatti, il marchio dei quattro anelli si era impegnato nella categoria di monoposto elettriche solo in sostegno del team Abt, pur guardato con un occhio di riguardo. Sempre nell’appuntamento capitolino sapremo quale sarà il broadcaster ufficiale per l’Italia, dato che non saranno Rai e Sky a trasmettere le corse, come avvenuto negli scorsi anni.

La nuova scuderia ufficiale Audi, Sport Abt Schaeffler,avrà un tocco d’Italia. Lo sponsor sarà infatti Riello UPS, brand del gruppo Riello Elettronica, leader italiano ed europeo nella produzione di gruppi statici di continuità e sistemi di energy storage e tra le prime quattro aziende al mondo del settore. Il logo Riello UPS campeggerà sugli alettoni anteriori delle monoposto Audi e sulla tuta dei piloti Lucas Di Grassi e Daniel Abt.

“Il sodalizio Riello UPS-Audi rappresenta in modo perfetto l’impegno di Riello UPS per la mobilità elettrica, che si concretizza in progetti di energy storage che trovano interessanti applicazioni per la ricarica veloce delle auto elettriche, come anche in progetti “second life” delle batterie al litio utilizzate dalle stesse auto” ha dichiarato Pierantonio Riello, fondatore e proprietario di Riello Elettronica.

CONTINUA CON:Formula E 2018, anche Roma si tinge di  green/2 Il campionato

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome