Home Auto Flotta aziendale elettrica, conviene? C’è il simulatore

Flotta aziendale elettrica, conviene? C’è il simulatore

0
CONDIVIDI

 

Flotta aziendale elettrica, conviene? Ci arrivano mail da società medio-piccole tentate dall’opzione delle emissioni zero. Ecco qualche suggerimento utile.

flotta aziendale elettricaFlotta aziendale elettrica  Guida e consigli del GSE

C’è anche unsimulatore onlineper capire se ne vale la pena. E si trova sul sito di un organismo pubblico come il GSE, Gestore Servizi Energetici, che può quindi garantire una certa indipendenza di giudizio. Si procede inserendo i dati principali dell’azienda.  Ricavandone una stima dei vantaggi in termini di risparmio energetico, benefici economici e impatto ambientale annuo derivante dalla riduzione di emissione di CO2. Per le flotte più consistenti, il GSE suggerisce anche di utilizzare i certificati bianchi. Con un meccanismo he incentiva il conseguimento di risparmi negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento dell’efficienza energetica rendicontabili. Un certificato equivale al risparmio di una Tonnellata equivalente di petrolio (Tep).
Per richiedere i certificati bianchi dovrai per prima cosa stabilire i consumi attuali della tua flotta aziendale e presentare al GSE una descrizione l’intervento da realizzare. Il progetto deve essere presentato al GSE prima dell’avvio della realizzazione, con il monitoraggio dei vettori energetici e del risparmio ottenuto. Ovviamente è caldamente consigliata l’auto-produzione dell’energia che alimentano le auto.

I 5 consigli utili di Leaseplan: anche i dipendenti…

Altri consigli utili arrivano da uno dei maggiori gestori di flotte aziendali, Leaseplan:

1. Diminuzione delle emissioni inquinanti aziendali. Rendere più green gli spostamenti dei dipendenti è fondamentale, per adottare un modello di business più ecologico. Con ulteriori vantaggi, tra cui la valorizzazione del brand aziendale nei confronti dei clienti.

2. Diminuzione delle spese di rifornimento.È essenziale pianificare le soluzioni di mobilità green giuste, per capire quali sono le opzioni più adatte alle necessità. Realizzando un’infrastruttura integrata. Ad esempio installando punti di ricarica in azienda per consentire ai dipendenti di rifornire le auto elettriche sul posto di lavoro. flotta aziendale elettrica

3. Meno restrizioni nel muoversi in città. Come l’accesso nelle ZTL e la sosta gratuita nei parcheggi blu.  A Roma basta una richiesta online comunicando la targa del veicolo elettrico. A Milano si accede al centro storico senza limitazioni, sia nell’Area B che C. E con un pass da richiedere al Comune sosti nelle aree blu e gialle senza pagare.

4. Possibilità di scelta. Sul mercato sono disponibili diversi modelli di elettriche per le flotte, adatte agli spostamenti urbani o alle lunghe percorrenze. Naturalmente è indispensabile un’analisi approfondita delle necessità di mobilità aziendale.

5. Soddisfazione dei dipendenti. Quando lavorano in un ambiente sano, con aziende attente ai temi ambientali, i collaboratori sono più motivati. Inoltre le EV spesso sono dotate di tecnologie avanzate, in grado di fornire maggiore sicurezza per i driver.

————————————————————————————————-

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome