Home Auto prima pagina Fisker Ocean, autonomia record: 707

Fisker Ocean, autonomia record: 707

8
Charxcontrol

Fisker Ocean, autonomia record per un Suv elettrico. L’omologazione WLTP parla di 707 km, ben oltre i 630 km che il designer-imprenditore aveva annunciato.

Fisker Ocean
La Fisker Ocean in versione definitiva. Il primo concept fu mostrato al CES di Las Vegas, il Salone dell’elettronica, nel gennaio del 2020.

Fisker Ocean: versione top con 577 Cv e batteria da 100 kWh

L’Ocean, un Suv lungo 4,77 metri, arriverà in diverse versioni, con le prime consegne previste entro fine anno, una volta ultimato il lungo percorso di omologazione. La versione top, la Extreme (prezzo di circa 70 mila euro), godrà appunto di una percorrenza leggermente superiore ai 700 km. Non solo: sarà in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi, con due motori da 557 CV complessivi alimentati da una batteria NMC da 100 kWh. Ma il range omologato resta il dato più eclatante, festeggiato dal patron Henrik Fisker con queste parole: “Questo risultato è un’importante pietra miliare per tutti in Fisker e siamo entusiasti che la gamma superi i nostri calcoli di partenza. Fin dall’inizio abbiamo progettato l’Ocean per offrire ai clienti il ​​massimo livello di design, durata, innovazione e facilità d’uso. Creando un fantastico veicolo a 5 posti che offre autonomia e comodità per ogni viaggio“.

Fisker OceanLa versione più economica a 45 mila euro?

Per Fisker la Ocean rappresenta la possibilità di una rivincita dopo il flop del suo primo modello, la Karma. Un’ibrida plug-in lanciata, senza successo, un anno prima della Tesla Model S. La Ocean avrà una versione d’attacco a meno di 45 mila euro, ovviamente con batteria e autonomia inferiori rispetto alla Extreme. E sarà questo l’allestimento di punta: “Volevo concentrarmi su un’auto economica che offrisse un buon rapporto qualità-prezzo” ha spiegato Fisker in un’intervista . “Per farlo, abbiamo dovuto ripensare sviluppo, produzione, distribuzione...Siamo riusciti a sviluppare un modello in due anni e mezzo, mentre la norma nell’industria dell’auto è di 4 anni, avvicinandoci ai tempi di sviluppo degli smartphone. Le tecnologie sono state scelte lo scorso anno. Poi abbiamo scelto il partner industriale, Magna, che ha il 6% del nostro capitale. Infine, il terzo passo è stato il lancio del sistema di vendita online. Secondo Fisker “auto elettriche super cool sui 40.000 euro, come nella versione più economica della  Ocean, non ce ne sono”. E il designer-imprenditore è convinto di avere la formula giusta, annunciando di avere raccolto 43.000 prenotazioni online già a fine 2022.

  • CHE SCONTRO! Futuro elettrico? Giusto “abolire” il motore a scoppio? Davide Tabarelli di Nomisma vs Nicola Armaroli 

Apri commenti

8 COMMENTI

  1. Speriamo che arrivi, caratteristiche promettenti, ma il prezzo del modello base secondo me sarà molto più alto di € 42K.

    • Al contrario. Il prezzo ufficiale in UK del modello base è 34990 £ che corrisponde a 39.738,69 EUR, senza considerare gli incentivi. Fisker adotta un modello di vendita online come Tesla, quindi nessuna sorpresina sgradevole dal rivenditore…

      Comunque i prezzi ufficiali per i vari listini, così come l’esatto livello di allestimento, sono stati resi pubblici da Fisker qui https://www.fiskerinc.com/newsroom scaricando il Press kit a pagina 57 ci sono i prezzi per l’Europa. Ed è possibile già prenotarla dal loro sito web.

  2. Al momento sono solo numeri e qui di costruttori che si affacciano al mercato delle auto elettriche, ormai siamo pieni.. poi servono i volumi veri, le vendite vere e la rete di assistenza.. ad uscire dal bosolo ad oggi ci è riuscita solo Tesla, rischiando non poco nonostante i tantissimi fondi ricevuti , è rimasta in rosso per oltre 10 anni.. le vetture ancora oggi non sono assemblate come le generaliste europee e la rete di assistenza non è come per gli altri marchi.. ergo troppi si stanno improvvisando produttori di auto..

  3. Per ora e’ aria fritta come per tanti altri annunci. Utenti che le guidano non ce ne sono, nemmeno le riviste del settore hanno provato una uscita dalla produzione. Produzione che dovrebbe essere iniziata a novembre e siamo a marzo. Ad oggi, oltre Tesla, mi pare si possano toccare con mano solo le EV delle solite case. Poi diciamolo, questo look tra Volvo XC40 e Evoque ha anche stufato.

  4. E’ da un po’ che vado elogiando questo modello. La versione base è già ottima, parte da 41900 euro (38900 con gli incentivi) e offre 440 Km di autonomia WLTP e batteria da 75/80 kWh (risp. netti/lordi) con consegne previste per la fine dell’anno (ma ancora non disponibile ufficialmente in Italia). A parte la versione base, limitata a 160 km/h, tutte le altre versioni arrivano a 200 km/h e tutte ricaricano in DC fino a 200 kW! La versione extreme ha addirittura i pannelli solari sul tetto. E’ un bel progetto: una bella startup americana (quindi con la mia stessa fissa del rapporto prezzo/prestazioni+qualità) che produce le auto in Austria, tecnicamente valide con bella estetica e buona autonomia anche nella versione base. E questo mentre hanno già mostrato le immagini del loro secondo modello, Pear, un’auto concepita per la città.

    Fisker già con la Karma cercò di competere con Musk (con l’approccio giusto: sfidarlo sulla tecnologia e sull’efficienza) e l’auto ebbe un “discreto” successo (nonostante avesse problemi tecnici seri …) ma l’azienda non riuscì a coprire i debiti. Questo nuovo progetto sembra molto più solido.

    • 42.000 euro per 440km su Carta?
      Toglici un 25% dal dichiarato….e stiamo sui 350km di autonomia.
      Con quelle dimensioni…!!! Mha….
      Aspetto e spero in una tecnologia migliore.
      Non è ancora tempo…. non ancora.

      • Con 75 kWh di batteria effettiva? Mi sembra molto ma molto alla porta quel chilometraggio, parliamo di 5.86 km/kWh o 17 kWh/100 km, nulla di così strano, se poi pensi che con 100 kWh (quindi batteria più pesante) hanno fatto 707 km in wltp, ovvero ben 7.07 km/kWh. Poi chiaro, a 130 km/h il consumo sarà più elevato…

        Ogni anno uscirà qualcosa di migliore, non c’è dubbio, fatto sta che ad oggi questa resta una proposta concorrenziale

      • Non è ancora tempo…non ancora! Disse il grillo saggio.
        Nel frattempo ci sono persone stolte che inanellano centinaia di migliaia di km in ELETTRICO PURO da circa 10 anni, e non cambierebbero scelta per nulla al mondo.
        3 Tesla, 1 Zoe, 1 Kona, 1 Kangoo, (ex B200 Mercedes ed Opel Ampera) in famiglia/azienda, con ricarica da fotovoltaico. Arrenditi!

Rispondi