Home Nautica Fibonacci, il super catamarano elettrico da 200 kW

Fibonacci, il super catamarano elettrico da 200 kW

0
CONDIVIDI
Catamarano elettrico
Il catamarano elettrico made in Italy

Fibonacci: due motori con potenza fino a 200 kW alimentati da due pacchi batteria da 340 kWh. Forza propulsiva che offre un’autonomia da 150 miglia ad una velocità di crociera di 10 nodi mentre quella massima tocca i 15. Questo l’identikit motoristico del catamarano elettrico disegnato da Icona Design Group

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato le prime foto e le prime informazioni (qui) di questa barca full electric italiana che si occupa la fascia lusso per le soluzioni innovative nel design, l’uso di materiali naturali e anche la potenza della propulsione elettrica che dona il suono delle onde ed il profumo del mare.

Fibonacci facile da manovrare

Catamarano elettrico
Il catamarano elettrico Fibonacci in un rendering

La sostenibilità ambientale, la tradizione del design italiano, l’innovazione nella propulsione ma pure la facilità di utilizzo sono gli elementi principali di Fibonacci, una dedica allo storico matematico toscano, che punta alla funzionalità. Una governance smart: “La tecnologia drive by wire, insieme al controllo con mouse pad, garantisce la facilità di manovrabilità hanno detto i progettisti in una conference via web – facendo sì che questo non sia più dominio degli specialisti della navigazione”.

Il pieno di telecamere e sensori

Per facilitare la vita a bordo si è investito molto in tecnologia. In particolare: “Telecamere per una visione a 360° e sensori che garantiscono l’assenza di errori in fase di ormeggio. Il moderno GPS e la visione satellitare completano l’offerta per una tecnologia nautica che si apre ad una nuova figura di navigatore”.

Ma come si naviga con il catamarano elettrico? “Il profilo di missione è una crociera di un giorno o di un fine settimana: un ciclo di 24 ore, 12 ore in mare (50 kw di propulsione – 10 kw hotel) e 12 ore all’ancora (10 kw hotel)”. 

Pacco batteria 340 kWh, 200kW i due motori

Il fascino del pianoforte in navigazione misura 16,60 metri, un baglio massimo di 8,20 metri ed un peso di 32 tonnellate. I numeri essenziali di Fibonacci che raggiunge una velocità massima di 15 nodi. I due pacchi batteria da 340 kWh forniscono energia a due motori di 200kW di potenza di picco. Più quella destinata all’uso alberghiero.

Le batterie al litio sono fornite da ASG Power hanno una durata di 14.000 cicli e secondo quanto sostenuto da Agim Gjinali durante la conferenza stampa possono essere ricaricate da 0 al 100% in soli 20 minuti grazie ad “uno specifico sistema di ricarica ad alta potenza (Charging Rate 3C)”.

Controllo unico del sistema di propulsione

Catamarano elettricoUna presenza importante nel team di progetto è Terra Modena Mechatronic, rappresentata in conferenza dal fondatore Dario Calzavara, che ha progettato la Electronic Vehicle Control Unit (VCU) che permette il controllo di tutto il sistema di propulsione ovvero motore, inverter, batterie e richiesta di coppia/velocità.

Il target di Fibonacci: anche il mondo della vela

Una figura importante in squadra è l’ingegnere ed architetto navale Sergio Cutolo di HydroTec che  suo intervento ha indicato nel mondo della vela – ama il silenzio e i suoni della natura – uno dei potenziali target interessati al catamarano elettrico che per il suo alto livello tecnologico può entusiasmare anche l’universo vario del motor yacht.

Nuova mobilità su acqua

Il team ci crede. Per Teresio Gigi Gaudio, presidente e CEO di ICONA: “E’ giunto il momento di esplorare una nuova “mobilità sull’acqua“, lanciando un nuovo campo di attività per il gruppo ICONA”. Impresa che richiede una rivoluzione sottolinea Samuel Chuffart, VP e Global Design Director, perché “con l’evoluzione tecnologica e la sostenibilità offerte oggi, le barche dovrebbero essere progettate in modo diverso per abbracciare un più ampio spettro di persone e di utilizzi.”

LEGGI ANCHE: Thunder, il taxi boat di lusso per Venezia