Home E-Agricoltura Farmdroid: il robot agricolo alimentato dal sole

Farmdroid: il robot agricolo alimentato dal sole

2
CONDIVIDI
robot agricoli
Farmdroid in campo alimentato da una pannello solare

 

Farmdroid è  una macchina agricola autonoma. La batteria si carica con le celle solari ma soprattutto ha un’autonomia di 20 ettari.

Un robot che riesce a coprire le esigenze di semina e diserbo di piccole ma anche di medie aziende agricole visto che è facilmente trasportabile. Arriva dalla Danimarca e oltre a non emettere emissioni nocive riduce il compattamento e l’uso di pesticidi e sostanze chimiche in campo.

Nel Nord Europa aumenta la percentuale dei robot nei campi

robot agricoli
Farmdroid in campo

Nei Paesi del Nord Europa i robot stanno sostituendo l’uomo nei campi, in Olanda sono presenti nell’ 11% delle aziende (leggi qui), per diversi motivi: riducono le emissioni nocive soprattutto all’interno delle serre, sono macchine leggere e diminuiscono così il compattamento del terreno, per alcuni funzioni garantiscono una altissima precisione ed infine limitano la dipendenza e i costi da manodopera. Quest’ultimo punto però non sempre è positivo per la società.

Il video

I vantaggi di Farmdroid: meno costi e si recuperano colture per il latte biologico

Perché comprare un robot? L’azienda nel suo sito internet dedica una sezione ai vantaggi del robot agricolo:”Aiuta gli agricoltori a ridurre i costi di semina e pulizia delle colture rendendo la CO2 neutra“. Si risparmia anche sul costo dei pesticidi e i manager danesi sottolineano l’autonomia del robot: “Nel processo di semina e diserbo della barbabietola da zucchero, da foraggio e colza“. Per la barbabietola da foraggio  dalla Danimarca sottolineano che in questo modo può essere utilizzata “dai produttori di latte biologico“.

Pannello solare da 1 kW, batteria da 2,4 kWh e capacità di lavoro da 20 ettari

La macchina agricola alimentata dal sole

La sostenibilità  di Farmdroid è data dal pannello solare da 1 kW che alimenta la batteria con capacità di 2,4 kWh. L’energia si produce in campo e la macchina permette di lavorare senza interruzioni per 20 ettari ad una velocità che può arrivare ai 950 metri per ora. Insomma si tratta di un robot poco dispendioso dal punto di vista del consumo energetico.

Tecnologia GPS per l’agricoltura di precisione

Oltre l’autonomia un altro elemento interessante del robot  danese è la tecnologia GPS  che permette un’agricoltura di precisione ovvero determina la posizione di ogni singolo seme seminato. Oltre la propulsione anche le funzioni di lavoro sono automatizzate:”Farmdroid può diserbare sia dentro che tra le file delle piante e prima che  queste abbiano germogliato“.

Tecniche per l’agricoltura biologica

Questo robot è particolarmente ricercato per le coltivazioni biologiche, l’azienda ha fatto dei test nelle fattorie bio tedesche, dove non si possono fare trattamenti chimici. Il diserbo manuale è costoso ed è difficile trovare la manodopera, per questo si punta sui robot. E vanno avanti i test: “Nella primavera del 2020 i nostri robot hanno seminato 1.000 ettari in tutto il mondo, una superficie di circa 1.500 campi da calcio“. Per maggiori informazioni il link del sito

LEGGI ANCHE: GLI ARTICOLI SULLE MACCHINE AGRICOLE ELETTRICHE 

2 COMMENTI

  1. Avevo letto qualcosa di sfuggita di sfuggita di questo prodotto molto bello e furbo con la ricarica in corso d’opera alla fine i pannelli sopperiscono ai consumi in gran misura. In realtà ero rimasto più impressionato da quello che fa ma vedendolo nel filmato mi accorgo che avevo capito un’altra cosa. Bello comunque!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome