Home Due ruote Fabio “Zero”, fattorino con più tempo per sua figlia Emily

Fabio “Zero”, fattorino con più tempo per sua figlia Emily

7
CONDIVIDI
fabio zero
Prima risposta al nostro appello “Raccontateci le vostre esperienze in sella a una moto elettrica”. Ce la manda Fabio, che da quasi due anni usa la sua Zero DS anche per lavoro, e oggi condivide con i lettori di Vaielettrico sensazioni, aspetti positivi, criticità delle due ruote elettriche. Lo ringraziamo di cuore.
Chi desidera fare altrettanto può inviare il suo racconto, corredato da qualche foto, a info@vaielettrico.it
fabio zero
La Zero DS
                                               Di Fabio Cipressi
Sono Fabio, ho 35 anni e questa è la mia esperienza con la Zero Motorcycles.
Per 8 anni e mezzo ho fatto il fattorino a Roma, a cominciare da quando, a metà del 2012, sono uscito di casa per cercare la mia strada.

Sette anni in scooter termico: quanti problemi

Per 7 anni ho utilizzato scooter con motore endotermico ma, tirando le somme, vedevo che la manutenzione ordinaria e il carburante si portavano via una parte consistente del mio compenso, e questo non andava bene. Serviva una soluzione, ma il mercato delle elettriche era abbastanza scarno e non offriva quello che desideravo.
La svolta c’è stata ad inizio 2020. La paura di rimanere a piedi e di non trovare un’officina aperta mi ha fatto tornare a riconsiderare l’elettrico. Informandomi su internet delle esperienze altrui, ho capito che forse il mercato era maturo abbastanza per me.

Una settimana di rodaggio con Zero DS, poi…

Ho scelto una Zero DS con pacco batteria da 7,4kWh. Era “economica”, affidabile, veloce. “Per un fattorino come me è il non plus ultra”, ho pensato. Mi brillavano gli occhi al solo pensiero di fare tranquillamente 100km con un euro di ricarica, quando con lo scooter ne facevo un terzo mettendomi in scia di un camion sul GRA. Nel giro di un mese, avevo la mia prima moto, in assoluto. Ed era elettrica.
Inizialmente l’approccio è stato prudente, non sapevo come la batteria si potesse comportare e fin dove mi potesse portare. Questi dubbi sono durati una settimana; dopo c’è stato solo divertimento e soddisfazione, come previsto.
Tutti gli altri fattorini erano stupiti dalla mia scelta, perché il loro approccio al mezzo è “deve costare poco”. Ma vederli andare a due all’ora per risparmiare sul carburante, oppure sentirli che spendevano cifre considerevoli per la manutenzione, mi dava sempre più conferma della bontà della mia scelta.

In un anno 50.000 km, spendendo un terzo

Solo nel 2020, ho fatto 50.000 km e, nel farli, ho speso pochissimo. E’ vero, l’autonomia limitata è stato un problema qualche volta, ma non sono mai rimasto a piedi. E sono anche giunto alla seguente conclusione: se spendo una cifra irrisoria per lavorare, posso anche lavorare di meno e guadagnare la stessa cifra. Questo significa avere più tempo libero, avere meno stanchezza e, soprattutto, giocare di più con mia figlia Emily, che durante il COVID ha sofferto parecchio l’isolamento.
E’ bastato un po’ di impegno per far funzionare un sistema che ancora non è minimamente alla maturità, e quello che ho avuto indietro è stato, posso dirlo, maggiore libertà.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico—

Apri commenti

7 COMMENTI

  1. Fabio…50mila km in moto in un anno…prenditi cura di te…non solo dell’ambiente…te lo dico da ex scooterista 365gg all’anno con qualunque meteo

  2. Ma in definitiva come è stata l’esperienza con la Zero DS? Un pò di dettagli tecnici e operativi sarebbero stati ben graditi. Comunque 17.000 euro di investimento iniziale sono un bel handicap!

    • Stesso pensiero..
      Un minimo di recensione su come va sarebbe stato ben accetto.
      Come tutti si limita a dire che spende meno.
      Serviva sapere se con una ricarica copre l’intera giornata di lavoro, perché l’autonomia dichiarata è di 220 km in ambito cittadino. E per la ricarica servono 9 ore..
      PS: quanto si guadagna a “fattorinare”? Perché il costo è notevole..

  3. Ciao Fabio
    Quanto ti è costato lo Zero DS?
    Facendo una ricerca su internet costa di listino 17.000 Euro?
    O ho sbagliato modello?

  4. Concordo con Fabio, meno spendo e meno posso lavorare per mantenere lo stesso regime di vita.
    E considerato che il carbutante e la manutenzione sono il grosso della spesa per chi lavora fuori casa o lavorando con il mezzo o perché il posto di lavoro è oltre i 50/60km
    Io ho fatto il conto che passando al elettrica non ho più bisogno di fare straordinari, e li ho fatti convertire in banca ore, in modo da aver più ore di ferie, e godermi la vita fin quando avrò la forza di farlo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome