Home Alla ricarica Era il Comune senza colonnine, ora a Granarolo ne arriveranno 10

Era il Comune senza colonnine, ora a Granarolo ne arriveranno 10

1
CONDIVIDI
Una Leaf ricarica nelle colonnine pubbliche

Finora zero colonnine ma, si spera entro l’anno, a Granarolo ne arriveranno dieci a Granarolo. Zero sconti per i residenti però. La lodevole iniziativa del Comune di chiedere una tariffa speciale per i residenti (leggi qui) non è passata tra gli operatori. Si paga tutto, ma finalmente arriva il servizio.

Una buona notizia per il Comune senza prese pubbliche nonostante 12.500 residenti e diverse auto elettriche. Come quella di Massimo, un lettore e cittadino della località dell’hinterland bolognese.

Massimo: “Nel mio comune non ci sono colonnine”

Il municipio di Granarolo dell’Emilia

Nei giorni scorsi Massimo ha commentato così un nostro articolo sugli abusivi degli stalli: “Nel mio Comune il problema non si pone, le colonnine su suolo pubblico non ci sono“. Per fortuna  il nostro lettore riesce ad arrangiarsi e nel modo più ecologico possibile: “Io non posso lamentarmi visto che per otto mesi all’anno riesco a rifornirmi dal mio impianto solare con accumulo, ma vedo già circolare più macchine elettriche e sicuramente la mancanza di colonnine non agevola“. Come non dargli ragione.

Aggiudicate 10 colonnine, ma senza sconto residenti

La Captur ibrida plug-in in ricarica (foto: Renault).

Abbiamo chiesto all’assessore comunale allo sviluppo economico Angelo Pasquali la situazione dopo l’annuncio dei bandi: “Sono in fase di sottoscrizione i primi due accordi. Quelli per il lotto 1 e il lotto 2 per un totale di 10 colonnine. Purtroppo il lotto 3 è andato deserto“. Un passo avanti, in ogni caso.

Il lotto 1 è stato aggiudicato a Be Charge e prevede la realizzazione di 5 colonnine, il lotto 2 sarà a cura di Enel X sempre per l’installazione di 5 colonnine. A guardare le vie e le piazze destinate alla ricarica si tratta di luoghi ad alta frequentazione, ovvero ad un passo dalle insegne della Gdo, dai laboratori medici e dalla biblioteca comunale. Insomma il tempo della ricarica può essere utilizzato per svolgere altre faccende.

LEGGI ANCHE: Un viaggio improvviso un avventura? Macché…

Zero ricarica gratuita (una al mese) per i residenti

L’intento lodevole dell’amministrazione comunale non ha fatto presa tra gli operatori. Nel bando c’era la proposta di garantire un “pieno” al mese agli iscritti all’anagrafe comunale. Ma come ci racconta l’assessore Pasquali: “Nessuno ha accettato la nostra impostazione. Hanno risposto zero“. Si pagherà sempre e comunque, ma c’è il diritto alla ricarica a pochi passi da casa.

Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  

Apri commenti

1 COMMENTO

  1. Grazie Gian Basilio per esserti interessato
    Sono molto contento e se non è stata accettata la ricarica gratis mensile non importa il necessario è che siano comode e non subiscono la maleducazione delle persone anche se ritengo la richiesta lodevole.
    Ora mi segno sul calendario al 31/12/22 attivazione 10 colonnine.
    Grazie
    N. B. Nella mia via vedo quasi sempre 3 macchine in ricarica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome