Home Auto Enrico tutto elettrico: una 500, poi la Corsa-e e il Model 3

Enrico tutto elettrico: una 500, poi la Corsa-e e il Model 3

14
CONDIVIDI
La ultime due auto elettriche di Enrico: una Opel Corsa-e e una Tesla Model 3 S.R.

Enrico si unisce agli amici che hanno raccolto il nostro invito a condividere un bilancio del proprio “2020 elettrico”. Ma lui è un pioniere: guida a emissioni zero da 10 anni. L’invito resta aperto a tutti: scrivete a info@vaielettrico.it.  

                          di Enrico Cappanera

Era il lontano 2010 quando ho acquistato una 500 Elettrica trasformata dalla Microvett,  azienda romagnola pioniera dell’elettrico. Con quell’auto, 20 kWh di batteria e 120 km di autonomia , ho fatto più di 50.000 chilometri a zero emissioni e a costo zero .Ricaricando sempre gratis da impianto fotovoltaico, sia al lavoro che a casa.

Enrico è partito da una 500 modificata da Microvett

Enrico
La prima auto elettrica di Enrico: una 500 modificata da Microvett.

Ultimamente mi sono convinto, grazie agli incentivi statali ad acquistare una Opel Corsa elettrica e ho visto qual’è stato in questi 10 anni il progresso tecnologico. Sia nella densità del pacco batterie, 50 kWh , sia nella autonomia , oltre 350 km in città raggiunti agevolmente. Ma anche nelle prestazioni: uno 0/100 km/h in meno di 8,5 secondi, senza rinunciare a comfort e spazio nel bagaglio. E parliamo di una utilitaria. E finalmente la ricarica rapida in corrente continua. Ho utilizzato le colonnine di Enel X e ho visto che in 30 minuti si poteva ricaricare dal 20 all’80%: grande risultato impensabile anni fa. Però un po’ troppo costoso per la verità …..0,5 euro al kWh sono un prezzo spropositato , sopratutto se hai un impianto fotovoltaico a casa che ti consente di pagare zero euro. Ma la velocità di ricarica a volte serve. Poi mi è capitata un’occasione: ho dato indietro ad un concessionario la Opel Corsa elettrica per acquistare una Tesla model 3 Standard Range con un solo mese di vita. E a questo punto ho visto e compreso  perché la società Tesla vale 600 miliardi , più della somma di tutte le grandi società produttori di auto al mondo.

E dopo la Corsa-e la Tesla: “È avanti 4-5 anni…”

enrico
La Opel Corsa-e, la seconda auto elettrica di Enrico.

Quando ho guidato la Model  3, che ho pagato poco piu di un auto di classe media , mi si è aperto un mondo. La prima volta che ho fatto la ricarica al Supercharger mi sono impressionato della semplicità con cui si attiva il sistema  senza nessuna autorizzazione e attesa. Ho immesso 25 kWh – 200 km di autonomia in 15 minuti.  Impressionanti poi le prestazioni , questa è l’auto meno performante della serie Model 3  e fa comunque 0/100 km/h in 5,5 secondi. Con una autonomia che in città rasenta 400 km , grandissima efficienza hardware e software del powertrain. Il software di Tesla, infatti , si aggiorna continuamente in automatico come uno smartphone, in un mese ho già fatto tre aggiornamenti. È rivoluzionario , almeno 4/5 anni avanti a qualunque altra auto che esiste in commercio , integra tantissime funzioni di sicurezza e di utilità sconosciute a qualunque altra auto . Ciò’ che però mi ha impressionato di più della Model 3  è stato l’handling di guida. Devo dire che i tecnici della Tesla sono stati bravissimi a creare dal nulla un auto con una stabilità esemplare. E un divertimento di guida che solo auto blasonate come BMW e Alfa Romeo possono dare, queste ultime però con una storia di almeno 100 anni alle spalle.

enrico
E infine: la Tesla Model 3, che Enrico definisce “un altro mondo, avanti 4-5 anni sulla concorrenza”.
LA CONCLUSIONE DI ENRICO. Il mondo è cambiato , la tecnologia è oramai matura , la disponibilità di ricariche veloci sta aumentando di giorno in giorno e se ricarichiamo con energia rinnovabile siamo veramente a impatto e costo zero. Ora L’elettrico e’ davvero una reale e concreta alternativa.
—————————————————————————————————-
la BMW i3 dell'avvocatoIl mio primo anno elettrico” raccontato dai lettori. Gli altri articoli già pubblicati:  Qui il bilancio di Enrico, che in famiglia ha una Renault Zoe e una Volkswagen e-Up  — Qui Gianmarco e i primi 9 mesi con la Tesla Model 3  – Qui Michele e sua la Peugeot e-208 – Qui Mirko e la sua Hyundai Kona – Qui  Edilio con la sua BMW i3 dotata di range-extender – Qui  Alessandro con la sua Hyundai Ioniq EV –  Qui Walter con la sua Renault Zoe –  E qui Roberto con la e-Golf e Michele con la Zoe.
—————————————————————————————————-
enricoVuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —
Apri commenti

14 COMMENTI

  1. Domande a chi ricarica a costo zero con fotovoltaico : da quanti KW è il vostro impianto? Avete batteria accumulo da kW ? Qual’è la capacità della batteria della vostra auto?
    Grazie

    • Nel mio caso 6.6 kw di fv nord Italia.
      In estate producono col sole, al giorno, 30-40kwh.
      In inverno 10-15. Se nuvoloso 20 e 4.
      Tanto per dare dei numeri, ovviamente tutto è fluttuante ma almeno hai un’idea.
      Io a casa mia ne consumo circa 15 al giorno. Il resto nell’auto.
      In pratica da Novembre a Febbraio l’auto la ricarico pagando, il resto no o non tanto. Ho batteria di accumulo da 5kwh, fondamentale ad ottimizzare il tutto.
      Opel corsa-e

  2. Buongiorno. Volevo chiedere per chi ha un impianto fotovoltaico ed una tesla, se quest’ultima ha la possibilità di essere un accumulatore che ridistribuisce l’energia durante la fase notturna

    • Nelle prese delle auto elettriche l energia entra ma non esce ,poi non capisco il senso.
      Vorresti usare la Tesla per immettere energia nell’ impianto per farti pagare da Enel?

  3. Grazie Enrico per la tua recensione,, proprio quello che ci voleva.. per chi come me sta valutando se comprare tesla o qualche altra auto che nel 2021 escono… esempio Skoda enyak, vw id 3/4, mustang, cupra el born…

  4. Buonasera a tutti gli “Elettrici”…..io ho acquistato una Hyundai Ioniq ibrida nel 2017 perché volevo passare al “verde” e inquinare di meno (premetto che ho un impianto fotovoltaico) e sinceramente posso dire che mi sono trovato benissimo, tanto da farmi acquistare una Nissan Leaf per mia moglie (fa 83 km al giorno per andare al lavoro) e passare al full Electric. Non so con che auto abbia avuto a che fare il Sig. Rocco nel commento prima del mio, ma vi posso assicurare che le due auto che guidò sono due scalini sopra le auto “termiche” sia come prestazioni che come qualità costruttiva dell’auto. Ho avuto varie marche di auto in vita mia, compresa la marca italiana più famosa….baracche a confronto! Neanche paragonabili….diciamo un triciclo contro una Ducati (qualitativamente parlando). Non so se questa cosa del campo elettromagnetico sia vera, ma basta pensare che abbiamo il cellulare in tasca tutto il giorno e che ci sono antenne wifi ovunque, poi ci scagliano contro le auto elettriche…mah! Il futuro è l’elettrico, ricarica con fotovoltaico a costo 0. Io in un’anno di Leaf elettrica, ho risparmiato tra bollo e gasolio 2500 euro….e si guida che sembra di essere in paradiso! Buona serata a tutti.

    • Anche io ho solo provato una Tesla M3 dual motor per 10 minuti ed é stata una sensazione unica che mai avevo provato (automobilisticamente perlando)..
      quest’anno la compro!

  5. Salve,
    Una piccola analisi per me molto importante, ho considerato molte volte l’ipotesi di considerare il prossimo acquisto un auto elettronica, poi però ho scoperto e nessuno ne parla che le auto elettriche e anche le ibride hanno un grosso problema che nessuna casa automobilistica ha risolto, su queste auto siamo esposti a un campo elettromagnetico causato dai cavi e non ditemi che non è vero perché una persona che conosco che produce schermi e stato contattato da Renault per vedere se il suo prodotto era idoneo ma così non e stato. Quindi io per adesso sto alla larga fino a quando non viene risolto questo problema che poi non è mica l unico. (scarsa autonomia, costo elevato, struttura scadente,, costo di produzione spreco energetico per costruire le batterie e altro ancora)

      • ….ho provato anch’io una sensazione di disagio nel ricaricare la model 3 a 120 kW dallo strallo tesla…..sembra che emana corrente…non so….non è che ricarica anche l’autista eh….ahah

    • lo ha letto su fessubuck o lo ha detto suo cuggino ?

      sa cosa è una gabbia di faraday ?

      le su un’auto elettrica ha gli stessi problemi di un’auto a scoppio ..
      il maledettissimo cellulare ..
      che faremmo bene tutti a mettere in modalità aereo quando entriamo in macchina

      my 2 cent di perito elettronico

    • Non capisco… allora non è consigliabile prendere il treno e la metropolitana considerando che ci sono linee elettriche sopra e sotto la testa che devono fornire migliaia di kW; pure i conducenti (dei treni e metro) hanno sotto il sedere motori elettrici potentissimi. Poi ci sono quelli che si applicano direttamente gli elettrostimolatori per tonificare i muscoli, o le piastrine magnetiche per far passare i dolori …boooh.

    • P.S. e se invece fosse stato lo schermo che non era ben isolato e produceva onde elettromagnetiche che interferivano con i sistemi come il bluetooth dell’auto?

  6. Grandi! Tutto ciò vi fa onore per la vs scelta ecologica nn economicamente da poco..e quindi coraggiosa.Grazie a voi la gente potrà vagliare toccando con “mano” cosa vuol dire girare in elettrico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome