Home Ricarica e Bollette Energy Hub 149: in casa energia e wi-fi “tutto in uno”

Energy Hub 149: in casa energia e wi-fi “tutto in uno”

4

 

Silla Industries si cimenta con la ricarica bidirezionale dell’auto elettrica- E’la premessa alla rivoluzione del “Vehicle to home” (V2H), il veicolo che supporta i consumi elettrici domestici. La start up padovana dell’e-mobility affronta la sfida con un nuovo prodotto: Energy Hub 149.
Silla industries ha presentato per la prima volta al pubblico la rivoluzionaria soluzione a Power2Drive, evento fieristico di riferimento nel settore della mobilità elettrica e delle infrastrutture di ricarica che si è tenuto a Monaco. E pochi giorni dopo anche in Italia alla fiera Klimahouse 2022 di Bolzano.

Accumulo, ricarica V2H, inverter, modem router

Energy Hub 149 cerca di anticipare le tendenze in tema di sviluppo dell’automotive e offre così una soluzione completa  per gestire in un unico centro i consumi e le comunicazioni di un’abitazione, e incorporare più funzioni in un unico dispositivo smart tech.
Funge infatti da inverter solare, sistema d’ accumulo, caricatore per auto elettriche smart con connettore di tipo 2, ups per assicurare la tenuta della rete anche in caso di distacco improvviso o black-out e modem router per la connessione a internet di tutta la casa. La soluzione può essrere funzionale anche a piccoli uffici.

Silla brucia sul tempo l’industria automotive

«Ancora una volta vogliamo anticipare il futuro e offrire ai consumatori una soluzione che possa adattarsi alle esigenze di oggi, ma ancora di più a quelle di domani, guidando le tendenze e il mercato» ha  dichiarato Alberto Stecca, Ceo di Silla Industries.
«Quando l’ingegnerizzazione delle auto sarà matura, Energy Hub 149 sarà già pronto a trasferire l’energia accumulata dall’auto alla casa da destinare ai consumi domestici, creando una perfetta sinergia tra le batterie dell’auto e l’impianto elettrico dell’abitazione”.

Tante funzioni insieme: giù i costi

Alberto Stecca, a destra, con Cristiano Griletti. Sono i due fondatori di Silla Industries

I vantaggi di Energy Hub 149 sono molteplici, spiega Silla Industries. Il fatto che racchiuda al suo interno più devices è economicamente conveniente: il prezzo si abbassa e il “costo” di passaggio a nuova tecnologia per lo user/utente finale è unico. Le singole tecnologie, inoltre, non dovranno essere cablate singolarmente ma si troveranno riassunte in un solo apparato fisico dal design elegante e salva spazio.

Energy Hub 149 è anticipatore di funzionalità che rivoluzioneranno il ruolo dell’auto elettrica nella quotidianità di tutti i giorni.  Il passo successivo al V2H sarà infatti il V2G (Vehicle to Grid). Si tratta di far partecipare le batterie auto al sistema elettrico nazionale. Stoccando energia nei momenti di eccesso di produzione e rilasciandola nei picchi di richiesta.

Sul mercato dopo l’estate, ma si può prenotare

Energy Hub 149 sarà lanciato sul mercato nei prossimi mesi. Viste le numerose richieste pervenute subito dopo la presentazione Silla Industries ha deciso di aprire già ora le prenotazioni.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Vesper
Apri commenti

4 COMMENTI

  1. Uhm… ok… capisco che visto che montano linux embedded fare il router era quasi a costo zero ma davvero non ci azzecca nulla… mi spiace. Anzi.. è davvero inutile. Il router molto spesso si cambia prima di un sistema di accumulo! E apriti cielo quando devi infilarti nelle vicende delle TLC in Italia con i provider che vogliono metterti il loro router e devi lottare per usarne un altro.

    Per il resto è simile al Tesla e ben vengano alternative. Servono più specifiche e un orizzonte di prezzo. 🙂

    • /// Il router molto spesso si cambia prima di un sistema di accumulo! \\\ E’ un pó il problema di tutti i dispositivi “tutto in uno” che per modo di dire mettono tutte le uova nello stesso paniere… Sarebbe da verificare se, in caso di aggiornamento o manutenzione, con l’Energy Hub 149 sia possibile intervenire solo sul componente interessato senza dover disattivare l’intero apparato.

  2. Il prodotto è sicuramente interessante, però manca un elemento essenziale di valutazione: il prezzo e la capacità della batteria, che non sono indicate nemmeno sul sito.
    Sarebbe interessante un confronto con la PowerWall Tesla con opzione Backup Gateway, che è comunque integrata (tranne il router e onestamente non vedo perchè dovrebbe stare in garage, probabilmente già ce l’ho… ) o prodotti similari.

Rispondi