Home Alla ricarica Enel X, altre 3.000 stazioni di ricarica in Europa

Enel X, altre 3.000 stazioni di ricarica in Europa

0
CONDIVIDI
L'app di Enel X, oggetto del contenzioso con Google.

Enel X installerà 3 mila stazioni di ricarica per auto elettriche in Italia, Spagna e Romania utilizzando la linea di finanziamento europea del progetto AMBRA-Electrify Europa. Il progetto è cofinanziato dall’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti della Commissione europea (INEA), attraverso il suo programma per collegare l’Europa (CEF) e la Banca europea per gli investimenti (BEI), nonché attraverso risorse proprie di Enel X (LEGGI QUI).

AMBRA-E, coordinato da Enel X, prevede l’installazione delle 3.000  stazioni di ricarica lungo sette corridoi della  rete transeuropea di trasporto (TEN-T). Includono le principali strade di collegamento negli snodi urbani e sulle strade principali extraurbane. Dovrebbe essere completato entro il 2022. Le stazioni di ricarica entreranno a far parte della rete pubblica di infrastrutture di ricarica di Enel X in Italia, Spagna e Romania. Disporranno di ricariche Quick (fino a 22 kW AC), Fast (fino a 50 kW DC ) e Ultra-Fast (fino a 350 kW DC). L’intera rete sarà accessibile agli utenti registrati tramite l‘app Juice Pass di Enel X o le app dei partner di interoperabilità di Enel X e agli utenti non registrati tramite pagamenti ad hoc.

Il progetto prevede un investimento totale di 70,75 milioni di euro, dei quali 14,15 milioni provenienti dalla Commissione europea attraverso l’INEA. Inoltre, parte del prestito di 115 milioni di euro firmato con la Banca europea per gli investimenti (BEI) nel 2018. In Italia le nuove stazioni di ricarica, la cui distribuzione territoriale non è ancora decisa, fanno parte del piano Enel X per installare 14 mila infrastrutture di ricarica entro il 2022.

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome