Home Moto & Scooter Enel e Dorna lanciano FIM Enel MotoE World Cup

Enel e Dorna lanciano FIM Enel MotoE World Cup

0
CONDIVIDI
Enel MotoE

Celebrate a Roma le nozze tra Enel, Dorna, FIM ed Energica Motors per dar vita alla «FIM Enel MotoE World Cup».

Enel MotoE

La cerimonia di presentazione di quello che nel 2019 sarà, a tutti gli effetti, il primo campionato di moto elettriche del pianeta riconosciuto da organi internazionali è andata in scena alle Officine Farneto di Roma, in streaming mondiale. E’ il frutto di uno sposalizio di durata triennale che vede molteplici attori, tutti accomunati dal desiderio di far fare un salto di qualità sul piano tecnologico, etico e ambientale a uno sport come quello motociclistico che oggi è estremamente popolare a ogni livello.

Chiamati da Guido Meda, figura televisiva centrale nelle dirette delle gare motociclistiche trasmesse da Sky e Dorna Sports, sono saliti sul palco Vito Ippolito (presidente di FIMFédération Internationale de Motocyclisme), Francesco Starace (AD e direttore generale del Gruppo Enel), Carmelo Ezpeleta (AD di Dorna Sports), Livia Cevolini (CEO Energica Motor Company) e Francesco Venturini (numero uno di EnelX, la divisione di Enel che si occupa proprio di mobilità elettrica e di servizi digitali per clienti, città, aziende e Pubblica amministrazione) arrivato a cavallo di una fiammate Energica EsseEsse9. Il nuovo format di corse motociclistiche, è stato detto, parte senza nascondere le sue ambizioni.

Enel MotoE
Al centro, da sinistra, il patron di Dorna Carmelo Ezpeleta e l’ad di Enel Francesco Starace durante la conferenza stampa

Enel, in questa fase, partecipa come title sponsor ma il suo impegno non si ferma a questo. Nel piatto, infatti, ha messo tutto il suo know-how e la competenza necessaria a far sì che tutto funzioni al meglio dal punto di vista dell’infrastruttura elettrica, anche nei paddock del circuito, che alimenterà con energia pulita da fonti rinnovabili. E di elettricità ci sarà estremo bisogno considerando anche che la MotoE non sarà relegata a un cantuccio dove solo gli appassionati potranno seguirla bensì si integrerà al programma ufficiale già collaudato di gare che vedono scendere in pista Moto3, Moto2 e MotoGP. La MotoE correrà infatti in uno spazio che intervallerà le gare delle altre categorie. Sette i team alla partenza, già presenti nelle categoria MotoGP, più quattro che potranno aggregarsi a questi per un totale di 18 moto. Si contenderanno il trofeo finale su sei storici circuiti europei. Le gare si svolgeranno su un numero di giri stabilito sulla base dell’autonomia delle moto elettriche, facendo in modo che la riserva di energia sia sufficiente a portare a termine la competizione mantenendo le prestazioni velocistiche sempre al massimo del potenziale.

«Siamo lieti di annunciare la nuova partnership Dorna-Enel, con il solido supporto di Enel per lo sviluppo delle tecnologie per la generazione elettrica da fonti rinnovabili», ha esordito Vito Ippolito che ha poi aggiunto: «Sono 25 anni che FIM ha un programma di sostenibilità, un aspetto che rappresenta per noi un pilastro fondamentale del futuro del motociclismo e dell’evoluzione nel campo delle energie alternative.» Visibilmente soddisfatto dell’accordo e delle prospettive che apre per tutti gli attori, dagli sponsor ai piloti, Francesco Starace: «La collaborazione con Dorna sottolinea una volta in più l’impegno di Enel nella promozione costante dello sviluppo della mobilità elettrica». Ha poi ricordato che la multinazionale energetica più grande d’Europa prende questo accordo anche come «un’evoluzione naturale che rafforza la nostra posizione come Official Power Partner di Formula E, annunciata già nel 2016».

Enel MotoE

Proprio il logo dello sponsor Enel sarà visibile sulle tute dei piloti MotoE e sopratutto sulla livrea della Energica EgoGP, la moto che l’azienda di Modena creerà in qualità di unico costruttore per il futuro campionato del 2019 e che Loris Capirossi, testimonial d’eccezione, ha personalmente portato sul palco nel silenzio quasi totale di una sala con le orecchie tese a cogliere un rombo che non esiste. A far funzionare tutto alla perfezione ci penserà Enel X che offrirà la propria competenza tecnica e fornirà dispositivi di smart charging in grado di garantire una ricarica rapida delle motociclette Energica. Una succulenta novità presentata da questa divisione di Enel è il caricatore a batteria mobile, appositamente progettato per garantire un tempo di ricarica delle moto Energica di 30 minuti. Il 2018 servirà a mettere a punto ogni dettaglio, un anno di rodaggio prima del lancio nel 2019.

CONTINUA CON: EgoGp, ecco l’Energica da gara

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome