Home Alla ricarica Endesa (Enel): 5 mila ricariche nei distributori spagnoli

Endesa (Enel): 5 mila ricariche nei distributori spagnoli

0
CONDIVIDI

Endesa (Enel) installerà 5 mila ricariche nei distributori di spagnoli. L’accordo con la Confederación Española de Empresarios de Estaciones de Servicio (CEEES)

Una rete capillare in tutta la Spagna

Mentre la capogruppo italiana, l’Enel appunto, fatica a smuovere le resistenze dei petrolieri, in Spagna tutto sembra più facile. Il mercato è più ricettivo e la rete di ricarica per auto elettrica si arricchisce giorno dopo giorno. Con Endesa X, l’omologo iberico di Enel X, come protagonista. Saranno 5 mila le stazioni di servizio in cui verranno installate delle “isole di ricarica rapida”, a disposizione di tutti gli automobilisti.

Un passo fondamentale per raggiungere il traguardo fissato dalla numero uno di Endesa X, Elena Bernárdez, che ha fissato l’obbiettivo a 8.500 punti di ricarica in 5 anni.Vogliamo che che chiunque ha un veicolo elettrico possa ricaricare in totale tranquillità in tutta la Spagna“, ha detto la Bernárdez, “e questo accordo è un passo decisivo“. Il presidente della CEEES, Jorge de Benito, ha rivendicato che l’accordo “servirà per dimostrare che i nostri associati sono veramente impegnati nella lotta ai cambiamenti climatici”.

Il 7% dei dipendenti Endesa viaggia in elettrico

L’impegno di Endesa nella mobilità elettrica è iniziato dalla flotta aziendale e dal personale (qui il portale). Oggi sono 663, il 7% del totale, i dipendenti dell’azienda spagnola che ogni giorno usano l’auto elettrica: l’obiettivo è di arrivare entro il 2020 al 10%. Una flotta privata concentrata soprattutto a Madrid, le Baleari, la Catalogna e le Canarie. Il tutto nel quadro di un progetto, il Plan de Movilidad Eléctrica para Empleados (PMEE), giunto già alla quarta implementazione.

— Leggi anche: l’accordo Eni-Ionity per 30 ricariche fast nei distributori