Home Nautica Elektra, traghetto finlandese a batterie

Elektra, traghetto finlandese a batterie

0
CONDIVIDI

E’ il Nord Europa a disegnare la rotta della nautica elettrica. Abbiamo scritto di Norvegia (guarda), di Svezia (guarda) ma anche la Finlandia investe nella propulsione elettrica. Ecco la storia di Elektra, traghetto della compagnia statale FinFerries, premiato come nave dell’anno 2018.  Trasporta 90 auto e 375 passeggeri per viaggio. 

Naviga soprattutto in elettrico

Elektra è una nave ibrida che può navigare con propulsione diesel, diesel ed elettrica, solo elettrica. Ma assicura il trasporto dei passeggeri (375 compreso l’equipaggio) e delle auto (90) soprattutto con le batterie che vengono ricaricate in modalità supercharge durante la manovre di carico e scarico grazie ad un collegamento alla rete locale di terra. In 5 minuti il traghetto è pronto per affrontare il tragitto tra Nauvo a Parainen nell’Arco di Turku, su un percorso di 1,6 km che si percorre in 8 minuti. La propulsione diesel è di riserva ed emergenza. In particolare quando si forma il ghiaccio e la navigazione si fa più ardua.

 Elektra, nave dell’anno

 

Il risparmio viene considerato molto buono da parte della compagnia statale FinnFerries. Nonostante la capacità di trasporto di Elektra sia maggiore del 40% rispetto a quella della nave da più tempo in servizio nella tratta questa genera il 60% in meno di emissioni. Un risultato che ha portato a due importanti riconoscimenti internazionali: nave dell’anno alla conferenza Sulphur Cap 2020 ad Amsterdam e sempre nella città olandese al The Electric & Hybrid Marine World Expo 2018 ha ricevuto il premio principale dell’evento, quello dedicato al “Sistema di propulsione elettrica e ibrida dell’anno”.

I numeri del traghetto

Ecco alcuni dati su Elektra: lunghezza 97,92 metri; larghezza 15,20 metri; pescaggio 3,55 metri. La potenza di propulsione è pari a 1.800 kW (900 per motore) mentre per le batterie (a polimeri di Litio) si parla di 1MWh. I partner del progetto sono Siemens che ha fornito il  BlueDrive PlusC  ovvero il sistema di monitoraggio su energia e potenza necessaria che ottimizza i consumi. Poi il il cantiere polacco CRIST SA, Rolls-Royce, la società Deltamarin Ltd, con sede a Turku che ha elaborato l’idea e l’azienda polacca StoGda che lo ha realizzato. Le battiere sono di   PBS  e Cavotec ha consegnato l’originale ed imponente sistema di ricarica che garantisce tempi velocissimi come si può vedere nel video qui sotto

 

A bordo anche i pannelli solari

Elektra può contare anche sulla auto produzione di energia grazie ad una serie pannelli solari. “I traghetti elettrici sono fondamentali per spostamenti sostenibili, efficienti ed affidabili”, sostiene Mats Rosin, CEO di FinFerries. “Siamo orgogliosi di aver realizzato qualcosa di pionieristico con i traghetti della nostra flotta elettrica grazie a Siemens, e siamo entusiasti delle possibilità offerte da queste tecnologie”. I traghetti FinFerries trasportano ogni anno circa 4 milioni di veicoli e 10 milioni di passeggeri lungo 40 rotte nel paese nordico. Un gigante che può dare un importante contributo alla mobilità elettrica navale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome