Home Aziende Ecco Infinitum Aircore Mobility, la rivoluzione nel motore

Ecco Infinitum Aircore Mobility, la rivoluzione nel motore

6
CONDIVIDI
infinitum

La texana Infinitum ha presentato il suo nuovo motore elettrico a flusso assiale Aircore Mobility, al CES 2023. E’ un motore di propulsione e trazione  progettato per alimentare un’ampia gamma di veicoli elettrici. E’ più leggero, più compatto e ha prestazioni migliori rispetto ai motori tradizionali.

 

Può funzionare con alta efficienza su un’ampia gamma di velocità e condizioni di carico,  riducendo la perdita di energia nel processo, secondo Infinitum (qui il sito).
Il motore Aircore Mobility sostituisce il ferro pesante che si trova nelle unità tradizionali con uno statore a circuito stampato (PCB) leggero. E’ il 10% più efficiente, il 50% più piccolo, utilizza il 66% in meno di rame ed è dieci volte più affidabile, secondo il azienda.

Infinitum afferma che Aircore Mobility può raggiungere da quattro a cinque volte la densità di corrente di un motore convenzionale. Utilizza una tecnologia di raffreddamento a liquido che consente al refrigerante di essere a diretto contatto con lo statore. Questo mitiga il calore su una superficie più ampia, consentendo un’elevata capacità di sovraccarico e una maggiore durata.

infinitum

«La nostra topologia del motore Aircore elimina le perdite del nucleo e offre una gamma più ampia di velocità e condizioni di carico in cui il motore può funzionare a livelli di alta efficienza» dice Paulo Guedes-Pinto, vicepresidente della tecnologia. Aircore Mobility di Infinitum può equipaggiare veicoli di classe 1-8, macchine aerospaziali, marine, edili e agricole.

-Iscriviti alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

6 COMMENTI

  1. Non ho capito quale sia la potenza dell’Aircore Mobility ma basandomi sul “catalogo” Infinitum vedo che la potenza dei vari “modelli” non supera i 15 HP.. L’obiettivo della Casa è motorizzare i quadricicli ? A meno di prevedere i motori collegati direttamente alle ruote di auto o mezzi pesanti ma non mi sembra una soluzione tecnica molto presa in considerazione.

    • Lascia stare il catalogo, cercano finanziamenti per quello che vorrebbero fare e che trovi sotto Products-AirCore Mobility. Certo che se dovessimo basarci su quello che stanno facendo, sempre AirCore: il più grosso è un 11,19kW dal peso di 72,57kg (compreso di driver) e gira alla bellezza di ben…3.600RPM (quello della ZOE da 100kW gira a 11.163RPM).
      Il più piccolo è da 3,73kW, pesa 35kg, 35kg. Il motore del mio NIU che è sul mozzo è da 3,5kW, non credo pesi neanche la metà di questo, compreso di cerchio e pneumatico!

      • Grazie per le indicazioni, cercando nella sezione giusta 🙂 ho letto che per i (futuri) motori destinati ai mezzi di trasporto dichiarano potenze da 50 a 250 kW

  2. Non scherziamo: il motore a disco è cosa buona e giusta (e fonte di salvezza) ma nella pagina iniziale del sito Go Beyond c’è il confronto tra il loro motore e un asincrono a 4 poli da 1800RPM (60Hz). Se lo stesso asincrono, ripeto lo stesso motore da 5HP a 60Hz lo alimentiamo con un inverter a 120Hz tira fuori i suoi 10HP a 3600RPM. Un motore asincrono fatto per frequenze più alte non è più pesante, ha materiali con isteresi minori e altri amennicoli, pesa uguale e già 30 anni fa li si mandavano a 400Hz.
    Il motore asincrono (probabilmente da 2800RPM) del vostro trapano a colonna da 1/2CV (368W) lo potete vedere quanto è grosso. Fate il confronto con quello di una smerigliatrice da 11.000RPM da 750W, è 1/4. Il motore del mio Dyson V12 da 125.000RPM ha 525W ed è assimilabile come dimensioni a una pila torcia (L 61,5 – diam 34,2).
    Se non fosse per quest’articolo e per fare questo commento, se mi fossi imbattuto nel sito Go Beyond, al solo leggere la prima pagina avrei chiuso immediatamente.
    Staremo a vedere ma dal sottoscritto non prenderebbero neanche 1 centesimo.
    Voglio poi anche sottolineare come sia un Air-Core, non che non sia possibile ma provate a fare un trasformatore Air-Core, senza lamierini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome