Home Bici Prima Pagina E-bike Trek: una scorpacciata in tutte le salse

E-bike Trek: una scorpacciata in tutte le salse

2
CONDIVIDI

Le e-bike di Trek alla conquista del mercato 2020. Dalla innovativa linea Allant+ fino alle nuove trail,  sono tanti i modelli per il nuovo anno.

La statunitense Trek punta a rivoluzionare il mercato delle e-bike in vista del 2020. E lo fa puntando su Allant+, bici dal design elegante e intelligente con la potenza e l’affidabilità dei sistemi di pedalata assistita Bosch. 

Allant+ e nuovi motori Bosch

Allant+ è disponibile con telaio in carbonio OCLV e in alluminio Alpha. Ogni modello è equipaggiato con il sistema RIB (Removable Integrated Battery) di Trek. RIB cela completamente una batteria Bosch a lunga autonomia da 500Wh o da 625Wh all’interno del telaio. Ogni modello monta il motore Bosch Performance Line CX o Performance Line Speed. I modelli Allant+ con motori Performance Line CX assistono la pedalata fino a 25km/h. I modelli con motori Performance Line Speed sono ancora più veloci e assistono la pedalata fino a 45km/h. Pensati per il mercato interno americano.

Alcuni modelli sono equipaggiati con un controller Kiox a colori. Oltre a visualizzare le informazioni di guida, questi controller possono collegarsi ai dispositivi compatibili Bluetooth e dispongono di una funzione integrata per la prevenzione dei furti.

Alcune versioni destinate ai mercati nordamericani sono dotati di controller SmartphoneHub. Si tratta di una soluzione che trasforma lo smartphone del rider in un vero e proprio computer di bordo.

E-bike da strada e per tutte le stagioni

I parafanghi, il portapacchi posteriore e il sistema di illuminazione automatica alimentata dalla batteria Bosch consentono una guida comoda in città.

«Ogni aspetto dell’Allant+ è stato concepito pensando al ciclista – dichiara Darren Snyder, Global City Bicycles director – Volevamo creare una soluzione di trasporto perfetta, intuitiva e esente da sforzo, oltre a essere super veloce e divertente da guidare. Allant+ è davvero in grado di sostituire la tua auto».

Questo in virtù anche di Range Boost che integra perfettamente una batteria Bosch supplementare da 500Wh nel tubo obliquo della bici, raddoppiando la distanza e l’intervallo tra le cariche. Range Boost è compatibile con tutti i modelli Allant+, tranne che con l’Allant+ 7 Lowstep. Range Boost può essere installato esclusivamente dai rivenditori Trek al momento dell’acquisto o successivamente.

Modelli Allant+ 9S e 9.9S 

I modelli top di gamma della famiglia Allant+ sono dotati di telai in carbonio OCLV, batteria Bosch da 625Wh ad autonomia maggiorata e motore Performance Speed, il più veloce di Bosch. A partire dall’autunno i modelli saranno a disposizione sul sito trekbikes.com, ma anche in tutta la rete di rivenditori autorizzati che si possono trovare sulla pagina del sito. In tutto le varianti disponibili di Allant+ sono 12.

I prezzi di vendita consigliati vanno dai 3.499,00 €della Allant+ 7 ai 6.799,00 €della Allant+ 9.9S.

Ci sono anche le e-bike trail di Trek

Per chi fosse interessato al fuoristrada nel 2020 Trek ha la soluzione. Si tratta di Trek Rail, una e-mtb long travel. La nuova Trek Rail e gli innovativi modelli della linea Powerfly Hardtail sono equipaggiati con il motore Performance Line CX di Bosch. Questo motore è significativamente più piccolo e leggero rispetto alla versione precedente.

Ogni modello prevede una forcella da 160mm e un’escursione posteriore di 150mm. Per una maggiore efficienza sui terreni accidentati, alcuni modelli sono dotati di tecnologia RE:aktiv con ammortizzatore Thru Shaft. Ogni modello dispone inoltre di potentissimi freni a disco idraulici a 4 pistoncini e di una trasmissione Eagle a 12 velocità per una erogazione della potenza omogenea e progressiva. La maggior parte dei modelli viene fornito con una batteria maggiorata da 625Wh che assicura un’autonomia superiore e intervalli più lunghi tra le cariche. I prezzi di vendita suggeriti oscillano tra i 4.399,00 euro e i 10.999,00.

2 COMMENTI

  1. Vorrei sapere se il limite di velocità di 25 km/h in assistenza elettrica è riferito solo all’Italia, ovvero se ci sono e quali sono i diversi limiti europei, Svizzera inclusa.

    Trovo sia logico, in presenza di ciclovie e piste ciclabili, innalzare il limite di velocità in assistenza.

    25 km/h quando normalmente si procede a 38-40 km/h con la bici da corsa è un limite troppo basso. Oltre quel limite ci si ritrova a spingere una bicicletta più pesante e meno dinamica.

    È venuto il momento di rivedere il limite di velocità.

    • caro Alberto, grazie per la domanda.
      In tutta Europa (Svizzera compresa) vige una normativa dal 1 gennaio 2017 (la 168/2013) che divide le e-bike a pedalata assistita dalle speed bike o come vogliamo chiamare quelle che hanno un acceleratore. Per quanto riguarda le e-bike che possono circolare come normali bici, l’assistenza garantita fino a 25 km/h non significa limite di velocità. Significa che bisogna pedalare e il motore assiste fino a quella velocità poi se si ha la gamba si va. Le bici che superano tale assistenza sono equiparate a motorini 50 con le conseguenze di assicurazione, targa e casco obbligatorio.

Comments are closed.