Home Due ruote E-bike super light: le novità di Coboc e Thomus

E-bike super light: le novità di Coboc e Thomus

0
CONDIVIDI

E-bike super light in arrivo da Coboc e Thomus. Una gravel e una e-mtb, ma sempre sotto i 15 kg di  peso. Saranno presenti a  Eurobike 2022

La nuova ossessione del mondo e-bike si chiama leggerezza. Limare geometrie e sperimentare materiali innovativi alla ricerca di e-bike super light. Le ultime due uscite che vogliamo segnalare vanno in questa direzione.

Linee sempre minimal per Coboc

 

E-bike super light, Coboc ci è abituata

La prima a dire il vero ha nella leggerezza un vero e proprio marchio di fabbrica. Infatti l’azienda tedesca Coboc è da anni impegnata nella realizzazione di bici a pedalata assistita “sottopeso”. Unito a questo vi è anche un’ innegabile eleganza delle geometrie.

anche i fari sono integrati nel telaio

La nuova nata si chiama Sydney e racchiude in sé le due peculiarità tipiche della casa. Da Heidelberg sbarca a Francoforte in occasione di Eurobike 2022 questa e-bike urbana e gravel insieme dal peso di 14,5 kg appena. Progettata sia per la strada che per la ghiaia, la Sydney è dotata di un telaio in alluminio con una barra superiore affusolata disponibile in quattro dimensioni per ospitare ciclisti da 1,60 a 2 m di altezza. La forcella in carbonio aiuta a limitarne il peso.

per una e-bike 14,5 kg sono davvero pochi

Linee senza fronzoli e minimaliste come da tradizione sono mantenute grazie al passaggio dei cavi all’interno dei tubi. Il manubrio lievemente rialzato coi riser offre una comoda posizione di guida eretta. Sydney è dotata di un motore proprietario del mozzo posteriore da 250 W con 500 watt di potenza di picco per la pedalata assistita fino a 25 km/h. Il deragliatore Sram consente 11 velocità.

Costa meno di 4.000 euro

La batteria agli ioni di litio integrata nel telaio da 380 Wh permette un’autonomia tra 75 e 110 km. Il tempo di ricarica è di 2,5 ore. Cerchi da 28 pollici avvolti in pneumatici Schwalbe G-One Allround, la potenza frenante è fornita da freni a disco idraulici con rotori da 160 mm. Il faro Supernova Mini integrato più un fanale posteriore a LED completano la dotazione. Sydney sarà in vendita in Europa entro la fine del 2022 per € 3.799 nel colore verde smeraldo.

Con Thomus leggerezza e performance

E-bike super light: anche in montagna Thomus

Lightrider E Ultimate: si chiama così la nuova e-mtb della svizzera Thomus. Una mountain elettrica che viene presentata come “la prima elettrica da cross country completamente ammortizzata al mondo con un peso inferiore a 15 chilogrammi”.

Per la precisione il peso dichiarato è di 14,8 kg. Dotata di un telaio in fibra di carbonio, la bici è stata sviluppata in collaborazione con il produttore di motori svizzero Maxon. E incorpora il sistema di trasmissione elettrica del movimento centrale Bikedrive Air da 220 watt dell’azienda. Con una coppia di 30 Nm e un peso di 3,5 kg, questa configurazione aumenta la potenza di pedalata del ciclista fino a una velocità massima di 25 km/h.

 

le geometrie di Thomus

Il motore è alimentato da una batteria al litio da 36 V/250 Wh integrata nel tubo obliquo, che impiega 3,5 ore per caricarsi completamente. Sebbene non siano stati forniti dati di autonomia, è possibile estendere l’autonomia optando per una seconda batteria esterna della stessa capacità. Non sono ancora tutte note le specifiche tecniche della e-bike però i cerchi sono Swiss da 29 pollici rivestiti con pneumatici Schwalbe.

La forcella DT Swiss o Fox 34 con escursione della sospensione da 120 a 150 mm; un ammortizzatore posteriore DT Swiss R 535 ONE con 130 mm di escursione; un reggisella telescopico DT Swiss. I freni saranno idraulici a disco.

Rimaniamo in attesa di sapere quando uscirà e quanto costerà

 

— Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome