Home Bici E-bike per tutti, con tutte le ruote che vuoi

E-bike per tutti, con tutte le ruote che vuoi

0
CONDIVIDI

E-bike tandem, a tre e a quattro ruote che diventano auto a pedali, van per il trasporto merci e anche scuolabus. La rivoluzione elettrica a pedali continua

Non è vero che la bici elettrica deve avere soltanto due ruote. Chi ha detto che e-bike debba essere sinonimo di muoversi da soli? Il mondo della pedalata assistita è bello perché più vario di quanto possiamo immaginare.

Ora daremo un’occhiata ai veicoli elettrici della gamma là fuori che si rivolgono a più di un ciclista, oltre ad esplorare l’interessante mondo dei veicoli elettrici a tre e quattro ruote che si trovano al di fuori del segmento e-bike come lo conosciamo, ma chiaramente non sono auto elettriche.

E-bike per più di una persona

Per esempio una bici a pedalata assistita può benissimo essere per due. Ed ecco allora gli e-tandem. Il ben equipaggiato Thoris XT10 di Gepida sembra il mezzo adatto a viaggi lunghi.

Mentre Helios Steps, di Circe a Cambridge, UK, pone l’accento sul divertimento della famiglia. Con la flessibilità del suo telaio estraibile che offre un trasporto più facile della bici e può anche essere configurato come una terzina. Per portare i bambini che non pedalano sul retro. Si può scegliere di aggiungere un rack di carico, invece di un passeggero in più.

Se si desidera combinare la guida in tandem con il trasporto, il modello Morfeo di Circe può essere equipaggiato con il kit di assistenza alla guida-diretta Heinzmann.

E Moustache crea un tandem eMTB con doppia batterie. Si tratta delle Bosch Powerpack da 500 Wh e 36 Volt, che unite al motore della stesa casa portano a una autonomia di oltre 220 chilometri. Certo il prezzo che supera i 7.000 euro non è alla portata di tutti.

Tricicli che sono e-bike

Una volta aggiunta una terza ruota a una bicicletta, si aprono tutte le possibilità del mondo.

I trikes recumbent, come i normali trikes, sono sempre stati utili per chi ha voglia di pedalare, ma ha problemi di equilibrio. Ma offrono anche la possibilità di aggiungere più facilmente qualche forma di carenatura nella parte anteriore. Il che migliora ulteriormente i loro vantaggi aerodinamici. E se si desidera prova le gioie del ciclismo reclinato e l’aggiunta di una terza ruota, rimuove le difficoltà che alcuni ciclisti hanno con le reclinate a due ruote. Iin particolare manovrandole a basse velocità).

Un’azienda interessante è la ICE britannica. Produce una vasta gamma di trikes elettrici con una infinita gamma di modifiche e personalizzazioni da fare direttamente sul sito.

Con l’aggiunta dell’assistenza elettrica, uno degli inconvenienti dei trike, il loro peso in più, inizia a scomparire. Inoltre chi ha detto che le due ruote debbano essere per forza dietro?

L’idea di un veicolo elettricamente assistito viene portata a livello commerciale e diventa parte dell’infrastruttura di trasporto di una città quando viene messa in pratica da società del calibro di Velotaxi.

L’azienda è originaria di Berlino, i suoi mezzi ora si trovano nelle città di tutto il mondo. Utilizzando un motore con mozzo anteriore più la potenza del pedale per trasportare l’autista e due passeggeri.

Naturalmente, i trikes possono anche supportare una piattaforma di caricorobusta e l’energia elettrica trasforma il triciclo in una portacontainer estremamente capiente.

Uno dei primi esempi è la gamma Cycles Maximus del Regno Unito, in grado di trasportare 250 kg di carico su pendenze ripide.

Una versione più moderna della stessa idea è Radburro di Rad Power, disponibile nelle configurazioni flatbed, truckbed, cargobox e pedicab.

Quattro ruote, ma una e-bike

La terminologia inizia a diventare complicata una volta entrati nel regno dei veicoli a quattro ruote di assistenza elettrica. La Podride svedese potrebbe essere definita microcar, a giudicare dal suo aspetto ma rimane classificata come un pedelec nella legislazione dell’Unione europea e quindi nella burocrazia nell’UE.

Sfortunatamente sembra essere la complessità del design che sta trattenendo il Podride dall’entrare nella produzione di massa. Con l’azienda concentrata sulla riduzione del numero di parti uniche di cui avrebbe bisogno per attrezzare e produrre, nel tentativo di ridurre il prezzo di vendita previsto.

Anche lo scuolabus è e-bike

Altri veicoli a quattro ruote con pedalata assistita sono diventati definitivamente praticabili. 

Tolkamp, originaria dei Paesi Bassi, produce un sistema di assistenza elettrica e pedale a quattro ruote destinato al mercato delle scuole. I veicoli, dall’aspetto particolare, sono utilizzati in Francia e nel  paese d’origine. I bambini vanno a scuola e partecipano allo sforzo di pedalata,  divertente e coinvolgente. E aiutano ad alleviare i problemi legati al traffico scolastico.

A Rouen, in Francia lo Scoolbus a pedali è realtà, con il permesso dal Ministero dello Sviluppo Sostenibile. Gira da ormai  un certo numero di anni e sembra essere parte del tessuto di questa città.