Home Bici E-bike Olympia, potente come una Tesla

E-bike Olympia, potente come una Tesla

11
CONDIVIDI

Olympia EX 900 Sport, l’e-bike italiana con super batteria da 900 Wh, grazie alle celle al litio 2170. Si tratta della stessa tecnologia usata da Tesla per il Model 3

Sono tante le occasioni in cui si sono fatti paragoni con Tesla per promuovere un mezzo elettrico. Che sia un’auto, una moto o addirittura e-bike e monopattini. Stavolta però l’accostamento ha molto meno di pubblicitario e parecchio di tecnico. Grazie al lavoro di Olympia. Infatti la nuova nata della casa di Piove di Sacco (PD) Olympia EX 900 Sport monta una batteria da 900 Wh con celle al litio 2170. La stessa tecnologia che Tesla monta sul Model 3. Batterie che permettono più densità energetica, oltre a un motore tutto italiano.

E-bike da storia italiana

Olympia fa biciclette da oltre un secolo, ma non ha nessuna voglia di nostalgia. L’azienda milanese di cui ci siamo già occupati qualche tempo fa, ha deciso di abbracciare la via delle e-mtb già da diverso tempo.

«È la tendenza del momento, è la mtb che consente di esplorare qualsiasi terreno, strada o sentiero, indipendentemente dal nostro grado di allenamento e capacità tecnica. E’ la bici che offre quel quid in più di energia quando serve, quando il gioco si fa duro». Questa la policy aziendale di Olympia.

EX-900 più potente di Brose

 EX-900 Sport è una e-bike a prima vista semplice ma che nasconde diverse novità interessanti. Guardando la scheda tecnica il dato che salta subito all’occhio è quello relativo alla batteria. Si tratta della Olympia Power Nine, con la capacità record di 900 Wh. Per un raffronto basti pensare che il Brose del 2020 prevede un accumulo in batteria di 630 Wh. Qui si supera di un terzo le sue capacità.

Questo significa più assistenza e più a lungo. Dando alla e-mtb EX-900 SPORT un uso sportivo, con un’assistenza alla pedalata naturale e progressiva fino a cadenze molto elevate (120 Rpm). Il motore OLI Sport da 85 Nm è stato configurato su specifiche Olympia. La batteria Powernine, sviluppata in esclusiva per Olympia, esprime la straordinaria capacità di 900 Wh per una autonomia senza rivali. Si tratta di una motorizzazione adatta ad una guida grintosa e reattiva, con un’assistenza alla pedalata molto calibrata sull’intensità dell’azione muscolare. 

E-bike con motore ad hoc

Le celle 2170 consentono di ottenere maggiore densità energetica rispetto alle canoniche 18650, senza aumentare il volume. Nonostante la tanta energia stipata, il tubo obliquo che ospita la batteria ha un design snello e filante, per nulla appesantito. La batteria in questione è prodotta da Lg Chem, mentre quelle di tesla sono Panasonic.

 

Tali prestazioni sono merito anche del motore, secondo jolly pescato dal mazzo da Olympia, che è un OLI Sport, prodotto italiano realizzato nella motor valley, precisamente dalla OLI eBike Systems di Cesena. Il motore ha 5 livelli di assistenza, 85 Nm di coppia e pesa 3.5 kg.

Potenza high, prezzo low

Di serie viene montata con il formato ruote differenziato, ma al posteriore può accogliere anche la ruota 29”. La presenza del flip chip eccentrico consente di adeguare le geometrie della bici alle proprie preferenze nel caso si utilizzi l’allestimento “high” per una migliore conduzione in salita, oppure “low” per un maggiore controllo della bici in discesa, ma anche per equilibrare le quote ai vari formati di ruota.

La forcella è una RockShox 35 Gold con 160 mm di escursione, mentre l’ammortizzatore è un RockShox Deluxe Select+ Trunnion, il cui travel è 150 mm. Per il cambio troviamo uno SRAM SX Eagle, stessa marca della cassetta PG1210 e della catena Eagle Trigger. I freni invece sono affidati a Shimano con i BR-MT520 Twin Piston. Le ruote sono il classico mix di 27.5″ al posteriore e 29″ all’anteriore, gommate Schwalbe Magic Mary. È possibile comunque montare una 29″ anche al posteriore grazie al sistema flip chip. Il prezzo di listino della Olympia EX 900 Sport è di circa 4.300 euro.

11 COMMENTI

  1. sempre piu in alto, cmq x uso militare ci sono gia le 1000 wh, mi sembra un bel mezzo,,e rapporto prezzo ottimo .vediamo se qualcuno ne fa una recensione…

  2. Siamo sulla buona strada:
    Per il sistema motore-batteria.
    Per la geometria variabile.
    Per le ruote differenziate che permettono di avere un’anteriore stabile con un posteriore sufficientemente agile.
    (Io è dal 2010 che guido bici con 26 al posteriore e 29 all’anteriore).

  3. Mi. Sembra. Una. Buona. Scelta. Presto. Vi. Contatterò. Io. Abito. A. Firenze. Avete. Qui. Delle. Rivendite. Grazie. Carlo

    • Caro Carlo, noi non vendiamo bici elettriche. Ci limitiamo a scriverne, segnalando i prodotti che ci sembrano più interessanti.

  4. L’articolo inizia con un evidente errore concettuale poiché la batteria da 900 wh determina l’autonomia della bici e non ha nulla a che vedere con la potenza. Se per assurdo qualcuno inserisse un serbatoio da 500 litri su un’utilitaria con 60 cv, la definireste un’auto potente?
    La batteria di Olympia, inoltre, pur molto capiente, non rappresenta il record sul mercato poiché M1 Spitzing Evolution offre la sua bici con una batteria, optional, da 1050 wh ed è in vendita da tempo.
    Quest’ultima, inoltre, dispone di un motore TQ con una coppia di 120 nm che ad oggi può essere definito un motore per e bike molto potente. Borse, anch’essa produttrice di ottimi motori, la segue con 90 nm di coppia e al momento è utilizzato da più di 40 marche di ebike. Nessuna di queste, purtroppo, lo alimenta con una batteria superiore ai 750 wh.
    Auguro tutto il bene possibile ad Olympia, vorrei vederla presto ai vertici del mercato e leader nel settore.

  5. Paragonare una batteria ad un serbatoio é una semplificazione che si adatta alla maggior parte dei ragionamenti… ma nel caso specifico si verifica che una batteria di maggior capacitá é in grado di fornire una corrente maggiore di una di minore capacitá, grazie ad una minore resistenza elettrica interna, consentendo una maggiore potenza sviluppabile dal motore elettrico. Ovviamente questo é vero se anche il sistema di controllo della coppia lo consente. Si sa invece che la dimensione di un serbatoio di carburante per motore termico non influisce minimamente sulle prestazioni del motore stesso…. saluti a tutti Corrado Carradori

    • Non è proprio così, dipende dalle caratteristiche delle celle, una batteria meno capiente può essere in grado di scaricare una corrente maggiore di una più capiente. Sono dati che si desumono dai dati di fabbrica di ogni singola cella.

  6. Osservazione giusta ed esempio calzante,
    Chi usa già ebike sa già che la potenza non è un requisito fondamen tale ad un motore da 250 watt viene richiesta affidabilità e modulabilità,
    Ed alla batteria si richiede autonomia, meglio se frazionata in più batterie separate da utilizzare tutte od in parte a seconda del percorso da effettuare.

Comments are closed.