Home Due ruote E-bike: Nft e blockchain antifurto. Sara assicurazioni crea un registro

E-bike: Nft e blockchain antifurto. Sara assicurazioni crea un registro

3
CONDIVIDI
e-bike made in Italy

E-bike, Nft e blockchain antifurto. Questa l’idea di Sara Assicurazioni che crea il primo registro digitale in Italia che attesta la titolarità dei mezzi elettrici

Muoversi in e-bike o con un monopattino elettrico è sinonimo di grande libertà, lo diciamo da sempre. Non ci sono vincoli ambientali legati alle emissioni da combustibili. E neppure spese di assicurazione o bollo (a patto di rispettare le normative su  assistenza e velocità massima). Tutto questo ha una controindicazione e cioè che tali mezzi di trasporto sono oggetti  spesso piuttosto  costosi, che acquistiamo e mettiamo in strada con tutti i rischi che ne conseguono. Complicato ad esempio poter dimostrare il  fatto di essere proprietari di una e-bike se questa viene rubata. 

La soluzione di Sara: il Registro velocipedi

Per questo e per altro ancora Sara Assicurazioni ha creato il Registro sperimentale velocipedi. La  compagnia  assicurativa, nata nel 1946 e che oggi è  una joint venture con Aci, avvia infatti da ora la fase di sperimentazione: le informazioni necessarie all’identificazione e alla attestazione della titolarità e del valore del mezzo verranno memorizzate su registri distribuiti con tecnologia blockchain pubblica, generando un NFT (attestato digitale che identifica in modo univoco il mezzo).

Uno dei primi esempi di Nft: un token contenente dei metadati, un certificato univoco garantito dalla blockchain che l’ha certificato

NFT è l’acronimo per non fungible token, insomma un gettone non copiabile dunque unico. In  poco tempo è nato un mercato simile a quello delle opere d’arte, e di conseguenza un  dibattito. Ma in questo caso la tecnologia blockchain serve a conferire resilienza e non modificabilità ai dati validati e storicizzati su questi veicoli. Secondo il board di Sara Assicurazioni permetterà di generare ricadute positive, a cominciare dal ridurre il rischio di furti, truffe e acquisti incauti.

Più che assicurazione, una certificazione garantita da terzi

La fase di sperimentazione chiamata “Sandbox regolamentare” ha preso il via con la supervisione di IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni). E sono proprio gli stessi assicurati Sara a essere protagonisti. Accedendo alla propria Area Personale sul sito i Clienti della Compagnia possono registrare il proprio velocipede gratuitamente e in modo del tutto intuitivo. Basterà fornire le informazioni necessarie all’identificazione e alla attestazione della titolarità e del suo valore, che verranno quindi memorizzate su registri distribuiti con tecnologia blockchain pubblica, generando un NFT (attestato digitale che identifica in modo univoco il mezzo).

E-bike: come nascono Nft e blockchain antifurto

Sviluppato da Sara Assicurazioni in ottica di open innovation in collaborazione con il partner tecnologico e startup innovativa Solidity 2, il progetto è stato il primo a essere ammesso nella Sandbox Regolamentare IVASS. Si tratta di un ambiente controllato nel quale vengono testati prodotti e servizi tecnologicamente innovativi al fine di verificarne le potenzialità a fini assicurativi e antifrode.

Il progetto è in fase di sviluppo ed evoluzione: prossimamente è previsto il rilascio di versioni sempre più ampie e aggiornate del registro che potranno integrare contenuti assicurativi e servizi a valore aggiunto per tutti gli utenti e gli appassionati della nuova mobilità agile, multimodale e green.

Alberto Tosti

«Siamo orgogliosi di questo progetto che conferma e sottolinea molti dei valori che sono da sempre parte del DNA di Sara. L’attenzione all’evoluzione della mobilità, l’impegno per la sicurezza di tutti gli utenti della strada, la propensione all’innovazione, la sostenibilità». Ha dichiarato Alberto Tosti, direttore generale di Sara Assicurazioni, che conclude circa e-bike nft blockchain antifurto. «Il progetto rientra nella più ampia visione di realizzare un ecosistema della mobilità fatto di soluzioni e servizi a valore aggiunto fisici e digitali che possano accompagnare le persone nei loro spostamenti offrendo una risposta innovativa a tutte le esigenze di sicurezza».

 

-Iscriviti  alla Newsletter e al canale YouTube Vaielettrico.it-

Apri commenti

3 COMMENTI

  1. Non vorrei sembrare troppo “indietro” con i tempi 😉 ma non ho ben capito quali vantaggi offre il progetto di Sara Assicurazioni rispetto a idee simili esistenti da decenni e aggiornate con le tecnologie che nascono man mano (per esempio il classico Datatag che ora sfrutta i transponder RFID e il DNA “forense” https://www.datatag.shop/motorcycle-system)

  2. Il settore delle E-bike è in forte crescita già da qualche anno quindi non mi stupisce che le aziende più furbe o lungimiranti cerchino di creare nuovi business o di offrire delle soluzioni innovative per prime.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome