Home Due ruote E-bike Mercedes con motore da 750 W

E-bike Mercedes con motore da 750 W

5
CONDIVIDI

E-bike Mercedes con motore da 750 W per la nuova nata di EQ e N+ la divisione bici elettriche del marchio di Stoccarda. Una e-bike da 130 Nm di coppia e potenza tripla

Mercedes EQ ci ha preso gusto. La branca elettrificata del brand tedesco per antonomasia ha portato un nuovo modello in dote a N plus bike (semplicemente N+ per i giovani). La nuova e-bike Mercedes con motore da 750 W vanta una coppia eccezionale e offre la trazione integrale. Quindi potenza tripla rispetto a quanto accettato sulle strade italiane.

Nuova e-bike Mercedes con motore da 750 W

Un modello estremo per una e-bike illegale nel vero senso della parola. Illegale perché, così come è, nel nostro Paese dovrebbe essere considerata alla stregua di un ciclomotore per andare in strada. Ma illegale anche per il fascino di alcune trovate. Innanzitutto 130 Nm di coppia. Qualcosa cui siamo abituati solo nel mondo delle motociclette.

E-bike Mercedes: motore da 750W

Inoltre parliamo di una bici elettrica a trazione integrale con prestazioni forse mai viste prima d’ora su una e-bike di questo livello. Al posto dei cambi con decine di marce che siamo abituati a vedere su questi piccoli veicoli a due ruote ideali per la città, sulla nuova bici il rapporto è uno solo. Invece della solita trasmissione a catena poi è stata inserita una cinghia rinforzata in fibra di carbonio, che è stata progettata e realizzata attentamente per durare fino a più di 32.000 chilometri di percorrenza, senza che sia necessario alcun tipo di manutenzione.

Tanta potenza e zero marce

 

Siamo di fronte a una e-bike Mercedes dalla potenza tripla che frantuma ogni record e si avvicina alla moto senza somigliare affatto a una moto. In  tutto e  per tutto siamo di fronte a una e-bike dal design e-mtb. Anche  il peso di 29 chilogrammi è in tutto e per tutto in linea con le bici a pedalata assistita “normali”. Questa Mercedes-EQ Formula E Team e-bike championship edition (nome intero della e-bike) ha  doppio motore. Stiamo parlando infatti di ben 750 W (0,75 kW), praticamente il triplo di quello che il Codice della Strada permette in Italia per le bici elettriche. Questa e-bike raggiunge la velocità massima di 45 km/h.

Ricarica rapida e prezzo non così folle

La nuova Mercedes-EQ Formula E Team e-bike championship edition inoltre è stata equipaggiata con due freni a disco idraulici e il telaio con ruote da 29 pollici, a cui vengono montate gomme semi-slick. Il tutto ottimizzato per essere guidato da ciclisti che sono alti tra il metro e sessantacinque e i due metri. L’intera scheda tecnica vanta numeri eccezionali, da record, e non soltanto per quanto riguarda la potenza e la coppia. Parliamo anche di autonomia da primato, visto che la nuova e-bike N+ garantisce una percorrenza di 120 chilometri con una ricarica di 3,5 ore.

Ricarica ultra rapida in 3,5 ore

Tutte queste dotazioni fanno lievitare il prezzo di vendita, che resta comunque allineato a quello di molte hard tail e e-mtb di alta gamma. Ci si aspetterebbe un costo da doppia cifra e invece la bici elettrica Mercedes-EQ Formula E Team eBike Championship Edition viene venduta al prezzo di 6.340 euro. Con un piccolo sforzo in  realtà si potrebbe anche portare a casa un bolide che però poi andrebbe tenuto nascosto. O usarla nel chiuso di spazi privati in cui scatenarsi al triplo della potenza.

— Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Apri commenti

5 COMMENTI

  1. Chi vuole promuovere l’ elettrico si dovrebbe vergognare a fare un articolo di questo tipo. Invece di provare e promuovere la bici elettrica per tutti, da 1500 euro, si promuove una bici che costa come un auto ed è pure fuorilegge. Potenza della pubblicità !

    • Caro piero, qui non si promuove nessun prodotto e non c’è pubblicità alcuna perché per essere tale dovrebbe essere commissionata e pagata. In centinaia di articoli dedicati alle e-bike potrà contarne decine e decine su mezzi a basso costo. Qui si fa giornalismo e si segnalano le novità interessanti. Questa e-bike lo è senza alcun dubbio. Rispediamo volentieri la vergogna al mittente

      • /// un modello estremo per una e-bike illegale nel vero senso della parola. Illegale perché, così come è, nel nostro Paese dovrebbe essere considerata alla stregua di un ciclomotore per andare in strada \\\ Leggendo questo passaggio, piú che un articolo mi sembra quasi una stroncatura… Non direi che si tratti di un veicolo illegale in sé perchè per rispettare la normativa basta immatricolarlo appunto come ciclomotore (vedasi modelli simili ma ancora piú pesanti come il Light Bee https://www.vaielettrico.it/sur-ron-light-bee-dirt-bike-da-citta-con-diritto-di-ecobonus/) Fra l’altro la regolamentazione svizzera, di certo non molto permissiva, giá da tempo prevede senza problemi veicoli di questo tipo dalla potenza analoga (https://www.tcs.ch/it/test-consigli/consigli/biciclette-bici-elettriche/bicicletta-elettrica-normativa.php)

      • Questa e-Bike è la rappresentazione di come dovrebbe essere una bicicletta elettrica adatta a scendere in strada senza essere travolti nel traffico perché si procede a bassa velocità.
        In Svizzera i Confederati utilizzano biciclette da città con motori da 500W di potenza e velocità massima di 45 km/h.
        Chiunque può acquistare una e-Bike confederata purché sia omologate e sia stata fatta la trasposizione dell’omologazione alla motorizzazione italiana. La si acquista e ci si reca ad un ufficio ACI portando con se il certificato di immatricolazione (da tenere quando si esce con la bicicletta) sul quale verrà applicata dall’Aci una marca da 16,00 euro e la targa di 95,00 euro che consente di assicurare il mezzo anche contro il furto. Ovviamente non c’è l’obbligo del bollo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome