Home Due ruote E-bike in carbonio: l’utopia urbana superlight è Urtopia

E-bike in carbonio: l’utopia urbana superlight è Urtopia

5
CONDIVIDI

E-bike in carbonio, Urtopia è super light ,con i suoi 15 kg totali. E anche super stilosa.  Una  bici che ha avuto successo su Indiegogo e ora è in vendita sul sito dell’azienda di Hong Kong

L’innovazione leggera del mondo e-bike arriva anche da Hong Kong. Parliamo della bici a pedalata assistita di Urtopia. Il nome della ex start up, ora azienda produttrice a tutti  gli effetti, sta per utopia urbana. E  questa Urtopia è fatta per girare in città senza troppi assilli. Secondo l’ultimo trend la bici è in carbonio e usa la cinghia di trasmissione al posto della catena. Pesa 15 kg in totale e può essere acquistata sul sito Urtopia a circa 2.600 euro. Particolare non di poco conto: le spedizioni da Hong Kong non sono soggette a costi di dogana.

E-bike in carbonio Urtopia: i dettagli

Per quanto riguarda le specifiche di base, l’Urtopia è dotata di telaio, forcella, manubrio e reggisella in carbonio; una trasmissione a cinghia Gates Carbon a una velocità. Cerchi in alluminio di marca con pneumatici Kenda Kwest 700 x 35c resistenti alle forature. Inoltre i freni sono a disco idraulici di marca propria. Con il suo peso di  15 kg si piazza tra le più leggere sul mercato ed è in grado di supportare un peso massimo del ciclista di circa 110 kg. Gli acquirenti possono scegliere tra dimensioni del telaio Medium e Large.

una e-bike da 15 kg piena di tecnologia

Le specifiche elettroniche dell’Urtopia includono un motore con mozzo posteriore da 250 watt. Una batteria agli ioni di litio Samsung da 360 Wh incorporata nel tubo obliquo; un faro StVZO integrato da 100 lumen. Un fanale posteriore integrato con indicatori di direzione a proiezione, più uno schermo di controllo a LED integrato nel manubrio. Quest’ultimo mostra dati come livello di carica, velocità attuale, distanza percorsa e livello di assistenza del propulsore.

Una sola marcia, ma 5 tipi di  assistenza

A tal proposito, è  possibile scegliere tra cinque modalità di viaggio utilizzando uno dei due pulsanti di controllo montati sul manubrio. La velocità massima assistita di 20 mp/h (32 km/h) per i modelli venduti in Nord America e ovviamente 25 km/h in Europa. La carica della batteria è presentata con un range tra i 50 e i 130 km a seconda dell’assistenza. Per esperienza meglio fare la tara su certe dichiarazioni di fabbrica.

la cinghia Carbon Gates

C’è anche di serie un interessante scanner di impronte digitali in uno dei pulsanti di controllo per sbloccare la bici. Così come c’è il controllo vocale tramite microfono sul display. Un sistema di feedback tattile che fa vibrare le manopole per confermare i cambiamenti nel livello di assistenza. Non manca  poi un sistema antifurto che emette allarme e avvisa l’utente tramite un’app di accompagnamento se la bicicletta viene spostata mentre viene lasciata incustodita. 

Fluidità di corsa e tanta tecnologia

Fiore all’occhiello di Urtopia a detta di chi l’ha provata è la fluidità della trasmissione a cinghia, aiutata dalla marcia unica. Allo stesso tempo il sensore di coppia della bici attiva il motore senza alcun ritardo e compensa proprio il fatto che l’Urtopia è a velocità singola, poiché aumenta automaticamente la quantità di assistenza quando i ciclisti iniziano a pedalare più forte in salita. I dispositivi di illuminazione appaio forse un po’ ingombranti ma di  certo aiutano nella guida notturna. 

le luci sono grandi ma utili

Infine si metta l’anima in pace chi vorrebbe montare pezzi non originali Urtopia alla propria bici. Infatti a causa del design del telaio “unico” dell’Urtopia, essa non è  compatibile con nessun vecchio parafango, portapacchi, portaborraccia o cavalletto standard. Tali accessori sono disponibili attraverso il sito web aziendale, realizzati appositamente per l’utilizzo con Urtopia.

— Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Apri commenti

5 COMMENTI

  1. Io ho scelto il made in spain
    Orbea Vibe..rapporto qualità/prezzo Top. Da un anno vado al lavoro in bici 15km +15 km evito il traffico e mi tengo pure in forma…

  2. Inizia ad accorciarsi la distanza verso la pensione e dopo l’auto elettrica, mi piacerebbe tanto una E- Bike. I prezzi sono altini, ma se si vuole prenderne una di qualità bisogna andare su queste cifre. Questa Urban è molto bella e sembra essere tecnologicamente molto interessante.
    Secondo voi vaielettrico, il prezzo è interessante rispetto ai prodotti che si possono trovare dai rivenditori italiani?

    • Queste eBike sono definite Hybrid Commuter
      Rivolgerei lo sguardo al Made in Italy:
      – WILIER TRIESTINA per provare una Triestina Hybrid Commuter con motore Mahle Ebikemotion tutto magistralmente integrato e pedalata naturale a circa 3.000 – 3450 euro.
      – Pinarello Nytro Roadstar 4.000 euro con motore Fazua Evation e tre livelli di assistenza:
      Breeze: spinta di 100 watt simula la sensazione di avere il vento a favore
      River: sostegno progressivo di supporto e potenza muscolare 210 watt
      Rocket: assistenza aggressiva per affrontare salite ripide con un apporto di potenza muscolare moderata 250 watt.
      Per tagliare la testa al toro, una corsa endurance per fare centinaia di km in una mattinata: la Colnago E64 E-BIKE, si trovano in offerta a 4.700 euro. Stupenda in ogni dettaglio.

        • Se invece vorrai affrontare salite, discese, percorsi sterrati, strade bianche toscane e percorsi moderatamente cross country una gravel, più stabile in pedalata e in frenata e con una migliore trazione. Una eBike che consente molto anche nei lunghi viaggi in montagna sceglierei sempre il Made in Italy.

          Bianchi E-IMPULSO GRAVEL GRX 600 a 3.449 euro
          Cinelli Zydeco Electric Mud 4.990 euro
          WILIER Triestina Jena Hybrid 4.900 euro

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome