Home Bici Le ebike di Eicma 2018

Le ebike di Eicma 2018

0
CONDIVIDI

Ebike protagoniste a Eicma, fissato a Milano dal 6 all’11 novembre. L’esposizione internazionale del ciclo e motociclo dà grande spazio alla pedalata assistita. Alcune anticipazioni di quelle che vedremo

Edizione numero 76 di EICMA all’insegna delle ebike. La kermesse internazionale delle due route si svolgerà a Milano, dal 6 all’11 novembre, presso il polo espositivo di Rho Fiera. L’attesa per l’edizione 2018 è grande perché vedrà la maggior partecipazione di sempre da parte dei produttori di biciclette elettriche a pedalata assistita.

 

Infatti è confermata la presenza di un’area tematica completamente dedicata alle ebike che offrirà anche l’opportunità di testare vari modelli pronti per il 2019. Un padiglione solo di pedalata assistita, sui 6 per oltre 100 mila metri quadrati che compongono l’intera rassegna. 

Ebike per un’edizione Eicma da record

L’importanza di quest’area è confermata anche da Andrea Dell’Orto, presidente di Confindustria ANCMA (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori). «Il mercato sta facendo registrare una fortissima crescita: solo l’anno scorso sono state vendute in Italia quasi 150mila e-bike, pari a un più 19% rispetto al 2016 e anche i numeri di quest’anno sono molto positivi». Dati che fanno il paio con altri molto interessanti: «La produzione nostrana nel 2017 è cresciuta del 48%, ma anche in tutta la filiera in termini di componentistica, progettazione, design e brevetti».

Prosegue Dell’Orto: «L’innovazione è da sempre protagonista del nostro evento espositivo, ad EICMA trovano spazio le nuove tendenze e le soluzioni più avanzate che riguardano la mobilità su due ruote». Per questo l’aera ebike viene offerta all’interno dell’esposizione come opportunità alle imprese e per gli appassionati e quest’anno occuperà una superficie ancora più grande rispetto alle edizioni precedenti. 

Le anticipazioni di Eicma 2018/Cannondale

Cannondale, marchio leader del settore mountain, presenterà la nuova elettrica Moterra Neo. Ottima l’estetica grazie all’adozione della batteria Bosch PowerTube, integrata nella struttura del tubo obliquo, con capacità di 500 Wh. Il motore è sempre Bosch da 250 Watt così come la trasmissione della serie Performance CX, che permette di avere la migliore intensità di assistenza elettrica alla pedalata. La posizione dell’unità permette di utilizzare foderi bassi molto corti.

Per quanto riguarda le ruote, Cannondale ha deciso di restare più nel tradizionale con misura da 27.5″ con gomme da 2.6″. Forcella e ammortizzatore sono RockShox. Cambio, catena e leve freni possono essere di Shimano o SRAM a seconda della versione. Questo perché Moterra Neo esiste in tre varianti: Moterra Neo 1 dal costo di 5.799 euro, Neo 2 per 4.999 euro e infine Neo 3 per 4.199 euro.

Ducati e Bianchi

Ducati e Bianchi collaborano da tempo per portare sul mercato bici e ebike con logo della casa di Borgo Panigale. Uno degli ultimi prodotti presentati nella gamma delle bici a pedalata assistita è la sportiva TT Evo, sempre basata sulla piattaforma “Tutto Terreno” e parente diretta della TT Evo S. Parliamo sempre di una full suspension da trail, con impostazione sportiva e oggi migliorata ancor più nel design grazie alla nuova batteria Powertube di Bosch, direttamente integrata e nascosta nel telaio.

Anche il motore è il solito Bosch della serie CX, così come accennato la batteria, da 500 Wh. La forcella è una Rock Shox Revelation Charger da 140mm, stesso marchio dell’ammortizzatore che è un Deluxe RT3. Comandi, cambio e freni sono tutti Shimano Deore, mentre le ruote sono Wtb Scraper da 27.5″.

Le taglie disponibili sono 4 con un prezzo a partire da 4.300 euro, in colore nero o rosso Ducati.

Specialized

Nuova gamma Turbo Levo per i californiani di Specialized. Diversamente da altri marchi che si affidano a motori Bosch, Yamaha o Bafang, Specialized conferma i mid-drive Brose. Le Turbo Levo di quest’anno integrano le nuove unità con peso ridotto dell’11%, da 3.4 kg a 3 kg, ma con un aumento della coppia massima a 90 Nm. I motori Brose inoltre offrono il vantaggio di riduzioni con collegamento a cinghia e non a catena, offrendo quindi un movimento sensibilmente più silenzioso.

Come detto, l’altra novità sono le batterie. Disponibili in diverse taglie, arrivano ora a un massimo di 700 Wh. Per ottenere questo risultato Specialized ha abbandonato le celle al litio di formato 18650 passando alle 21700, esattamente come ha fatto Tesla nel mercato automotive. Il resto della componentistica è sempre di alta gamma con i soliti nomi noti, da RockShox a SRAM, per prezzi che partono da circa 5.000 dollari, fino al doppio per la top di gamma.

Peugeot

Sono diverse le case automobilistiche che stanno espandendo i propri orizzonti in altre tipologie di mobilità. Peugeot è tra queste, che presenta le sue ebike motorizzate Bosch. Anche per i francesi molto spazio alle eMtb. Si tratta della full suspension eM02 FS Powertube SLX11 con batteria integrata Bosch. Stessa novità anche per la versione con migliori equipaggiamento (come la forcella RockShox al posto della Suntour), la GX11. Per la SLX11 sono necessari 4.199 euro, che salgono a 4.599 euro nel caso della GX11.

Intense Cycles

Anche Intense Cycles ha deciso di lanciarsi nel mondo delle ebike. Per la precisione lo fa con una All Mountain elettrica, la Tazer Pro Build. Telaio completamente realizzato in carbonio, monta ruote in misure diverse, 29″ all’anteriore e 27.5″ al posteriore.

Il design è aggressivo e moderno ma al tempo stesso originale per la particolare forma del tubo che alloggia la batteria, con capacità di 504 Wh. La scelta del motore è ricaduta su Shimano E8000, con 250 Watt di potenza e velocità massima di 25 km/h, mentre forcella e ammortizzatore sono FOX Factory.

Anche la trasmissione è Shimano, XT/SLX a 11 velocità con corona 34T e cassetta 11-42T. Anche i freni sono Shimano XT, idraulici a pistoni con dischi da 203 mm.

Interessante anche la scelta del display Shimano Steps LCD, compatibile con collegamento bluetooth. Tre le taglie che saranno presto disponibili, small, medium e large, in unico colore giallo/nero, per un prezzo di 7.499 euro. 

Fantic

Ha stupito molti la scelta di Fantic di presentare un prototipo di eMTB da downhill, in occasione del suo cinquantesimo anniversario. La XF1 Integra 200 DH, questo il suo nome, consentirebbe di godere della fase di risalita e anche della discesa, quasi andando a creare un settore nuovo o una nuova disciplina. Il telaio ovviamente ha le geometrie adatte allo scopo, e si impreziosisce di dettagli in carbonio. Durante EICMA 2018 si sapranno altre novità.

Il motore scelto è un Brose, forcella e ammortizzatore RockShox, con escursioni di 200 e 192 mm. La batteria è generosa, con 630 Wh. Ultimo dettaglio di questo particolare prototipo sono le ruote di misura diversa. 29″ all’anteriore e 27.5″ al posteriore.