Home Sharing E-Vai con Be Charge nel car sharing diffuso in Lombardia

E-Vai con Be Charge nel car sharing diffuso in Lombardia

0
CONDIVIDI

Be Charge ed E-Vai si alleano per sviluppare un innovativo servizio di car sharing elettrico nei comuni lombardi di Bergamo, Bollate, Busto Arsizio e Como. I quattro comuni fanno parte del progetto europeo I-SharE LIFE che punta sulla mobilità condivisa multimodale centrata sulle stazioni ferroviarie.

Stazioni, aeroporti e città in rete

In base all’accordo l’operatore della ricarica Be Charge affiancherà E-Vai nel dotare di colonnine di ricarica una serie di nuove postazioni che fungeranno da puti di prelievo e di consegna per le auto elettriche in sharing, ma anche da stazioni di ricarica pubbliche per le auto elettriche di privati cittadini. E-Vai è attiva dal 2010 e sta progressivamente sostituendo la sua flotta con veicoli EV. Opera con 110 vetture collocate in 42 postazioni nel capoluogo lombardo, in altri Comuni della regione e nei tre aeroporti di Malpensa, Linate e Orio al Serio.

Obiettivo: 500 auto Ev in flotta

Le colonnine già disponibili sono 50 e servono ad alimentare il parco auto elettrico che si compone oggi di Renault Zoe e Nissan Leaf. Ma nel piano industriale del gruppo FNM è previsto un aumento della flotta elettrica fino a 500 unità e postazioni dotate di punti di ricarica in tutte le 25 stazioni ferroviarie lombarde di Ferrovienord.

Be Charge affiancherà E-Vai nella sperimentazione di un sistema innovativo di gestione delle colonnine di ricarica e dei relativi spazi, sia ad uso pubblico sia riservata al car sharing E-Vai. L’obiettivo è identificare la metodologia più efficace per la diffusione della mobilità elettrica attraverso un’infrastruttura di ricarica capillare. In particolare,  integrare il sistema di gestione della flotta di E-Vai con quello delle infrastrutture di Be Charge per consentire l’uso reciproco e un utilizzo al pubblico dei punti di ricarica nei periodi in cui non è prevista la presenza delle auto del servizio E-Vai.

Due circuiti integrati

Nell’ambito del progetto, Be Charge procederà all’installazione di nuove infrastrutture di ricarica, all’ottimizzazione del software del sistema di ricarica e allo sviluppo del proprio sistema operativo per dare ad E-Vai piena visibilità dello stato delle stazioni di ricarica. «Siamo orgogliosi di questa collaborazione _ dichiara Paolo Martini, aministratore dlegato di Be Charge _ Attraverso questo innovativo progetto lo sviluppo della mobilità sostenibile in Italia diventa ancora più concreto, e, grazie alla rete E-Vai, coinvolgeremo altre 20 città della provincia Lombarda. Siamo certi – conclude Martini – che otterremo ottimi risultati e che la mobilità elettrica potra partire a pieno regime a livello nazionale».

L’Ad di Be Charge Paolo Martini

«La sperimentazione che attiviamo in collaborazione con Be Charge offrirà la possibilità di migliorare la gestione dell’infrastruttura di ricarica, ampliando la copertura del servizio in contesti abitativi medio piccoli, come i quattro comuni lombardi individuati dal progetto europeo I-SharE Life _  afferma Augusto De Castro, consigliere dlegato di E-Vai _. Potenziamo così il nostro servizio ai cittadini di car sharing elettrico a diffusione regionale e connesso al sistema del trasporto pubblico che rappresenta un’alternativa più sostenibile, dal punto vista economico ed ambientale, all’uso di un auto privata».

Un nuovo servizio pubblico-privato

BE Charge fa parte del Gruppo Building Energy, ed è un operatore integrato per la mobilità elettrica. Sta realizzando una delle maggiori e più capillari reti di ricarica pubblica per veicoli elettrici in Italia.

E-Vai, controllata al 100% da FNM, gestisce i servizi di mobilità sostenibile del Gruppo. Nel 2011 ha lanciato il primo servizio di car sharing elettrico con diffusione a livello regionale e integrato con il trasporto ferroviario. Può vantare una flotta per l’88% completamente elettrica.

Grazie a circa 100 E-Vai point è presente nei luoghi strategici (aeroporti, stazioni, piazze, ospedali, università) di oltre 30 località lombarde. Offre servizi non solo per i cittadini, ma anche per aziende private e per la Pubblica Amministrazione. Di recente è stato sperimentato un nuovo servizio che consente di utilizzare per il normale car sharing le auto di servizio in dotazione ad enti pubblici, limitatamente agli orari extra ufficio e nei week end. (LEGGI)

Nel 2018 il servizio di car sharing lombardo ha fatto registrare circa 15.000 noleggi con una media di 45,5 Km percorsi e una media di 3 ore di utilizzo. Oggi al servizio sono registrati circa 50.000 utenti di cui 8.000 abituali.

La flotta attuale sarà presto ampliata con 100 nuove vetture elettriche la cui consegna si concluderà entro il periodo estivo. Diversi i piani tariffari. Uno Gold che prevede un versamento anticipato di 60 euro che vengono poi scalati dalla tariffa oraria di 6 euro.

Un secondo, Silver, che non prevede versamenti anticipati, ma un sovraprezzo di 5 euro per ogni noleggio da sommarsi all’identica tariffa oraria di 6 euro. Il cliente prenota l’auto, la sblocca e paga attraverso un’App scaricabile dal sito E-Vai. Consegna e prelievo avvengono presso le postazioni segnalate nell’App. La ricarica è a carico degli addetti al servizio.