Home Bici E-rim e l’e-bike sta tutta in una ruota

E-rim e l’e-bike sta tutta in una ruota

0
CONDIVIDI

E-rim è la ruota che trasforma in e-bike qualunque bicicletta. Arriva da Taiwan e si trova in offerta sulla piattaforma Indiegogo

Per fare una e-bike basta una ruota anteriore. Questa è la semplice idea venuta all’azienda di Taiwan E-rim. Il progetto è da poco tempo sulla piattaforma di crowfunding Indiegogo e ha ampio margine di crescita. Infatti nei prossimi 25 giorni deve riuscire a raggiungere i 9.000 euro di target per iniziare la produzione.

E-rim, il segreto è la semlicità

«E-rim. Let’s e-bike». Con questo slogan l’azienda di Taiwan E-rim Technology Co. Ltd. lancia sul mercato la sua ruota elettrificata, progettata per essere installata sulla maggior parte delle biciclette. Il sistema è simile ad altre ruote elettriche già presenti in commercio e si tratta di un unico corpo. Motore e batteria, che funge anche da mozzo della ruota. Nessuna app, nessuna impostazione complicata e nessun sensore aggiuntivo sono richiesti.

Basta cambiare la ruota anteriore per trasformare una normale bicicletta in una e-bike. La tecnologia è la più intuitiva e facile da usare al mondo e il motore elettrico situato nel mozzo anteriore assiste così la pedalata del ciclista da un minimo di 6 fino a 25 km / h. Il tutto nel peso totale di 4 kg.

E-rim si ricarica in discesa

Una carica completa della batteria assicura un’autonomia di oltre 45 chilometri e ci vogliono circa 3 ore per essere completamente ricaricata da una presa domestica. Ma non c’è solo la  corrente elettrica ad alimentare E-rim. Infatti la ruota taiwanese funge anche da dinamo per il suo stesso motore. Durante la discesa infatti, il sistema lavora come un generatore e fornisce alla batteria energia supplementare.

La batteria a Ioni di litio è da 36 V. Motore da 250 W. Il carico massimo consentito da trasportare è 120 kg. In questo vanno contati il pedalatore, ma anche il peso della bicicletta. La E-rim viene commercializzata in due varianti. La prima con ruota più grande e copertone sottile, adatta a una bici da passeggio per intenderci. C’è poi la versione da 26 pollici e battistrada tassellato, utile per chi vuole elettrificare la propria mountain bike. O qualcosa di più adatto al fuori strada insomma. 

In entrambi i casi il prezzo di circa 450 euro non cambia con un risparmio di circa il 40% sul costo della ruota a lancio ultimato. C’è anche la possibilità di comprare una coppia di ruote al costo di 810 euro e un risparmio maggiore.  

La ruota che fa tutto da sola

Altra cosa importante da sottolineare della E-rim è che non ha bisogno di essere azionata dal ciclista. Infatti lavora con una sua intelligenza artificiale che riconosce in automatico quando entrare in funzione e quando stoppare l proprio lavoro. Quando si pedala il motore entra in funzione e si spegne appena si smette di pedalare. Da solo sa riconoscere il livello di assistenza necessario, adattandosi in tempo reale alle condizioni del percorso.

Ciò significa che non servono App da scaricare sullo smartphone, né ci sono setup da fare. E nemmeno sensori da posizionare. Per questo motivo il montaggio della ruota è davvero semplice e, assicura l’azienda, «basta un minuto. Invece di comprare una e-bike, riprendi quella bicicletta che tieni in garage».

L’azienda garantisce che con E-rim non servono né riparazioni, né assistenza esterna. 

Quanto costa E-rim?

E-rim. Let’s e-bike è presente su Indiegogo in offerta di lancio al prezzo di € 449. Nella spedizione, oltre all ruota, il caricatore e l’adattore alle prese europee o americane. Le spedizioni sono previste a partire da gennaio 2020.