Home Scenari “E-Mobility Industry Survey”, la filiera elettrica alza la voce

“E-Mobility Industry Survey”, la filiera elettrica alza la voce

0
CONDIVIDI
filiera elettrica

Vaielettrico supporta l’Associazione MOTUS-E nella stesura del primo rapporto sulla filiera elettrica “E-Mobility Industry Survey”. Il rapporto ha l’obiettivo di tracciare un quadro delle aziende impegnate nella transizione alla nuova tecnologia lungo tutta la catena del valore. Stimarne la consistenza, individuarne i bisogni, elaborare strategie di stimolo e supporto. Il ruolo di Vaielettrico è intercettare nuove realtà non ancora emerse negli elenchi ufficiali basati sui codici Ateco e sollecitarle a partecipare al sondaggio che sarà la base dello studio. Questo è un appello ai nostri lettori.

filiera elettrica

Filiera elettrica questa sconosciuta

Filiera della mobilità elettrica, questa sconosciuta. Sicuramente c’è, una filiera made in Italy. Anche se da noi la diffusione della e-mobility è ancora in ritardo rispetto ad altri Paesi europei ed è ancora allo stato embrionale. C’è perché una miriade di aziende italiane delle quattro e delle due ruote, ma anche della cantieristica, della nautica da diporto e delle macchine agricole e da lavoro già si stanno misurando con la transizione elettrica. E per ognuna di loro convertirsi alle nuove tecnologie a zero emissioni può presto diventare una questione di vita e di morte.

Chi si è messo in cammino? Chi ci sta pensando e come? Di quale supporto ha bisogno per attuarla con successo? Come e dove reperire una catena di subfornitura il più possibile made in Italy in un universo ancora in gran parte sommerso? E quante nuove idee, nuove iniziative imprenditoriali stanno nascendo nel nostro Paese e oggi sono ancora invisibili?

Un sondaggio per farla emergere e farla parlare

Mai nessuno in Italia ha provato a sondare questo universo in espansione. Ci stanno provando però l’Associazione MOTUS-E e le associazioni di categoria ANIE e ANFIA, lanciando la prima “E-mobility Industry Survey”.  Sarà la prima radiografia 2.0 della filiera elettrica italiana.

Vaielettrico, anche in qualità di partner MOTUS-E, ha deciso di appoggiare l’iniziativa collaborando alla sua realizzazione. Il nostro compito sarà di intercettare il “sommerso”. Individuare aziende che sfuggono ai file delle associazioni, magari perché non iscritte a nessuna di esse, oppure perché impegnate in una transizione non ancora conclamata e certificata nei codici Ateco. O anche troppo giovani per avere visibilità, addirittura semplici start up innovative.

filiera elettrica
Charging of an electric car

Cos’è, poi, un’azienda della filiera elettrica? Ovviamente ogni azienda che produce mezzi di mobilità a trazione elettrica, e tutti i loro fornitori di componenti. In primis le batterie. I veicoli, però, sono solo un tassello di un puzzle molto più vasto e variegato. La rivoluzione elettrica coinvolge un intero ecosistema. Ne fanno parte i produttori e i distributori di energia, soprattutto rinnovabile; gli operatori della ricarica; i costruttori di hardware e software per gli impianti di ricarica; gli installatori di impianti, anche domestici, per la ricarica o l’autoproduzione di energia; le officine di riparazione e manutenzione, a cui si stanno affiancando piccole officine specializzate nell’elettrificazione di vecchi veicoli termici. Per noi, tutti costoro sono parte integrante della filiera della mobilità elettrica. E vorremmo che tutti partecipassero alla realizzazione del rapporto. Che facessero sentire la loro voce, avanzare i loro bisogni e condividere le loro idee.

Dal survey, le proposte MOTUS-E al governo

Si tratta solo di compilare un breve questionario che verrà gestito da MOTUS-E. I dati raccolti saranno elaborati in forma anonima e aggregata. I risultati serviranno a redigere un documento di suggerimenti e proposte da presentare al Ministero dello Sviluppo Economico e alle istituzioni competenti, al fine di ridisegnare gli strumenti di Politica Industriale esistenti, come Transizione 4.0. Questo, scrive MOTUS-E per «far sì che le industrie dell’Automitive, nonché le imprese che potrebbero scegliere di partecipare alla filiera della mobilità elettrica, possano essere accompagnate dallo Stato verso una transizione più che mai necessaria e sempre più urgente» . Le catene del valore, prosegue MOTUS-E  «si stanno riconfigurando, insieme alle strutture stesse dei costruttori di veicoli, e il governo è chiamato a dar seguito a quanto solamente impostato al Tavolo Automotive». 

Cliccate qui per partecipare al sondaggio

Per partecipare sarà sufficiente  inviare una mail a info@vaielettrico.it indicando nome dell’azienda,  ragione sociale, settore di attività, provincia, un referente e relativo indirizzo e-mail. Oppure cliccare qui fino al giorno 11 aprile. Vaielettrico risponderà inoltrando il link per accedere direttamente al questionario.

Questo è un appello che rivolgiamo a tutti i nostri lettori business, che sappiamo essere tanti. Chi lo raccoglierà, avrà, se lo desidera, l’iscrizione automatica alla nostra Newsletter, che presto sarà arricchita da una sezione dedicata al B2B.

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome