Home Auto Duelli: Tesla contro Volkswagen, partendo dal Suv

Duelli: Tesla contro Volkswagen, partendo dal Suv

4
CONDIVIDI
Il look della Volkswagen ID.4, il nuovo Suv elettrico Volkswagen.

Duelli: Tesla Model Y contro Volkswagen ID.4, in un documento interno della Casa tedesca. Due Suv elettrici che arrivano a inizio 2021 sul mercato italiano.

Duelli: il Model Y a confronto con la ID.4

Non è una novità che il presidente del gruppo tedesco, Herbert Diess, consideri i prodotti Tesla un riferimento fondamentale nell’elettrico. Lui stesso ha voluto provare il Model Y, ricavandone un giudizio convincente: “Questa macchina è per noi in molti aspetti (non in tutti!) un riferimento”. E ora emerge un documento interno alla Casa di Wolfsburg per mettere a confronto il nuovo Suv elettrico VW con quello della marca di Elon Musk. È stato pubblicato su Reddit dal gruppo di discussioni r/electricvehicles.

confronti

In pratica si tratta di una slide in cui vengono paragonate le principali caratteristiche delle due auto. Con un disegno in cui un ingegnere della Volkswagen h riassunto le misure dell’abitalità interna del Model Y. Sarebbe curioso vedere come, in una slide di analoghe dimensioni, i tecnici della Tesla sintetizzerebbero un duello del genere.

Dove vince la Tesla, dove prevale la Volkswagen

Duelli
Il presidente VW Herbert Diess ha provato la Tesla Model Y con il direttore tecnico Frank Welsch.

Riassumendo: le misure sono simili, ma non proprio sovrapponibili, dato che il Model Y è più lungo (477 cm. contro 458). Vediamo dove prevale l’auto americana e dove la VW:

  • il Suv della Tesla vince in accelerazione, con più di 3 secondi di scarto, nello 0-100 km/h. Prevale nettamente anche per velocità di ricarica, arrivando a una potenza di 259 kW, il doppio del livello massimo raggiunto dalla ID.4. E ha una maggiore dotazione di elettronica.
  • la Volkswagen ID.4 si prende la rivincita per prezzo (circa 10 mila euro in meno nella versione a trazione posteriore) e per ampiezza e qualità dell’abitacolo. Oltre che, ovviamente, per capillarità ed efficacia della rete di assistenza, diffusa in tutto il mondo.
  • Sostanziale pareggio, invece, nell’autonomia: 522 km per la Volkswagen contro i 505 della Tesla, che però ha una batteria con un capacità di 4 kWh inferiore.
duelli
Il look definitivo della ID.4, secondo modello della nuova gamma elettrica Volkswagen.

 

4 COMMENTI

  1. entrambe le auto sono notevoli. La Tesla ha subito degli inciampi con difetti iniziale di produzione che ne hanno offuscato l’immagine, ma si suppone che recupererà risolvendo i problemi.
    VW ID4 per ora è solo un veicolo da show che deve ancora uscire e quindi in realtà sappiamo molto sulla carta ma ben poco sulla strada. Aspettiamo e vedremo, maggiore è la concorrenza maggiore sono i risultati positivi per i potenziali clienti.
    A mio avviso la Tesla Model Y dovrebbe partire da 40.000 euro per essere appetibile, mentre ormai la Model 3 dovrebbe essere almeno sui 35.000 euro. Probabilmente se il dollaro si svaluta fino a 1,30 (ormai siamo già a 1.20 circa) questi prezzi, malgrado l’Iva, si raggiungeranno in Europa posto che la produzione continui negli USA e la logistica del trasporto dal Texas a Rotterdam sia molto meno costosa ed efficiente dalla insulare lontanissima California.

  2. Tra i due litiganti il terzo gode.

    Negli States sono in estasi non solo per la rinata Ford Bronco, c’è un’altra vettura Blue Oval in attesa di scompigliare le carte di Tesla e Volkswagen.
    Chiamatela crossover, Coupé SUV, Muscle SUV, chiamatela come volete, ma la prima Mustang Mach-E completamente elettrica sta facendo molto clamore ed è desiderata alquanto.

    Merito dei social media o di siti come Spotify e Uncrate o di Idris Elba?

    Non direi.

    I vertici aziendali non erano convinti, non ritenevano questo progetto abbastanza rappresentativo per Ford. Almeno sulla carta.

    Ci ha pensato il genio di Jason Castriota a convincerli del contrario.

    La vettura ha più richiami, anche subliminali delle antagoniste Tesla e Volkswagen che poco subliminano. Tesla non ha riferimenti storici di design e Volkswagen ha convissuto per oltre mezzo secolo con Bulli e Maggiolino. Per cui ha ben poco da richiamare.

    La Mustang Muscle SUV EV richiama, eccome. Esplicitamente e subliminalmente.

    Odora di Bullit anche se non è quella Coupé due porte fastback come la nonna Dark Highland Green di Frisco con Steve alla guida.

    • Concordo. La Ford Mustang Mach-E è super, anche se a mio modesto parere Ford poteva chiamarla con l’altro mitico nome molto evocatico, Ford Thunderbird Mach-E. Anche Ford Firebird era super evocatico. Non hanno voluto rischiare ed andare su un nome di richiamo molto potente come Mustang

Comments are closed.