Home Auto Duelli: ai francesi la e-208 piace più della Zoe

Duelli: ai francesi la e-208 piace più della Zoe

21
CONDIVIDI
La Peugeot e-208 e la Renault Zoe: il duello è solo all'inizio.

Duelli a suon di numeri: il primo, inaspettato sorpasso del 2021 è quello della Peugeot e-208 nei confronti di un’altra francese, la Renault Zoe. Vediamo.

Duelli: il sorpasso Peugeot che non ti aspetti

duelliCi si aspettava che la piccola Renault, un brand di riferimento ormai da dieci anni tra le EV, consolidasse i successi del 2020. E invece sul terreno più significativo, il mercato francese, la e-208 nel 2021 sopravanza regolarmente la Zoe. Nei primi tre mesi, come mostra il grafico tratto da Cleantechnica, il distacco è quasi di 500 pezzi, che non sono pochissimi in un mercato come l’elettrico.

La top delle auto con la spina in Francia – 1° trimestre 2021

Fonte del grafico: Cleantechnica.com

In Italia, invece, le parti si invertono, anche se i numeri sono decisamente più esigui: la Zoe è ancora davanti con 1.271 auto vendute nel trimestre, contro 758. Il confronto tra questi due modelli ci sta tutto. Entrambi hanno batterie da circa 50 kWh, entrambi appartengono per dimensioni al cosiddetto segmento B, entrambi hanno prezzi d’attacco sui 33-34 mila euro (meno incentivi). Il fatto è che la Zoe sta vivendo un periodo di appannamento un po’ su tutti i principali mercati. Nonostante che, rispetto alla concorrente francese, vanti un’autonomia ben maggiore, 394 km contro 340. 

La Renault da leader in Europa a inseguitrice

Il fatto è che l’auto che ha dominato il mercato francese, italiano e, più in generale europeo nel 2020, in questi primi tre mesi dell’anno insegue un po’ ovunque. In Francia è terza tra le elettriche (ormai distanziatissima dalla Tesla Model 3), in Italia è quarta, ormai incalzata dall’altra Renault, la piccola Twingo Z.E. Forse pesa una politica di prezzi molto meno aggressiva nei confronti delle flotte, con numeri in netto calo su questo fronte.duelli Ma anche coi clienti privati qualcosa non sta funzionando a dovere. Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato un’analisi di un docente universitario, il prof. Alessandro Abbotto, che ha studiato la dinamica dei prezzi della Zoe. Concludendo: “In base alla mia esperienza personale la Renault ha deciso di cambiare strategia puntando più al guadagno unitario che ai volumi. Paga? Almeno nel mio caso, come potenziale cliente, no”. Una cosa è incontestabile: l’arrivo di tanti nuovi modelli elettrici crea più concorrenza e, si spera, pressione sui prezzi. Terremo monitorati questo e altri “duelli”.

 

 

21 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome