Home Incentivi Dubbi sui nuovi incentivi in Lombardia / La Regione risponde

Dubbi sui nuovi incentivi in Lombardia / La Regione risponde

127
CONDIVIDI
Un lettore lamenta di non poter rottamare una vecchia Suzuli a benzina del 2002.
Dubbi sui nuovi incentivi in Lombardia, in vigore dal 1° marzo. Due lettori ci hanno scritto le loro perplessità: le abbiamo girate alla Regione, ecco le riposte. Ricordiamo che dall11 è on line su www.bandi.regione.lombardia.it l’avviso dubbi sui nuovi incentivipubblico per la profilazione dei rivenditori. Dal 23/2 è stato pubblicato il bando attuativo, attraverso il quale i cittadini possono prendere conoscenza  delle promozioni. Dal 1° marzo via alle domande per i contributi, che saranno erogati tramite sconto diretto da parte del venditore.

Dubbi sui nuovi incentivi (1): perché non posso rottamare una Suzuki Euro 3 del 2002?

dubbi sui nuovi incentiviMi ero finalmente convinto ad acquistare una piccola elettrica, spinto soprattutto dalla possibilità di sommare gli incentivi statali a quelli regionali. Purtroppo ho scoperto che la mia vecchia auto, una Suzuki Wagon R 1.3 benzina del 2002, è una Euro 3 e non rientra in quelli regionali. Mi risulta anche essere un auto con valori di inquinamento superiori,  ad esempio, all’ altra auto di famiglia, una diesel euro 4 con catalizzatore del 2009. Auto che invece godrebbe di questi incentivi. Inutile dire che sostituire quest’ultima che usiamo anche relativamente poco, è impossibile economicamente, volendo avere stesse dimensioni e comodità. La usiamo prevalentemente per le vacanze. Ma in fondo la mia domanda è se ha un senso questo criterio di assegnazione degli incentivi. Io lo trovo penalizzante non poter rottamare una auto di 19 anni e invece eventualmente doverne rottamare una di 12 che inquina meno. Grazie. Marco.

Risposta della Regione / Scelta in base alle emissioni

Risponde la Regione Lombardia. La scelta dei veicoli da radiare che possono beneficiare del contributo regionale è determinata dalle emissioni di inquinanti associate a ciascuna classe. E dalle conseguenti limitazioni regionali in vigore (oppure previste dal Piano regionale degli interventi per la qualità dell’aria).

dubbi sui nuovi incentiviA tale scopo alleghiamo una tabella con i fattori emissivi per i principali inquinanti delle autovetture suddivise per classe ambientale (fonte: Inventario Emissioni Aria – ARPA Lombardia). Un’auto Euro 4 diesel inquina mediamente più di un’auto  Euro 3 benzina. Sia in termini di NOX (578 contro 103 mg/km), sia in termini di PM10 (60 contro 26 mg/km). Ricordiamo tuttavia che, in caso di acquisto di veicolo elettrico senza radiazione di un veicolo adeguato, il bando regionale assegna comunque 4.000 di incentivo (a cui si aggiungono lo sconto di 2.000 da parte del venditore e l’Ecobonus nazionale).

Dubbi sui nuovi incentivi (2) Il bando non è retroattivo…

dubbi sui nuovi incentiviBuongiorno, in merito al bonus per auto elettriche appena approvato dalla regione Lombardia, direi che la sfiga ci vede sempre bene… Ho acquistato a novembre una ZOE, e il bonus era esaurito, mentre adesso che è uscito il nuovo bando, non è retroattivo. Che piacere che provo….!! . Giuseppe Ranelli
L’assessore Raffaele Cattaneo

Risponde la Regione Lombardia. Il bando del 2019 era retroattivo, ma non è stato rifinanziato a causa del ritardo dei fondi del Ministero dell’ambiente e per l’emergenza Covid. Il bando del 2021 è completamente nuovo ed è stato modificato nei requisiti per rispondere alle nuove esigenze. È stato infatti predisposto tenendo in considerazione le numerose richieste di cittadini di poter beneficiare direttamente in concessionaria del contributo regionale. Questa soluzione evita al cittadino di dover anticipare l’importo del contributo, per molti un esborso difficoltoso.E di dover attendere il rimborso dello stesso fino al completamento di tutta l’istruttoria. Questa scelta ha reso, purtroppo, incompatibile il finanziamento dei veicoli acquistati prima dell’avvio del bando attuativo. Comprenderete che qualsiasi soluzione adottata ha conseguenze non per tutti soddisfacenti. Ma l’esigenza di venire incontro alle nuove necessità ci ha convinti che quella adottata per il nuovo bando 2021 potesse essere la più vantaggiosa. Soprattutto per rispondere alle attuali necessità  sociali ed economiche createsi dall’insorgenza del Covid.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube—-

 

Apri commenti

127 COMMENTI

  1. Fortunatamente nel mio caso la concessionaria ha inserito la prenotazione nella giornata di ieri ed oggi mi ha confermato la prenotazione dei fondi. Aggiungo che anche nel mio caso l’imposta di bollo è stata assolta direttamente da loro.

  2. ma a chi ha già perfezionato, come é avvenuto il pagamento della marca da bollo da 16 eur. A me non l’hanno chiesto anche perché la domanda la inseriscono domani… ma a questo punto dovrò tornare là con la carta di credito?

    • Per quanto riguarda la mia pratica, l’ha pagata il concessionario. Alla fine della procedura mi hanno confermato di aver prenotato l’incentivo

      • Io ho fatto il contratto ieri sera. Stamattina quando hanno inserito i dati non c’erano più gli incentivi. Finiti in un giorno. La rabbia è che io ho fatto tutto in giornata. Loro no. E ora devo annullare il contratto

        • Facendo 2 conti era facile capire che la sera sarebbe stato troppo tardi. Io per non correre rischi sono andato alle 10 dal concessionario col PC, ho fatto la procedura e subitissimo il concessionario ha richiesto il contributo. 16 milioni erano veramente pochi soldi

        • Strano, il mio incentivo è stato prenotato stamattina. Alle ore 09.30 ho sentito parlare di un residuo di circa 5 milioni…

    • parlano di 8 mil già andati per questo motivo alcuni concessionari mi hanno richiesto di presentarmi con un assegno del valore dell’incentivo nel caso la Regione non rimborsasse…. lo ritengo un comportamento assolutamente scorretto anche perche se inseriscono subito la domanda e il contatore funziona l’incentivo lo prendono e se il privato avesse fatto una dichiarazione mendace é comunque punbile …Qualcuno é incappato nella stessa situazione?

      • MA STIAMO SCHERZANDO? Cambia concessionario! La mia prenotazione è condizionata dall’ottenimento dell’incentivo. Se l’incentivo non arriva non compro l’auto …

        • Altro concessionario della stessa casa costruttrice (non dirò quale per ovvi motivi ma é tristemente vero) ora mi ha detto che mi farà firmare manleva nel caso regione non paghi. Mi sa che cambio tipo di vettura……
          Scrivo solo perché tutti i cittadini prima di recarsi in concessionario chiedano esplicitamente le condizioni.
          Ho sentito casa costruttrice concorrente poco fa. Mi ha detto che se al contatore ci sono i fondi é tutto ok, nessuna manleva, si finalizza la pratica al momento

          • Diciamo che ho testato una coreana con la H e e mio fratello una francese con la R ed entrambe sono state correttissime. Ammetto che non so in entrambi i casi se effettivamente hanno bloccato i sldi perchè c’erano dei problemi sul sto della regione.

          • A me una casa giapponese che inizia con la H , ha fatto tutto in trasparenza , scrivendo poi nel contratto che ha mandato in regione che il saldo di 4000 euro lo anticipano loro , dopo aver assolto al pagamento del bollo di 16 euro.

  3. Io ho acquistato la nuova 500 elettrica ed è stata immatricolata 11/02/2021: ho diritto all’incentivo oppure no??

  4. fatta domanda e protocollata, ora dovrei correre in concessionario ma i concessionari cui mi sono rivolti non sono ancora sulla lista dei concessionari abilitati benché mi abbiano assicurato la loro partecipazione ….

    • Il concessionario mi ha detto che bisogna comunque aspettare la mail di conferma da parte della Regione per la validazione della domanda prima di andare da loro. Impiegano massimo 16 ore per rispondere.. la sola protocollazione non è sufficiente, la pratica rimane “in valutazione”.

  5. Anche io ho mandato due mail x chiedere delucidazioni relativamente al pagamento dell’imposta di bollo in fase di profilazione senza ottenere risposta. Stessa cosa fatta dalla concessionaria, nessuna risposta. Come al solito partiti con il piede giusto…

  6. La macchina è stata rottamata il 10 febbraio ed era intestata a me che acquisterò l’auto elettrica come definito e descritto dal bando.

  7. Domanda : e se uno ha comprato un’auto a benzina 20 anni fa e poi ha messo di tasca propria il gpl,
    non può rottamarla ?
    non é nativa gpl..

    • Stesso mio problema! Il concessionario ha mandato mail a regione Lombardia senza risposta. Perché in teoria il GPL come l’abbiamo installato lo possiamo rimuovere in modo che la macchina sia a benzina prima di rottamarla. Però prima di fare qualsiasi cosa voglio sapere se va bene o no

  8. Se dovessero insorgere problemi con i pagamenti dei bolli arretrati (anche di diversi anni fa), il sito dei bandi lo rileva e non rilascia il codice? O viene chiesto il pagamento degli eventuali bolli arretrati in un secondo momento? Lazzarini non mi ha risposto alla mail con questa richiesta e il numero verde è staccato. Ringrazio se qualcuno del sito vaieletrico.it riuscirà a rispondere.

  9. Io non ho rottamato nulla, ma come dgr 4266 del 08.02.2021 del bando attuativo dei concessionario il mio concessionario/ venditore ha preso incarico la demolizione dell’auto visto che avevo già firmato la proposta di acquisto in data 16 gennaio 2021 e la macchina era da rottamare. Mi chiedo cosa comporta la demolizione dopo la data del bando per i cittadini. A differenza del 2019 il bando precedente non c’era questa clausola. Ditemi il motivo di ciò. Che senso ha? Volete incentivare i nuovi acquisti. Certo va benissimo, ma non che si rottami la macchina inquinante dopo il bando attuativo del cittadino. Non ha nessun senso..
    Se è possibile Sig. Basilio Nieddu potrebbe inoltrare questa mia perplessità alla regione? Grazie

  10. Buongiorno avrei una domanda da rivolgere alla regione o comunque anche a Voi se riuscite a chiarire. Sto per acquistare una vettura elettrica rottamando un’auto diesel euro3. Sono venuto a sapere tramite il concessionario che non posso percepire il bonus di 8000 euro della regione perché l’auto è stata demolita sempre dal venditore, ma prima del 23 febbraio 2021. Quindi il bonus viene dimezzato. Che motivo c’è di fare questa restrizione? Rottamare un’auto inquinante nel corso del 2021 e non dopo il 23 febbraio 2021 cosa comporta? Il motivo di tutto ciò? Grazie

    • Una domanda a lei: quando ha rottamato l’auto e il venditore non sapeva dell’incentivo regionale che è stato annunciato più volte anche su queste pagine.

    • SI IL LINK ORA DA ERRORE. Probabilmente stanno modificando la lista dei concessionari. In effetti due concessionari cui mi sono rivolto e che sostengono di aver aderito non sono presenti sull’elenco, l’hanno fatto presente, quindi staranno verificando

  11. Mio figlio è proprietario dell’auto da rottamare ,euro 4 a gasolio del 2007, è iscritto all’ A.I.R.E e ha la residenza obbligata per lavoro in U.S.A, l’auto e’ rimasta e viene usata regolarmente dai familiari.
    Mio figlio pensava di rottamare l’auto e acquistare un plug-in accedendo al bonus regionale, è possibile usufruirne ?
    Se la risposta fosse negativa vorrà dire andare contro la politica di svecchiamento e anti inquinamento che si vuole perseguire con gli incentivi.

  12. Nuovo Cavillo! Ho scoperto nelle FAQ che un auto Euro2 con GPL installato non va bene per la rottamazione e il contributo di Regione Lombardia.
    So che si potrebbe disinstallare in modo che alla data di rottamazione risulti ad alimentazione esclusiva a benzina.

    Qualcuno ha lo stesso problema?

  13. A riprendo la domanda sopra… Il bollo di 16 euro viene pagato in concessionaria o dopo che la concessionaria a ricevuto risposta è quindi da casa io pago il bollo?
    Grazie

  14. Buon di…..per approfondire….il certificato di residenza e obbligatorio quello richiesto in comune con marca da bollo o è sufficiente un autocertificazione?
    Seconda domanda…. La risposta alla richiesta per l incentivo viene comunicata tramite mail?

    • si esatto, devono scontare almeno 2000 euro (stato) e almeno il 12% (regione), ma il contributo corrispettivo regionale lo devono versare in cumulo a quello statale (benzina mild hybrid 3500+3000 ad es.)

    • lo sconto che il concessionario applica come rottamazione,che ammonta ad almeno 2000 euro,viene applicato una sola volta,quindi non cumulabile con quello regionale o viceversa,mentre i bonus regionali lombardia e quelli statali,quelli si,sono cumulabili
      esempio : sconto rottamazione statale 1500 + sconto rottamazione concessionario ( almeno 2000) + bonus regionale che va in base al modello acquistato ( co2,nox,pm10 )

  15. Ho appena sentito la concessionaria, la quale mi dice che se le direttive rimangono così, sicuramente quasi nessuna aderirà al bando, per il semplice motivo che una volta applicato lo sconto anticipato da loro, se il cliente entro i 2 anni rivende l’autovettura, la Regione Lombardia chiede indietro a loro il bonus. Il bando dice che l’autovettura non si può vendere prima dei due anni pena la il recesso del bonus, ma in pratica nulla vieta al proprietario di farlo e chi ci rimette sono le concessionarie. Speriamo modificano questa direttiva, altrimenti la vedo grigia.

    • Curiosa interpretazione. io ho capito che una volta erogato ti vengono a prendere a casa. Però è anche giusto che i concessionari si tutelino se il dubbio c’è farebbe bene la regione a chiarirlo tempo 0. Non posso io lasciare i soldi in deposito al concessionario in garanzia per 2 anni!

  16. Qualcuno ha capito come funziona il pagamento dell’imposta di bollo? Prima il cittadino inserisce la domanda che non comporta alcuna prenotazione del contributo, il quale si perfeziona solo PREVIO CONTESTUALE PAGAMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO, al momento dell’ordine di acquisto del veicolo e solo attraverso i concessionari abilitati….quindi ricapitolando, io inserisco la domanda, il concessionario prende in carico la mia domanda inserendo il mio CF e l’ordine d’acquisto del nuovo veicolo e prima di concludere la procedura mi avverte in modo che io possa pagare l’imposta di bollo e solo dopo può procedere alla prenotazione del contributo, corretto? La mia domanda viene protocollata solo dopo il pagamento dell’imposta?

      • Operatore della Regione ha risposto che anche chi ha un contratto datato prima del 01 Marzo può usufruire del bonus qualora l’autovettura da rottamare non sia stata ancora radiata e l’autovettura nuova è ancora da fatturare. Ovviamente tutto dopo il 01 Marzo. La concessionaria deve comunque riformulare il contratto in origine, ed applicare lo sconto inerente l’incentivo regionale. Attendo comunque risposta alla e-mail inoltrata in Regione, sperando rispondano abbastanza celermente. Qualcuno ha notizie in merito?

  17. Sarebbe più opportuno poter fare tutto dal concessionario anche perché molte persone non sono in grado di compilare tutto ciò che viene richiesto.
    Sarebbe giusto che uno si reca dal concessionario accreditato con lo SPID, CIE, CRS e facesse tutto presso la concessionaria.
    Speriamo che modificano il modo di iscrizione favorendo il cittadino.

  18. Buongiorno, ho acquistato un’auto elettrica (rottamando un diesel del 2004) a settembre 2020 trovo ingiusto e poco corretto che Regione Lombardia non consideri il bando 2020/21 retroattivo e di fatto lasci senza incentivo chi ha già acquistato e pagato di tasca sua.
    Se siamo in tanti in questa situazione…..FACCIAMOCI SENTIRE!!!!!!!!!!!

  19. Continuo a non trovare la lista dei rivenditori autorizzati.. Qualcuno l’ha recuperata? Io ho sentito un paio di concessionari che non hanno aderito

  20. Buonasera,
    Visto che la.prenotazione dell’incentivo avviene dietro invio della domanda d’ordine firmata, nel caso di mancanza di fondi si può recedere dall’acquisto?

    Grazie

  21. Rientrando ora nel Bando della Regione Lombardia è “sparita” la sezione riguardante la necessità della firma elettronica (paradossale accedendo con SPID, CIE o CNS) alla fine di tutta la procedura: probabilmente si sono accorti dell’incongruenza: bene così …

  22. Vale lo stato di famiglia o è necessario essere intestatario (o co-intestatario) del veicolo radiato? Ho appena scritto in regione.

    • Se ricevi risposta potresti condividerla qui, perché anch’io sono nella stessa situazione. L’auto non è intestata a me ma è nel mio nucleo familiare. Mi sembra sciocco che gli incentivi statali prevedono questa situazione mentre quelli regionali no.

    • Ho scritto anche io in questo momento a bandoautomoto @ regione.lombardia. it , sperando in una risposta veloce che credo non ci sarà. Ma da quello che leggo sembrerebbe valere proprio l’intestazione propria, visto che negli incentivi statali è scritto che l’auto da rottamare sia di proprietà o di un familiare.

  23. Questo quanto pubblicato oggi, 23/2/21, da LNews, agenzia della Regione:
    È stato pubblicato il bando ‘Rinnova autovetture e motoveicoli 2021’. Così dal 1° marzo i cittadini lombardi possono dunque chiedere, sottoforma di sconto, i contributi direttamente al venditore/concessionario. Ne dà notizia l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo.
    FASE OPERATIVA, STIMOLATO IL RINNOVO DEL PARCO VEICOLI – ‘L’iniziativa – commenta l’assessore Cattaneo – entra nella fase operativa. Regione Lombardia mette dunque a disposizione dei cittadini lombardi 18 milioni di euro nel 2021 e, altrettanti, nel 2022 per sostituire i veicoli inquinanti con autovetture a bassissima o zero emissione, e con motoveicoli e ciclomotori elettrici’.
    ‘Con questo bando – aggiunge l’assessore – vogliamo promuovere e stimolare il rinnovo del parco veicolare lombardo per migliorare l’ambiente, offrendo il massimo contributo possibile ai cittadini, per salvaguardare tutti insieme la qualità dell’aria’.
    LE TEMPISTICHE – Il bando è consultabile già da oggi sulla piattaforma http://www.bandi.regione.lombardia.it.
    Dal 1° marzo, sarà possibile presentare le domande e accedere ai contributi. Ogni cittadino può presentare una sola domanda di contributo.
    I BENEFICIARI – Il bando è rivolto ai cittadini residenti in Lombardia (persone fisiche) che acquistano un’autovettura di nuova immatricolazione o immatricolata successivamente al 1° gennaio 2020 e intestata a un venditore/concessionario, o che acquistano motoveicolo o un ciclomotore di nuova immatricolazione.
    COME PRESENTARE LE DOMANDE – La domanda di partecipazione deve essere presentata online sulla piattaforma bandionline (www.bandi.regione.lombardia.it), nella categoria ‘Cittadini’, che si trova all’interno del bando ‘Cittadini – Rinnova autovetture e motoveicoli 2021’. È possibile inoltrarla a partire dalle ore 10 del 1° marzo 2021 fino all’esaurimento della dotazione finanziaria e, comunque, entro e non oltre le ore 12 del 31 dicembre 2021.
    Prima di presentare la domanda bisogna registrarsi sulla piattaforma bandionline accedendo esclusivamente con le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (Spid), della Carta di identità elettronica (Cie) o della Carta nazionale dei servizi (Cns).
    Si rende noto che potrebbero servire fino a 16 ore lavorative per avere la verifica delle informazioni di registrazione e profilazione. Una volta presentata la domanda di partecipazione ci si potrà recare dal venditore/concessionario abilitato alla vendita nell’ambito del bando. Lui esclusivamente può a prenotare sul portale Bandionline il contributo regionale per nome e per conto del cittadino beneficiario tramite il suo codice fiscale.
    PROCEDURA A SPORTELLO, APERTO FINO A ESAURIMENTO – L’assegnazione del contributo avviene con procedura valutativa ‘a sportello’, ovvero secondo l’ordine cronologico di prenotazione telematica da parte del venditore/concessionario, a seguito della domanda presentata del cittadino. Lo sportello resterà aperto fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.
    EROGAZIONE CONTRIBUTO – Il contributo è erogato direttamente sotto forma di anticipo da parte dei venditori/concessionari abilitati da Regione Lombardia. I venditori/concessionari abilitati riceveranno poi da parte di Regione Lombardia il rimborso di quanto anticipato a seguito di specifica istruttoria L’elenco dei venditori/concessionari abilitati sarà consultabile sempre sulla piattaforma Bandionline allo stesso indirizzo internet e sul sito istituzionale di Regione Lombardia.
    MODIFICA DEL FINANZIAMENTO RISPETTO AL BANDO PRECEDENTE – Rispetto al bando precedente è stata modificata la modalità di finanziamento, che stavolta non è più un rimborso, ma l’erogazione diretta da parte del concessionario. Ciò è stato fatto per rispondere alle numerose richieste dei cittadini di beneficiare direttamente in concessionaria del contributo regionale, evitando di anticipare l’importo del contributo. Per questa ragione il bando non ha valore retroattivo.
    ECCO GLI INCENTIVI PER LE AUTOMOBILI – L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto per l’acquisto di autovetture, con radiazione, ovvero cancellazione dal Pubblico registro automobilistico (Pra) del precedente veicolo. Deve trattarsi di auto di nuova immatricolazione o già immatricolate successivamente al 1° gennaio 2020, intestate a una casa costruttrice di veicoli o a un venditore/concessionario (di categoria M1). In base ai valori di emissione degli inquinanti Pm10, Nox (ossido di azoto) e Co2 (anidride carbonica).
    L’obbligo di radiazione non si applica nel caso di acquisto di veicoli elettrici puri (o a idrogeno), a fronte di una riduzione del contributo massimo previsto.
    In particolare, ecco gli incentivi per classi di appartenenza delle auto:

    – 8.000 euro per auto a zero emissioni (es. elettrica pura o idrogeno); 4.000 euro (senza radiazione);

    – 5.000 euro per auto con emissioni di Co2 =60 g/km e Nox = 85.8 mg/km (es. euro 6D benzina, metano, Gpl o ibride);

    – 4.000 euro per auto di Co2 =60 g/km e con Nox = 126 mg/km (es. euro 6D-Temp benzina, metano, Gpl o ibride oppure euro 6D diesel);

    – 4.000 euro per auto con emissioni 60

    – 3.000 euro con emissioni 60

    – 3.000 euro con emissioni 110

    – 2.000 euro con emissioni 110

    TIPOLOGIE DI ACQUISTO POSSIBILE – I contributi sono previsti secondo le seguenti regole:

    – radiazione, per demolizione, di auto per trasporto persone di categoria M1 (benzina fino a euro 2/II incluso e/o diesel fino ad euro 5/V incluso) o per esportazione all’estero (solo per diesel euro 5/V);

    – sconto di almeno il 12% (da parte del venditore) sul prezzo base di acquisto (listino, modello base), al netto di eventuali allestimenti opzionali, o sconto di almeno 2.000 euro in caso di auto a zero emissioni;

    – possibilità di acquisto senza radiazione, a fronte di un contributo ridotto, solo in caso di acquisto di auto elettrica pura o ad alimentazione a idrogeno.
    FINANZIAMENTI PER L’ACQUISTO DI MOTO ELETTRICHE – L’agevolazione prevede anche l’acquisto, con eventuale radiazione, di ciclomotori e motoveicoli ad alimentazione esclusivamente elettrica, a emissione zero. A questa tipologia di mezzi Regione Lombardia ha riservato 1,8 milioni di euro per il 2021 e altrettanti per il 2022, sul totale stanziato ogni anno, fino al 30 giugno. Dopo tale data, gli eventuali residui saranno utilizzabili anche per le altre tipologie d’acquisto.

    Gli incentivi consistono in:

    – massimo 3.000 euro (30% di sconto sul prezzo base di acquisto) in caso di radiazione di un’auto;

    – massimo 2.000 euro (20% di sconto sul prezzo base di acquisto) in caso di radiazione di una moto;

    – massimo 1.000 euro (10% di sconto sul prezzo base di acquisto) senza radiazione.

    TIPOLOGIE DI ACQUISTO POSSIBILI – I contributi sono ammessi alle seguenti condizioni:

    – radiazione per demolizione di un’auto di categoria M1 per il trasporto persone (benzina fino a euro 2/II incluso e/o diesel fino a euro 5/V incluso), o per esportazione all’estero (solo diesel euro 5/V), o radiazione per demolizione di un veicolo di categoria L di classe fino a euro 2 compreso;

    – sconto di almeno il 7% (da parte del venditore) sul prezzo base di acquisto (listino, modello base), al netto di eventuali allestimenti opzionali;

    – possibilità di acquisto senza radiazione, con contributo ridotto.

    ALTRE INFORMAZIONI UTILI PER L’ACQUISTO – I veicoli dovranno essere immatricolati per la prima volta in Italia. La radiazione deve essere successiva al 23 febbraio 2021 e deve avvenire attraverso il venditore/concessionario abilitato dove si fa l’acquisto. L’intestazione o la co-intestazione del veicolo radiato al soggetto beneficiario deve essere antecedente al 1° gennaio 2020. E la proprietà del veicolo acquisito dev’essere mantenuta per almeno 24 mesi successivi all’intestazione del beneficiario.
    INDIVIDUAZIONE DEI CONCESSIONARI/VENDITORI – Si ricorda ai venditori e ai concessionari interessati a partecipare al bando di Regione Lombardia che devono registrarsi per ottenere l’abilitazione. La procedura telematica si trova sempre sulla piattaforma bandionline.
    REQUISITI DEI SOGGETTI FORNITORI DEL SERVIZIO DI VENDITA – Si ricorda infine che i venditori/concessionari che intendono essere abilitati quali fornitori del servizio di vendita di veicoli a basso impatto ambientale, devono avere la sede operativa sul territorio italiano. E che devono essere iscritti nel Registro delle imprese (anche solo come attività secondaria) nei seguenti codici Ateco: 45.11.01, 45.11.02, 45.40.11 e 45.40.12. (LNews)

  24. Ho inviato e-mail chiedendo esplicitamente (nel bando non è indicata questa cosa) se chi come me ha solo ordinato autovettura nuova ibrida alla fine dell’anno scorso, quindi quella nuova non ancora arrivata, e al suo arrivo verrà fatturata dopo il 1 Marzo corrente con la contestuale rottamazione autovettura vecchia Euro 3, può beneficiare dell’incentivo…

      • Tutti aderiscono, ma poi se Tesla fa come con quelli statali apre la pratica una volta che ti arriva l’auto, non quando “prenoti” l’auto.. e addio incentivo 😅 a meno che la storia non sia cambiato anche con Tesla

  25. La cosa assurda è che è obbligatorio essere dotati di firma digitale.
    Non poteva essere sufficiente una scansione firmata con allegato documento di identità?

      • Cos’è che ti lascia il dubbio? Io non vedo alcuna limitazione. Incentivo statale con rottamazione e incentivo regionale senza rottamazione (ovviamente se si possiede un’auto che rientra nella rottamazione di quello statale ma non in quella regionale, più restrittiva).

        • In concessionaria mi hanno detto che può esserci un conflitto al momento dell’acquisto. Perché ci sarebbe l’incentivo statale per il quale hai rottamato e l’incentivo regionale per il quale dichiari di non aver rottamato (quando invece lo hai fatto). Quindi la regione portebbe non riconoscerti i 4 mila euro di incentivo perché hai rottamato quando questa invece non è richiesta. So che è un po’ incasinato ma spero di essermi spiegato

          • Chiarissimo, però direi un po’ insensato. Secondo me dovremo aspettare chiarimenti e questa risposta, benché venga da un concessionario, rientra tra le incertezze della prima ora. Dicevo che è insensato perché se uno deve rottamare l’auto che non rientra in nessun incentivo (magari è incidentata ma non rientra per classificazione euro e per età) cosa fa, non la rottama perché decadrebbe l’incentivo? Secondo me si dichiara se si rottama un veicolo ai fini dell’incentivo, altrimenti si segnala senza rottamazione. Soprattutto se consideriamo che è cumulabile la rottamazione dei due incentivi per 18k sarebbe demenziale che non si possa avere un po’ meno soldi di incentivo scendendo a 14k

      • Nelle FAQ del bando regionale è scritto di no.
        Proprio perché per avere i 4000€ non devi rottamare nulla, invece per quelli statali si. Quindi vanno in conflitto

        • Invece ho letto le faq e c’è scritto di sì. Si può rottamare un auto non ammessa dal bando e usufruire comunque del contributo ridotto di 4 mila euro

    • Alla voce “Procedura selezione” è riportato “A sportello (in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande di prenotazione del contributo da parte del venditore/concessionario)”
      Quindi significa che non è importante l’ordine di iscrizione al bando ma quando il concessionario lo richiede? Non sempre il concessionario fa richiesta al momento dell’ordine, ma al momento del pagamento. In questo caso temo sarà difficile ottenere l’incentivo perché finirà prima.

  26. Ciao a tutti sono stato in concessionaria e mi è sorto un dubbio. Dovrei acquistare una macchia elettrica e devo rottamare un euro 3 a benzina. Così facendo beneficeriei dei 10 mila euro statali ma allo stesso tempo non potrei usufruire dei 4mila euro della regione perché ho rottamato?

  27. Ma avendo un’auto ante 2011, diciamo del 2010, si può avere un totale di 14.000€ di incentivo, tra bando della Regione Lombardia e contributo statale?
    Il requisito statale per la rottamazione è più largo di quello regionale, per cui posso avere 10.000€ di ecobonus con rottamazione + 4.000€ di incentivo regionale senza rottamazione, è corretto?

    • Si è corretto, 10 mila nazionali + 4 mila Lombardi, più almeno 2 mila nel caso di auto elettrica o 12% (sconto concessionario)

        • Grazie per le risposte. Io 10k nazionali infatti sono 6 di base + 2 di sconto + altri 2 nazionali a seguito dello sconto. In ogni caso comunque siano formulati, sono al massimo 10, non 12.

    • Credo di si. Io ho l’auto da rottamare intestata a me dal 12 Giugno 2020 quindi da quello che ho capito posso accedere agli incentivi statali completi (10k€) e parziali regionali (4k€). Ovviamente solo dopo che sono trascorsi i 12 mesi dal passaggio di proprietà. Non posso accedere in modo completo a quelli regionali perchè la proprietà del veicolo da rottamare è dopo il 1 Gennaio 2020.

  28. Buongiorno,
    il bonus riservato ai cittadini residenti in regione Lombardia può essere richiesto anche da cittadini domiciliati in Regione e titolari di un regolare contratto d’affitto?
    Rosa

  29. Buongiorno, alla regione dico che di innovativo in quelle modalità non vi è nulla. Il sistema fa risparmiare soldi alla regione perché il concessionario deve aderire al bando per far sì che il cliente riceva l’incentivo, seconda cosa il concessionario diminuisce ila sua percentuale di sconto fatto al cliente. Se volevano fare una cosa giusta per tutti dovevano lasciare 2 modalità di accesso al l’incentivo, sia diretta all’utente sia tramite concessionario.

  30. Buongiorno,
    leggendo la documentazione sul sito della regione Lombardia non vedo riferimenti all’età del veicolo da rottamare. Gli incentivi statali richiedono che il veicolo superi i 10 anni di età.
    Sarà quindi possibile, mettiamo, rottamare un diesel euro 5 di 8 anni ed accedere all’incentivo regionale pieno?

    • No, è specificato chiaramente che la prenotazione dell’incentivo ed il successivo acquisto devono essere fatti dal 01 marzo 2021.

    • ATTENZIONE. Da verificare bene. Leggendo anche le FAQ al venditore (perchè il bando per i dettagli ai cittadini che ne dica l’articolo ad ora non c’è) un piccolo dubbio l’ho. Nella fase di riscossione del buono il venditore deve inserire i dati di acquisto con la fattura che devono essere successivi ed entro 210gg. Si parla sempre di acquisto SUCCESSIVO al 1/3. Tuttavia è possibile forse sostenere che l’ORDINE di una vettura (se non in pronta consegna e/o siemestrale) non è acquisto ma una proposta d’acquisto o, al massimo, un IMPEGNO all’acquisto. L’acquisto di un bene mobile avviene alla data di scambio prezzo/bene, quindi più o meno alla fatturazione. Quidni ritengo che sia possibile anche ritenere (non avendo visto il bando attuativo) che anche in caso di ordine antecedente il 1/3 ma con pagamento e fatturazione successivi al 1/3 si potrebbe rientrare. Sarebbe interessante.

      • Seguo,ho scritto sopra,la dicitura “Il contributo deve essere prenotato dal venditore/concessionario prima dell’acquisto del veicolo da parte del cittadino, nel momento in cui la sua domanda viene presa in carico dal venditore”
        Intenderanno a fatturazione?

        • Non si comprende. La prenotazione avviene (giustamente dico io per eviatre abusi) con il contratto d’ordine. Però è possibile che possa essere anche precedente. Nel precedente bando con “acquisto” parlavano sempre di fattura. Ed effettivamente anche in quetso caso ha una logica, se il versamento diretto ha lo scopo di non fare anticipare soldi al privato, l’importo lo si paga alla fatturazione non certo all’ordine. Stiamo a vedere, per ora il bando attuativo non si trova, spero che nelle FAQ chiariscano, anche perchè con le elettriche la differenza tra ordine e consegna è di diversi mesi. Per altro giuridicamente l’ordine non è nulla, non è acquoisto visto che la macchina spesso nemmeno è prodotta.

  31. Per me la stupidata è non permettere la rottamazione di auto non posseduta da almeno 1 anno. Se lo scopo è rottamare auto inquinanti meglio toglierne una in più che una in meno. Ad esempio ho preso un auto elettrica rottamandoa mia euro 4 benzina, per percepire in pieno anche gli incentivi statali quando avrei potuto rottamare la diesel euro 4 di mio padre, comprandola da lui oggi e vendendo a lui la mia euro 4 benzina. Io avrei risparmiato altri soldi e ci sarebbe un diesel inquinante in meno in giro.

        • Esatto, vuol dire che è tuo e lo stai usando, quindi ti incentivo a cambiarlo.
          Se non ci fosse il limite dei 12 mesi, quanto avrebbero acquistato un rottame in un’altra regione solo per prendere l’incentivo? Quindi sono perfettamente d’accordo con il limite dei 12 mesi di possesso.

  32. Buongiorno, non mi è chiara una cosa: in pratica al momento dell’apertura del bando il cittadino prenota l’incentivo, va in concessionaria e poi è sufficiente che la si acquisti entro 210 giorni per usufruire del bonus? Fa fede l’ordine di prenotazione dell’incentivo o di consegna/pagamento dell’auto? Perché nel secondo caso si rischia di prenotare l’auto e se poi la consegna ritarda si rischia di perdere l’incentivo a fronte di concessionarie/marche più celeri nelle consegne

      • Spero sia così. Il dubbio mi viene perché ad esempio ho sentito l’anno scorso (a seguito del decreto di agosto) che Tesla faceva richiesta dell’incentivo statale alla consegna, quando effettivamente Tesla emetteva la prima fattura.
        In quanto per loro i 100€ che dai al momento del preordine non sono vincolanti.
        Da capire se poi si sono adeguati e se ci sono altre case che hanno adottato/adottano queste politiche.

  33. Scusate ma il bando attuativo? Scrivete “Dal 20 è stato pubblicato il bando attuativo” ma non mi risulta proprio. Potreste mettere il link esatto se esiste? Grazie.

  34. Ricordiamo tuttavia che, in caso di acquisto di veicolo elettrico senza radiazione di un veicolo adeguato, il bando regionale assegna comunque 4.000 di incentivo (a cui si aggiungono lo sconto di 2.000 da parte del venditore e l’Ecobonus nazionale).

    Come scrivete voi giustamente ed i lettori a cui ci rivolgiamo, possono sempre acquistarla avendo 4k d’incentivo regionale e la vecchia possono sempre rivenderla privatamente…

    • Ricordiamo All’assessore Cattaneo , che ridurre l’inquinamento da autotrasporto e cosa buona.
      Ma purtroppo non risolverà i problemi di inquinamento, in Lombardia.
      Solo il 30% delle polveri sottili arriva dall autotrasporto , il 60% dal riscaldamento 10% industria agricoltura.
      Anche dimezzando le emissioni da autotrasporto si ridurrebbero le emissioni totali del 15%.
      Mentre il 40% delle emissioni di polveri sottili arriva da combustione legnosa per riscaldamento ,in Lombardia dovrebbe essere proibito utilizzare legna o derivati per riscaldamento.
      Ma per carenza di controlli si continua ad Inquinare .
      Si potrebbe ridurre l’inquinamento da polveri sottili del ,40% a costo zero , semplicemente facendo rispettare una legge che esiste .

      • Lo so bene ma i trasporti contribuiscono in parte all’inquinamento quindi bisogna abbassare, fin quando non si arriverà ad emissioni 0. DI pari passo credo che (anche grazie al 110% ed i vari altri ecobonus) bisogna riqualificare le case rendendole più impermabilizzate per ridurre i consumi e convertendo tutto all’elettrico eliminando il gas e producendo energia elettrica tramite impianto fotovoltaico anche se ad oggi secondo me i costi per un impianto sono ancora abbastanza alti cioè li vorrei molto più “democratici” così davvero tutti possono ricorrere a questa possibilità. Detto questo ritornando a qualsiasi mezzo a combustione sappiamo che inquina quindi non bisogna fare il ragionamento che il problema è sempre dall’altra parte ma aggredire tutto il prima possibile!

      • E ci sono già gli incentivi nazionali del 65% per cambiare la caldaia/stufa con una ecologica PdC.
        Quindi se lo si vuole fare si può, basta continuare a lagnarsi.
        Per installare il FV c’è l’incentivo nazionale ddl 50% di detrazione.

    • Salve, chiedo un informazione per l’acquisto di un auto elettrica nuova. L’incentivo statale da la possibilità di acquistare con rottamazione un nuovo veicolo anche intestato ad un componente del nucleo familiare , (esempio tra marito e moglie, il mio caso) mia moglie rottama e io posso intestarmi il nuovo veicolo ( questo per avere la miglior classe assicurativa). A questo punto posso richiedere io l’incentivo regionale ( poiché non rottamo) ? Anche perché l’auto rottamata è euro 4 Benz e non avrei comunque gli 8000 ma bensì 4000. Ringrazio chiunque riesca a fornirmi una risposta

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome