Home Auto DS 3 Crossback E-Tense, via a lancio e prenotazioni

DS 3 Crossback E-Tense, via a lancio e prenotazioni

0
CONDIVIDI

La DS 3 Crossback E-Tense fa sul serio: raccoglie i primi ordini (qui) e lancia la campagna televisiva. Bruciando sul tempo gran parte della concorrenza.

Autonomia dichiarata di 320 km

La DS è il marchio chic della Citroen. Debutta nel mercato dell’elettrico con un Suv di dimensioni contenute, i cui principali competitor saranno le versioni a emissioni zero di due modelli coreani, la Hyundai Kona e la Kia Niro. Partiamo dall’autonomia, il primo dato da osservare in un’auto elettrica. La DS3 Crossback E-Tense, con un pacco batterie da 50 kWh, dichiara 320 km, secondo lo standard di omologazione WLTP, leggermente ottimistico. Diciamo che 270-280 km possono essere considerati un valore reale.

Il motore elettrico ha una potenza di 100 kW (136 cv) di potenza e 260 Nm di coppia massima, che garantisce un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi.  La Crossback E-Tense rifornisce  fino a 100 kW di potenza e questo consente di ripristinare l’80% della carica in mezz’ora. A casa, invece, servono 8 ore per ricaricare con una normale presa domestica da 220. O 5 ore con la wall-box DS Smart da 20 kW.

Il listino parte da 39.600 euro (meno gli incentivi)

La DS 3 Crossback E-Tense sarà in consegna nella seconda parte dell’anno con un listino che parte da 39.600 euro per la versione So Chic e 44.300 euro per la Grand Chic. A questi prezzi va tolto l’incentivo statale (6-4 mila euro a seconda che si rottami o no una vecchia auto fino a Euro 4) e il fatto che c’è l‘esenzione del bollo per 5 anni. Oltre che, naturalmente, la minor spesa per l’energia rispetto al viaggiare a benzina o a gasolio.

La DS, per esempio, stima una spesa media di 50 euro per una percorrenza mensile di 1.250 km, contro i 130 della Crossback a benzina e i 90 della versione diesel. Si tratta di un calcolo leggermente ottimistico, che presuppone che la ricarica avvenga sempre a casa, dove il kW costa meno. Fatto sta che, sempre secondo la DS (guarda), questo risparmio sarebbe sufficiente a compensare il maggior costo del canone mensile dell’elettrico in un contratto di noleggio a 48 mesi.

Il look cambia poco rispetto al modello a benzina

L’estetica è praticamente identica ai Crossback con motore termico, tranne che per il paraurti posteriore, realizzato con design specifico. Altra differenza: per contenere l’impatto del peso delle batterie, si sono risparmiati 50 kg nel peso del resto della vettura. La guida può essere pre-impostata su tre livelli: ECO, la più “risparmiosa” di energia, Normale e Sport. Con la possibilità di scegliere la temperatura e di impostarla anche prima della partenza, da remoto, con l’utilizzo di una pompa di calore. La DS 3 Crossback e-Tense è uno dei tre modelli elettrici che il Gruppo Psa lancerà entro l’anno. Accanto alla Peugeot e208 (qui l’articolo e foto sotto) e alla Opel Corsa (qui).