Home Auto DR 3 EV, il Suv elettrico sull’asse Italia-Cina

DR 3 EV, il Suv elettrico sull’asse Italia-Cina

5
CONDIVIDI

 

Arriva la DR 3 EV, portando un po’ d’Italia nell’elettrico. Sarà in vendita nell’ultima parte dell’anno a 37.500 euro. Autonomia dichiarata fino a 400 km.

Dichiara fino a 400 km di autonomia

La DR Automobiles (qui il sito) nasce a Isernia, in Molise, fondata da un noto concessionario e appassionato di auto, Massimo Di Risio. I suoi modelli sono costruiti assemblando componenti cinesi. E ora tenta anche la strada dell’elettrico, con la versione a emissioni zero del Suv DR 3, presentato al Salone di Ginevra. L’autonomia è garantita da un pacco-batterie agli ioni di litio da 54,3 kWh, composta da 24 moduli di celle, per un peso di 385 kg. La ricarica richiede da sei a otto ore in corrente alternata con un connettore tipo 2 Mennekes, oppure mezz’ora (dal 20 all’80%) con le colonnine super-fast in continua (con il connettore CHAdeMO). Il motore elettrico sviluppa una potenza massima di 120 cavalli, con la possibilità di scegliere se ridurre i consumi viaggiando in modalità ECO.

È un Suv molto compatto, lungo 4,20 metri

Le misure dell’auto sono le stesse della versione endotermica della DR3. Ovvero quelle di un Suv decisamente compatto, che la DR definisce “coupé”. L’auto è lunga 4 metri e 20 (meno di una Golf), larga 1,76 e alta 1,57. La DR 3 è realizzata sulla base di un modello cinese, la Chery Tiggo 3x. Oggi è disponibile in tre versioni: benzina, bi-fuel GPL e bi-fuel metano, con prezzi che partono da 15 mila euro. La DR già nel 2011 al Motor Show di Bologna aveva presentato il concept di una citycar elettrica, la DR 1. Con autonomia dichiarata di circa 150 km. I tempi erano prematuri e torna alla carica ora con la DR 3 EV. Dal cui prezzo di partenza, 37.500 euro, ovviamente andrà sottratto l’incentivo: 6 mila euro con rottamazione di un’auto fino a Euro 4 o 4 mila euro senza rottamazione.

— Guarda anche: la Guida facile a 20 elettriche con l’incentivo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 COMMENTI

  1. Comunque un prezzo eccessivo…37500…cominciamo a costruire modelli più economici!!

  2. Oltre al prezzo eccessivo le ricariche c’è ne sono poche e che rottura dover aspettare mezz’ora e non avere neanche una ricarica al 100% siamo ancora lontani

  3. Interessante solo perché le prime in Italia saranno vendute, così dicevano allo stand a Ginevra, con la Wall box da installare a casa a circa 30mila euro, bonus compreso…
    … però va detto che lasciano molto a desiderare le rifiniture, la parte multimediale….

  4. Se l’affidabilità dei prodotti sarà come le precedenti Dr (ex proprietario) a qualsiasi prezzo si tratta di una tr…fa perché comprare auto con zero assistenza e zero affidabilità con tutta l’offerta che c’e’?

Comments are closed.