Home Sharing Dott raccoglie nuovi fondi per lanciarsi nell’e-bike sharing

Dott raccoglie nuovi fondi per lanciarsi nell’e-bike sharing

0
CONDIVIDI
dott

Dott raccoglie nuovi fondi con un secondo round di finanziamento per 30 milioni di euro. I capitali freschi serviranno a produrre una e-bike dedicata al bike sharing, a un ulteriore sviluppo del suo monopattino, a potenziare il servizio in nuove città e nuovi Paesi europei.

Entra anche un fondo italiano

Il nuovo round di finanziamento è co-diretto dai precedenti investitori, il fondo EQT Ventures,  fondo europeo con portafoglio complessivo superiore a 566 milioni di euro, e Naspers, gruppo internazionale e uno dei maggiori investitori tecnologici al mondo, attraverso la sua divisione Naspers Ventures. Tra gli altri investitori c’è anche una realtà italiana, lo U-Start Club, che dopo i successi ottenuti con Deliveroo e Freeda Media punta sulla micromobilita . Altre partecipazioni sono di Axel Springer Digital Ventures, Felix Capital e FJ Labs.

dott

Quanto al progetto della nuove e-bike, Dott annuncia che il design è completo e la pre-produzione è in corso. Le biciclette elettriche di Dott, fabbricate in Europa, saranno lanciate nel giro di pochi mesi.

Con la nuova generazione di monopattini Dott intende  aumentare la vita media dei suoi  e-scooter (dagli attuali sei mesi, ad oltre un anno), migliorando l’esperienza di guida e riducendo i costi operativi.

Milano? Primi riscontri positivi

Dott raccoglie nuovi fondi anche per lanciare il suo servizio in città selezionate in Italia, Germania, Regno Unito e Paesi Bassi nei prossimi mesi. Opera già a Bruxelles, Parigi, Lione e con un primo pilota anche a Milano. Nel capoluogo lombardo la distanza media per viaggio è di poco più di 1,5 km e la durata media di una corsa è di 12 minuti. Dati molto promettenti, che dimostrano quanto questo tipo di mobilità dolce possa portare benefici anche nelle città italiane. Una volta raggiunto il pieno regime, l’area operativa sarà estesa e quindi anche le percorrenze potranno salire, come prova la media di 3,2 km per corsa di Parigi.

“Enormi potenzialità in Italia”

L’Italia è un mercato dalle enormi potenzialità – afferma Andrea Colombo, Founding Partner di U-Start -. Come U-Start siamo orgogliosi di supportare questo tipo di innovazione nel nostro paese.
Abbiamo dimostrato nei primi mesi di poter gestire questo business in modo sostenibile, efficiente e responsabile – ha dichiarato Maxim Romain, CEO e co-fondatore di Dott – Siamo orgogliosi del forte utilizzo e dell’efficienza che abbiamo raggiunto nelle nostre prime città, senza lavoratori della GIG economy e con monopattini progettati appositamente per la mobilità condivisa. Continueremo ad investire in operazioni urbane responsabili e sicure, ad espanderci in nuovi paesi e ad accelerare lo sviluppo del
prodotto“.

Dott è una start-up europea di micromobilità fondata da Maxim Romain e Henri Moissinac. Aveva già raccolto fondi con un primo investimento iniziale di 20 milioni di euro nel dicembre 2018. Ha ora uno staff di 80 persone con sede centrale tecnica ad Amsterdam, e sedi gestionali ed operative a Parigi, Bruxelles e Milano.