Home Moto & Scooter Design & digital, all’ Eicma irrompe il futuro

Design & digital, all’ Eicma irrompe il futuro

0
CONDIVIDI

A Milano arriva un futuro targato design & digital: Lo vedremo all’Eicma 2018 dal 6 novembre, grazie soprattutto alle moto e agli scooter elettrici. Ecco una carrellata aggiornata di quello che ci aspetta. 

All’Eicma 2018 che apre i battenti il prossimo 6 novembre ne vedremo delle belle. Anzi, delle bellissime.  Per esempio il nuovo concept Urban Motard N4 della torinese NITO: silhouette che ricorda un fulmine, 150 km di autonomia, 150 km/h con 11 kW di potenza.

Urban Motard N4

Oppure il Project Kruzer della pechinese Evoke Motorcycles che promette 400 km di autonomia e 40 kW di potenza, grazie a batterie di seconda generazione a ricarica ultrarapida e raffreddate ad acqua.

Project Kruzer Vedremo poi, finalmente in strada,  l’attesissima super star Vespa Elettrica e potremo fisicamente toccare, per la prima volta in Europa, l’altra moto evento dell’anno, cioè la prima Harley Davidson full electric LiveWire.

La Harley Davidson LiveWire

Tra i marchi più noti spiccherà Fantic che in occasione dei primi 50 anni di attività presentera’ una versione full electric della leggendaria Cabalero. Un’altra leggenda come la varesina Cagiva potrebbe essere la vera sorpresa di Eicma 2018. Qualche mese fa il patron Giovanni Castiglioni aveva dichiarato che il glorioso marchio sarebbe rinato in versione elettrica e che il primo esemplare di una Mito alla spina sarebbe arrivato alla Fiera milanese. Non se ne è saputo più nulla, ma il mistero sarà svelato all’apertura dei cancelli, il 6 novembre. Il competitor numero uno di Cagiva è KTM, che si presenterà con due nuovi modelli elettrici: una versione Ev della Duke e una off road.

Il costruttore americano Zero Motorcycles sarà presente con tutta la nuova gamma 2019, la modenese Energica esporrà la sua Ego con livrea Sport Black che riprende i colori del prototipo realizzato per lo sviluppo della moto da corsa che parteciperà al prossimo campionato Enel MotoE.

Sarà esposto anche il prototipo affidato al collaudatore Branetti per le prove in pista (il primo team Trentino Gresini Moto ha già presentato i suoi colori e il pilota Matteo Ferrari). Nel vastissimo panorama degli scooter elettrici, vedremo il debutto di un nuovo modello di Me, il 6.0 My. Più ovviamente la solita schiera di inediti asiatici in cerca d’autore.

I fondatori di Appscooter Bert Rosier e Maijn Flipse

Tornando fra gli scooter, testeremo dal vivo il rivoluzionario Appscooter della star up olandese Encanto, con il suo display touch screen che attraverso 7 diverse App consente di guidare in tutta sicurezza rimanendo connessi a tutte le funzionalità di un normale smartphone.

 

 

Per la prima volta in Europa anche la versione Ionex degli scooter elettrici taiwanesi Kymco, i primi ad adottare le batterie “a perdere”, abbandonate in contenitori pubblici quando scariche e sostituite con altre cariche prelevate dagli stessi distributori.  Sempre dall’Asia sbarcano a Milano due nuovi modelli della Niu, principale costruttore mondiale di scooter elettrici. Sono il “cinquantino” M+ e lo scooter N-GT.

Tornando ai concept, avremo l’anteprima assolut per un nuovo aspirante protagonista delle moto elettriche, l’inglese Arc Vector.

Fondata appena un anno fa, svelerà a Eicma una cafe racer dalle linee sinuose e aggressive. Il costruttore non nasconde l’ambizione di realizzare la miglior moto elettrica al mondo e la fornisce con una dotazione di indumenti a sensori che dovrebbe consentire una guida d’istinto.