Home Auto Dal metano a una EV, risparmio? Vaielettrico risponde

Dal metano a una EV, risparmio? Vaielettrico risponde

37
CONDIVIDI
Passando da una Fiat 500 L a metano (a sinistra) a una Zoe elettrica si risparmia?

Dal metano a una elettrica, si risparmia, facendo in media 50 km al giorno? E che cosa consigliare tra elettrica o ibrida, purché4×4? Vaielettrico risponde.

Dal metano a un’elettrica / La spesa per 50 km/giorno…

“Sono Andrea di Roma, possiedo una 500L a metano, faccio 50 km al giorno e con 15€ circa, percorro 250km circa….Volevo sapere, visto che voi siete bravi con i conti, con una Renault Zoe andrei a risparmiare a livello di soldi? Grazie vi leggo sempre“.

La Renault Zoe: regge il confronto nei costi con un’auto a metano se si percorrono 100 km al giorno?.

Risponde Paolo Mariano –  Andrea, non ci dice su quale tipo di strade percorre i suoi 50 km al giorno. Stimiamo un utilizzo misto e un consumo medio di Renault Zoe di circa 5,5 km/kWh e un costo dell’energia, nella ricarica casalinga, di circa 0,16 euro/kWh. Con 15,00 euro, ricaricando a casa, percorrerebbe oltre 500 km. Circa il doppio rispetto a quelli che percorre con la 500 L. Attenzione: se non ha la possibilità di ricaricare a casa e conta sulle colonnine pubbliche, faccia bene i conti con la possibilità reale di farlo e con i costi dell’energia. Tendenzialmente molto più alto rispetto a quello di casa (pur con le dovute eccezioni). Se il suo utilizzo dell’auto fosse prevalentemente autostradale consideri almeno un 25% in meno di percorrenza a parità di spesa. Quindi circa 375 km con 15,00 euro di energia elettrica.

dal metano

“Cerco un’elettrica, ma che sia 4×4…”

“Vi chiedo un consiglio. Sto pensando di sostituire la mia auto diesel con un auto ibrida o elettrica, poiché ormai per recarmi al lavoro faccio mediamente solo 20 km al giorno. Cercavo un auto che avesse il 4×4. Stavo valutando il noleggio, per poter avere sempre a disposizione un auto nuova. Grazie”

dal metano
Tesla Model: a trazione integrale

Risponde Paolo Mariano – Al momento le elettriche con trazione integrale sono presenti solo nella fascia media e alta del mercato. Hanno doppio motore, uno montato sull’asse anteriore e uno su quello posteriore. Citiamone alcune, a titolo esemplificativo e non esaustivo: Skoda Enyaq 80, Volkswagen ID.4 GTX (disponibile a breve), Tesla Model 3 Long Range o Performance, Audi e-tron, Mercedes EQC… E poi: Jaguar I-Pace, Ford Mustang Mach-E, Tesla Model Y (disponibile a breve), Volvo XC-40, BMW iX3. Non sappiamo a quale tipologia e categoria di veicolo lei aspiri. Personalmente ritengo che potrebbe essere molto interessante un veicolo compatto, ma con doppio motore, che ricalchi il successo commerciale della vecchia Panda. È chiaro che, in questo momento i costruttori non si avventurano in imprese simili. Anche se, qualcuno, come Lapo Elkann con Garage Italia, in realtà lo ha fatto, anche se co target di vendita molto esclusivo e particolare. Quanto alle ibride, è un mare magno nel quale preferiamo non avventurarci.

Particolare del retro della Panda 4X4 elettrica di Garage Italia, ricavata dal telaio della Panda originale.
Apri commenti

37 COMMENTI

  1. Per il metano va calcolato la revisione bombole, la durata della testata, la manutenzione del termico in generale più riduttore di pressione e valvole bombole. Il tempo perso per fare metano non è poco. Per contro la elettrica è una ottima soluzione solo se accoppiata alla possibilità di ricarica notturna a casa, altrimenti le scomodità sono tante.

  2. Io con una new beetle 1600 benzina metanizzata a 90000 km, ora ne ha 551000 (solo manutenzione ordinaria) con 14 euro percorro 340 km ad andatura decisamente allegra…che se fatte con un auto elettrica le autonomie dichiarate si ridurrebbero della metà…mi risulta che facendo il pieno nelle ricariche veloci i costi delle auto elettriche salgono vertiginosamente….e poi al primo imprevisto meccanico-elettrico vorrei vedere chi è capace a metterci le mani, mi risulta che anche le concessionarie si trovano in grassa difficoltà… Auguri

    • Vince, sei il trapassato remoto!
      Sei costretto ad ipotizzare catastrofi a carico degli EV, per giustificare una scelta che forse andava bene fino a 10 anni fa.
      Poi preparati a sostituire il motore del tuo Fonfo, visto che i crucchi a breve cesseranno la produzione degli ICE.
      Auguri a te.

  3. Gentilmente sarei curioso di sapere quale operatore offre tariffe dell’energia elettrica così convenienti, Al momento sono servito da Enel energia con tariffa mono oraria e in bolletta pago circa €0,25 al kWh. Da felice possessore di una Kona elettrica ringrazio chiunque mi possa indirizzare.

      • Pensa bene. 🙂 Non li includono e non li devono includere.
        Tutti abbiamo la corrente a casa. Se compriamo domani un’auto elettrica e iniziamo a ricaricarla, il costo dell’energia per ricaricare l’auto sarà semplicemente il costo al kWh al netto dei costi fissi, che in ogni caso abbiamo per il fatto di avere un’utenza.
        Se invece a casa non avessimo la corrente e ci facessimo installare un’utenza esclusivamente per l’auto elettrica, allora avrebbe senso considerare anche i costi fissi.

    • Nel costo dell’energia, devi escludere i costi fissi, perché sono costi indipendenti dal consumo, che pagheresti anche senza consumi.

      Ciao

    • Occorre chiedere a vari operatori, cercando il più con veniente, ma sempre con TARIFFA BIORARIA. Privilegiando in tal modo il consumo in tariffa notturna, quando conviene ricaricare l’auto.

  4. Senza andare su auto costose come la Yaris Hybrid che amo molto con la Punto della mia compagna faccio 450 km con 15€ di GPL quindi non trovo tutta questa convenienza nell’elettrico fino a che l’energia continuerà a costare così tanto.

  5. Ma conviene poi così tanto sto metano ?
    Io con 18 € di GPL faccio sempre oltre 600km (no autostrada dove ne faccio 500).
    Vabbè che ho una Yaris Hybrid…

  6. Peccato che da colonnine pubbliche il costo a kw sia anche di 0,45/0,50€ il che rende molto caro girare elettrico rispetto al metano, io comunque con grande punto naturale power 1400cc e piede molto pesante facevo almeno 270km con 13€, con piede leggero anche 340km

  7. Io con la mia panda lpg su percorsi misti faccio con 18€ 350km poi su tratti autostradali non superando i 120km/h faccio anche 450km. Manutenzione? Cambio olio gomme filtro GPL freni alcuni si lamentavano degli iniettori ma se gli cambi i filtri a tempo dovuto a me non hanno dato mai problemi.

  8. Premetto che non sono pervenuto sulla mobilità elettrica, anzi, macino parecchi chilometri con le mia bici a pedalata assistita. Anche io con il mio Touran a metano sui percorsi misti 250km li faccio con circa 10€, mi rifirnisco in provincia di Milano a 0,83 €/kg, e non ho l’ultima versione TGI dei motori VW, ancora più parsimoniosi.
    I conti sono presto fatti, la velocità nel rifornimento e l’autonomia (carico dai 24 ai 27 kg, per 500km di percorrenza) mi fanno ancora scegliere il metano.
    Il risparmio per me sarebbe interessante solo con l’auto-produzione di energia elettrica.
    L’ideale sarebbe al più un metano ibrido, ma ad oggi ci sono solo timidi tentativi della Seat e in post produzione della Skoda.
    La mia prossima auto sarà probabilmente il nuovo Caddy a metano in uscita l’anno prossimo, e tra altri 10 anni il mondo dell’automotive sarà finalmente maturo per farmi fare questo passo.

    • L’elettrico ben gestito, costa meno del Metano.
      30.000 km anno, costano di carburante/energia, circa 1.000,00 euro, in percorsi misti.
      A questo devi aggiungere soltanto il costo delle gomme. NO BOLLO, MENO ASSICURAZIONE, ZERO TAGLIANDI, ACCESSO ZTL, PARCHEGGI GRATIS.
      L’auto termica non può fare altrettanto.
      E NON DIMENTICARE L’AMBIENTE DA LASCIARE AI TUOI FIGLI!!!

      • 15000 km annui e spendo in proporzione poco di più, circa 600 €, per 30000 sarebbero 1200€, in Lombardia bollo zero, l’associazione ormai ho una cose di rischio bassissima e spendo poco, ogni tot anni ho solo la revisione delle bombole, ma quel che più importante è che vale una spesa maggiore è che non ho bisogno di organizzare un viaggio, che devo andare da un cliente in una zona sperduta posso partire tranquillamente a metano, anche se poi nel bisogno avrei 9 litri cui riserva a benzina, ma in tanti anni di metano a benzina sarò andato veramente poche volte.
        Voglio essere sereno oggi?! Metano, tra qualche anno, quando la mobilità elettrica sarà più matura allora cambierò.
        Non mi si cerchi di fare la morale, sappiamo tutti quale è l’impronta di carbonio di un’auto elettrica, per i miei figli lo stesso aggravio di CO2, buona ricarica.

  9. Io non so come guida questo. Ho una Opel Astra a metano, faccio sopratutto strade statali e ho il piede leggero. Io 250km li faccio con 10 euro di metano. Per il resto, non capirò mai chi parla di ansia da rifornimento per il metano: ci sono 1.600 distributori in Italia e con un’auto monovalente a metano hai la riserva del serbatoio di benzina da 10 litri. Il pieno lo faccio in 6-7 minuti. Zero ansie. Un’auto elettrica la devi attaccare alla spina 12 ore a casa o spendere un capitale alle colonnine pubbliche, per l’80% di ricarica. E perdendo i pure mezz’ora di tempo.

  10. Infatti questi numeri sembrano buttati lì….un po a caso.
    Peraltro non c è paragone fra lo spazio della Zoe e quello della 500 L, ritengo non siano nemmeno comparabili.
    Per finire manca il calcolo sulla differenza del costo per l’ ammortamento comprando le due auto nuove.
    Avendo avuto auto di tutti i tipi, devo dire che ambedue hanno in comune l’ ansia da rifornimento.

    • Non mi permetterei mai di buttare lì numeri a caso.
      Qualsiasi dato io pubblichi è frutto di verifiche personali.
      Come specificato, il consumo, soprattutto in un’elettrica, è molto influenzato dalla tipologia di percorso e dallo stile di guida. I ho indicato un consumo medio. Non avendo molte altre informazioni dal lettore (età della 500 L, eventuale intenzione di venderla, rottamarla, ecc.) non ho fatto calcoli relativi a bonus rottamazione, sconti, incentivi, ecc. Mi sono limitato a confrontare i consumi delle due auto. Perché Zoe? Perché il lettore ha indicato quest’auto. Non sono state effettuate nemmeno valutazioni relative alla scelta di un usato o di un nuovo, né ai costi di manutenzione di una o dell’altra auto.

  11. Buongiorno, concordo sul costo medio di 0,23 euro/Kwh di Dolomiti Energia. Lo deduco dal semplice rapporto costo mese/Kwh totali. L’idea che al costo mensile si tolga le spese fisse non mi trova d’accordo se nonché aumentando i consumi gli stessi diventino percentualmente meno rilevanti.

    • Buon giorno Claudio,
      prima di dividere il costo mensile per il numero di kWh consumati, va tolto il canone tv, e, lo ribadisco, le spese fisse.
      Che lei abbia un’auto elettrica o no, quelle spese fisse le paga. Se ha un’auto elettrica e consuma 300 kWh in più al mese, ha un costo superiore esclusivamente per i kWh in più che consuma e la sua quota fissa resta la stessa.
      Anche io ho un contratto con Dolomiti Energia e non arrivo a 0,23 Euro/ kWh nemmeno se aggiungo il canone tv, le spese fisse e le spese di gestione.

    • Provi a ragionare: perchè all’aumentare dei consumi i costi fissi sono meno rilevanti? Per il semplice fatto che i kWh aggiuntivi li paga al netto dei costi fissi. Quindi conferma che il costo della ricarica auto va calcolato a 0,16 euro come giustamente dice il nostrio Paolo Mariano.

  12. 15 eur per 250km mi sembrano tantini, io con 10 ne faccio 200-250 con una Passat ecofuel a metano, d’accordo che i motori VW sono superiori ai Fiat (perlomeno nel metano) però mi sembra strano.

    Per quanto riguarda l’elettrico (verificato bene) su Tesla Model 3 Long Range) con un condotta di guida allineata al traffico senza oltrepassare i limiti e senza fare 0-100 in 4.4 ho percorso 7.4 km con un kilowatt al costo di eur 0.11 + iva.

    In sintesi se uno se la ricarica a casa rispetto al metano spende la metà (io avevo calcolato circa 1,8 eur ogni 100km).

    Lo 0,11+iva ovviamente non tiene conto con costi fissi in bolletta, in quanto non avrebbe senso perchè il contatore ce l’ho già e mi serve per la casa dove vivo.

    Se poi uno ha la fortuna di avere il fotovoltaico anche meno, molto meno.

  13. Buongiorno,
    0,16 €/kWh è un valore ottimistico. Non so gli altri operatori, ma con DolomitiEnergia, valutata tra le migliori da Altroconsumo, siamo tra 0,2 e 0,25.
    E quindi tra 330 e +400 km, valore comunque superiore al metano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome